Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 18 Luglio - ore 14.24

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

L'acuto di "Seba" Agrifogli decide il "Derby della Costa"

Partono forte i padroni di casa con Biasi, poi Mozzachiodi si supera neutralizzando un rigore. La partita scema con il pallone che ristagna a centrocampo. Finale pirotecnico con due gol. Spettacolo in tribuna con 500 tifosi incredibili!

L'acuto di "Seba" Agrifogli decide il "Derby della Costa"

La Spezia - Arrivava all'antivigilia e per l'ultima giornata del Girone B di Promozione della Liguria uno dei match più attesi dell'intera stagione dei dilettanti nella provincia della Spezia. Stiamo ovviamente parlando del sentitissimo "Derby della Costa" che ieri pomeriggio ha messo di fronte al "Pieroni" i padroni di casa del Cadimare e la Forza e Coraggio. A fare da cornice all'attesissima partita un pubblico da altre platee calcistiche con almeno 500 spettatori assiepati sulla tribunetta dell'impianto spezzino. "Ultras Cadamà" e "Boys Ria" (nella foto di Stefano Stradini, COPYRIGHT RISERVATO) non hanno lesinato voce, coreografie, tamburi e spettacolo pirotecnico per rendere "leggendario" il contorno a questo attesissimo confronto che per la prima volta nella sua storia andava in scena nel torneo di Promozione.

Le scelte: Cadimare che arrivava falcidiato dalle squalifiche inflitte dal Giudice Sportivo con Costa, Lesi e Nuti out oltre a mister Buccellato relegato in tribuna e sostituito in panchina da F. Quaranta che affrontava così da avversario il figlio M. Quaranta centrale difensivo dei biancorossi di mister Consoli. L'ex capitano dei "Pirati" schierava i suoi con un 4 - 3 - 3 con Rossetti riferimento centrale e ai lati Biasi e Agrifogli Sebastiano. Cabina di regia affidata a D'Imporzano ai cui lati agivano il promettente classe 2001 Samuele "Pupi" Agrifogli e il rilanciato Russo. "Furie Rosse", anch'esse rimaneggiate, inizialmente in campo con un 4 - 3 - 1 - 2 con trequartista Pesare alle spalle di bomber Cantoni e Macera, preferito a Laudicina. Palagi frangiflutti in mezzo al campo e difesa guidata da Selimi, in porta un Mozzachiodi in grande spolvero nelle ultime giornate. Parte dalla panchina l'ex capitano cadamoto Fabio Bianchi, a cui i tifosi cadamatti hanno riservato un goliardico striscione con riferimento a Schettino, e un Amorfini non al meglio della condizione. Out il lungodegente Esposito e il centrale difensivo Bellotti.

Primo tempo: Pronti via e "Pirati" che passano quasi subito: è il 7° quando da una punizione laterale calciata tesa in mezzo all'area dallo specialista D'Imporzano è Biasi ad avventarsi sul pallone e, approfittando della difesa graziotta immobile, tagliare l'area in diagonale scaraventando alle spalle dell'incolpevole Mozzachiodi. Al 12° potrebbero subito raddoppiare i bianconeri di mister Buccellato quando l'arbitro genovese Traverso decreta la massima punizione per un fallo del giovane classe 2000 Giancola che nel tentativo di anticipare lo scatenato Biasi lo tocca facendolo cadere. Decisione difficile, ma per l'arbitro è penalty. Dal dischetto però lo stesso Biasi si fa ipnotizzare da Mozzachiodi che respinge il tiro confermandosi autentico para rigori con il terzo penalty neutralizzato nelle ultime quattro partite disputate. Esce dal guscio la squadra graziotta che si fa vedere al 18° con un calcio di punizione di Pesare su cui è bravo Negrari a neutralizzare recuperando la posizione all'ultimo momento. Al 20° ripartenza di Sebastiano Afrifogli in due contro uno, ma il giocatore invece di servire lo smarcato Rossetti prova la conclusione solitaria con Fregosi bravissimo ad anticiparlo salvando pericoli maggiori. La partita via via scema di tono con il gioco che ristagna prevalentemente in mezzo al campo, le due compagini si affidano al lancio lungo per cercare di mettere in movimento i propri attaccanti, ma sono quasi sempre le difese ad avere la meglio. E' il classico derby molto sentito, ma in cui il gioco latita.

Ripresa: Inizia la seconda frazione sulla falsariga del finale della prima, gioco che ristagna e poche vere occasioni. Intanto mister Consoli aveva cambiato modulo ai suoi ragazzi schierandosi con un 4 - 3 - 3 e inserendo all'intervallo Milone al posto di Giancola e Laudicina in vece di Stefanelli. A referto si iscrive un tiraccio di Rossetti che troppo debole non comporta difficoltà a Mozzachiodi, mentre le "Furie Rosse" cercano di lanciare il neo entrato Laudicina per scardinare il pacchetto difensivo dei padroni di casa. Al 78° la svolta quando un rinvio sbagliato della difesa del Cadimare è preda degli avversari che scaricano su Pesare che entra in area e punta Ceradelli prendendogli la posizione, il difensore cadamoto ingenuamente tocca il fantasista che cade in area per la concessione della massima punizione. Rigore netto e dal dischetto lo stesso Pesare impatta il risultato spiazzando Negrari. Il Cadimare sembra accusare il colpo arretrando il proprio baricentro di una decina di metri, ma all'84° Agrifogli Sebastiano, smarcato abilmente da Russo, punta il difensore, sterza e salta il proprio marcatore aggiustandosi il pallone per il tiro e concludendo dal cuore dell'area con un perfetto diagonale che si insacca all'angoletto basso imparabile per il proteso Mozzachiodi. Una rete bellissima che fa letteralmente esplodere il tifo di parte bianconera. Dopo la rete la squadra di Consoli, in cui era subentrato anche l'ex capitano cadamoto Fabio Bianchi, prova a gettarsi alla ricerca del pareggio, ma la compagine del presidente Adriano Russo si difende al meglio e anzi in pieno recupero sfiora il tris quando il neo entrato Bosinco va in pressione su Mozzachiodi sulla trequarti campo rubando il pallone al portiere, ma si allarga troppo e quando centra la sfera il guardalinee rileva posizione irregolare di fuorigioco. Finisce così con la grande festa del Cadimare e la delusione della Forza e Coraggio.

Conclusioni: Tre punti pesanti che danno morale alla squadra di mister Buccellato al termine di una partita combattuta, anche se corretta, ma poco spettacolare. Poche le azioni vera da rete come spesso accade in partite così sentite. La squadra di casa si rilancia raggiungendo proprio i "cugini" in una tranquilla posizione di centro classifica. La Forza e Coraggio subisce nella prima frazione lasciando il pallino del gioco agli avversari, mentre nella ripresa con il doppio cambio e un modulo più propositivo prova a creare qualche grattacapo in più spostando nettamente in avanti il proprio baricentro anche se di vere azioni da rete non se ne vedono fino al rigore del pareggio. Poi una giocata importante di Agrifogli fa pendere il piatto della bilancia da parte bianconera.

I migliori: Migliore in campo il match winner Sebastiano Agrifogli perchè oltre alla splendida rete nel primo tempo crea più di un grattacapo alla difesa rosso bianca mettendo in chiara difficoltà Fregosi che non è proprio l'ultimo arrivato. Molto bene anche il classe 2001 Agrifogli "Pupi" Samuele che non sbaglia letteralmente un pallone e, come da tempo sosteniamo, è uno dei giovani più interessanti di questo campionato. Infine menzione anche per il bravo classe 2000 Sommovigo che riesce a limitare Laudicina subentrato più fresco nella ripresa. Nella Forza e Coraggio brilla sicuramente un grandissimo Mozzachiodi che nelle ultime giornate si conferma in uno stato di forma eccezionale. Anche il forte fantasista Pesare offre una prova di spessore ed è freddissimo dal dischetto.

Tabellino

Cadimare - Forza e Coraggio 2 - 1
Marcatori: 7° Biasi (C), 78° [Rig.] Pesare (F), 84° Agrifogli Sebastiano (C)

Note: al 12° Mozzachiodi (F) para un rigore a Biasi (C)

Cadimare: Negrari, Ceradelli, Sommovigo, Conti, Antonelli, D'Imporzano (61° Bosinco), Agrifogli Sebastiano (86° F. Fiocchi), Agrifogli Samuele (85° Palmero), Rossetti (82° Desogus), Biasi (75° Musetti). All. Buccellato, squalificato, in panchina F. Quaranta
A disp.: Pieri e Bernacca.

Forza e Coraggio: Mozzachiodi, Giancola (46° Milone), Fregosi, Palagi, M. Quaranta, Selimi, Stefanelli (46° Laudicina), Campagni, Cantoni (81° Amorfini), Pesare, Macera (67° F. Bianchi). All. Consoli
A disp.: Stradini, Paparcone, Diamanti.

Arbitro: Sig. Traverso di Genova
Assistenti: Sig. Orsini e Sig. Baruzzo entrambi della Spezia

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News