Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 19 Settembre - ore 15.42

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Il "mondo alla rovescia" del portiere goleador Edo Grosso

L'ex estremo difensore, ora centravanti, ha deciso ieri con una spettacolare rovesciata la partita tra il suo Athletic Club Liberi e il Cadimare. Prima rete da centravanti, ma non della carriera...

Il "mondo alla rovescia" del portiere goleador Edo Grosso

La Spezia - Dalla difesa dei pali con il ruolo più naturale di portiere alla presenza al centro dell'attacco in quello di centravanti, dai campionati di Serie C e Serie D dove si era distinto come uno dei migliori estremi difensori alla Promozione ligure per cercare, anche con le sue reti, di portare alla vittoria del campionato l'Athletic Club Liberi capolista. Il mondo calcistico "alla rovescia" di Grosso Edoardo (nella foto di Fulvio Crisafulli, N.d.r.) portiere di ruolo, ma attualmente centravanti per vocazione, si può racchiudere tutto in un gesto tecnico tra i più spettacolari del calcio: la rovesciata. Quella rovesciata con cui ieri il portiere/attaccante di mister Mariani ha deciso in favore della sua squadra il delicato match in casa del mai domo Cadimare Calcio di mister Buccellato trovando così la sua prima marcatura da attaccante sebbene non la prima in carriera dato che in Serie D stagione 2006/2007 a Pontedera, nonostante indossasse ancora i guantoni, aveva già provato l'emozione di "bucare" un collega. Se sette giorni prima con gli altri spezzini della Forza e Coraggio ci era andato vicino liberandosi bene di Giancola e poi concludendo di potenza, ma troppo centrale per impensierire Mozzachiodi, questa volta ha fatto centro nel modo più spettacolare togliendo le castagne dal fuoco ai suoi compagni dato che il Cadimare fino a quel momento aveva giocato una grande gara impensierendo più volte Bartoletti e colpendo un clamoroso palo con una potente conclusione dalla distanza di Dell'Ovo.

Edo tre punti pesanti contro una squadra ostica grazie alla tua prima rete da centravanti.
"Si tre punti veramente pesanti. Queste per il campionato di vertice che vuole fare l'Athletic Club Liberi sono le partite più pericolose e quando al termine della stagione si tireranno le somme saranno punti che varranno doppio."

Come hai visto il Cadimare?
"E' stata una gara combattuta e il Cadimare ha fatto la sua partita. Erano sempre molto compatti tra i reparti e pronti a colpire in ripartenza. Noi siamo stati fedeli alla nostra identità di gioco: muovevamo palla e cercavamo il varco giusto, alla lunga però la partita risultava bloccata e solo un episodio poteva deciderla."

Un episodio molto particolare, un gesto tecnico tra i più spettacolari del calcio che risulta difficile per un attaccante figuriamoci per un portiere...
"Sono particolarmente contento che l'episodio decisivo sia stato il mio gol e per di più in rovesciata. Hai ragione Guido, la rovesciata è un gesto tecnico che mi fa impazzire. L'importante è però essere stato utile e che la squadra abbia fatto un passo avanti."

Cosa sarà passato per la testa del tuo collega/avversario del Cadimare?
"Io come portiere sono un po' atipico come mentalità, non ho mai dato peso a chi segnasse e se nel farlo facesse ad esempio lo scavino. Un gol subito è un gol subito, non mi importava chi lo segnava, mi faceva "arrabbiare" (non ha usato propriamente questa espressione, N.d.r.) sempre allo stesso modo averlo preso."

Dopo un estate e un inizio di stagione senza chiamate hai "rovesciato" la tua carriera da guardiano dei pali a pericolo per i tuoi ex colleghi
"L'Athletic Club Liberi in tutte le sue componenti, ma in particolare il presidente e mister Mariani, che mi hanno visto nascere, e tutti i ragazzi miei compagni di squadra mi hanno ridato quell'entusiasmo di giocare a calcio che la regola dei giovani e pseudo addetti ai lavori mi avevano tolto."

E ora?
"E ora, come dice il mio amico Nicolò Congia, non abbiamo fatto ancora nulla. Da domani si riparte dalle salite e dai tre colori che tanto ama mister Mariani!

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News