Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 23 Luglio - ore 18.43

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Bertoletti: "Don Bosco cambiato molto in queste stagioni, ma rimane una delle migliori società spezzine"

Parola all'esterno salesiano. "Il derby con il Canaletto è quello con la D maiuscola. Cadimare ottima squadra, ma noi ce la giochiamo con tutti. Per il campionato vedo favorito il Real Fieschi" "Al movimento spezzino serve rispetto e serietà"

Bertoletti: "Don Bosco cambiato molto in queste stagioni, ma rimane una delle migliori società spezzine"

La Spezia - Nella sua carriera tra i dilettanti ha attraversato due regioni e vestito tante maglie. Lo si ricorda infatti indossare casacche quali quelle del Canaletto, del Lerici, dell'Ortonovo, la blasonata Entella, in toscana con Portuale e Lunigiana, e poi ancora il 5 Terre Mo.Ver. fino al grande amore scoppiato con i "salesiani" del Don Bosco Spezia di cui è un punto di forza oramai da sei stagioni consecutive con oltre 200 presenze all'attivo in rossonero. Grande conoscitore del movimento dilettantistico spezzino, domenica scorsa ha ottenuto con i suoi compagni una vittoria nel derby spezzino molto sentito contro il Canaletto e la squadra ha voluto dedicargli la vittoria essendo diventato da poco padre di due gemelle. Quest'oggi è nostro ospite in sala stampa l'esterno mancino salesiano Bertoletti Fabio.

Benvenuto sulle nostre pagine virtuali. Domenica scorsa una vittoria importante nel derby con il Canaletto., una sorta di “clasico” per i dilettanti spezzini. Che partita è stata?

"La partita con il Canaletto è per noi il Derby con la D maiuscola, considerato anche che eravamo in tanti ad essere "ex" canarini. Non venivamo da prestazioni brillanti e la vittoria non era per nulla scontata, tuttavia abbiamo fatto un ottima gara contro un'altrettanto ottima squadra ben messa in campo. Dopo un primo tempo equilibrato con un paio di occasioni per parte, abbiamo legittimato la vittoria con un ottimo secondo tempo dove abbiamo tenuto quasi sempre in mano il pallino del gioco senza concedere nessuna occasione alla squadra canarina. L'assenza di Costa ha giocato sicuramente a nostro favore anche se devo dire che la nostra difesa se la gioca alla pari con qualsiasi attaccante."


I suoi compagni e mister Tarasconi le hanno voluto fare una dedica speciale per la vittoria...

"Lo scorso 22 Fabbraio mia moglie Valentina ha dato alla luce due bellissime gemelline Camilla & Carlotta. La dedica da parte del mister, dei compagni e della società mi ha fatto molto piacere. In generale ho ricevuto veramente tanti messaggi di complimenti e auguri da parte di miei ex compagni e dirigenti, segnale del buon ricordo che ho lasciato. Spero da qua alla fine di poter dedicare un gol alla mia famiglia, anche se la vedo molto difficile non sono mai stato un bomber."

Domenica prossima in programma un altro derby, ma di tutto altro tenore. Farete visita a un Cadimare che può ancora puntare a vincere il campionato dopo 12 risultati utili consecutivi. Come vi state preparando e che partita sarà?

"Il Cadimare è un'ottima squadra che ha effettuato uno straordinario mercato di riparazione. Non so se potrà vincere il campionato, ma ha tutte le carte in regola per giocarselo al rush finale, sicuramente per continuare la sua corsa dovrà vincere domenica con noi. Mi aspetto una bella gara ad alto ritmo tra due squadre in salute, da parte nostra ce la giocheremo a viso aperto forti di una classifica abbastanza tranquilla. Non penso di peccare di presunzione dicendo che al completo ce la possiamo giocare con tutti. Mi auguro una partita corretta con una buona direzione di gara e.....che vinca il migliore."

Da molte stagioni è una colonna del Don Bosco Spezia. Che squadra è che società e quella salesiana?

"Se non sbaglio sono sei anni che sono al Don Bosco e non esagero nel considerarla la mia seconda famiglia. In tutti questi anni la vera forza della nostra squadra è stata il gruppo, siamo tutti amici anche fuori dal campo e nello spogliatoio si sono costruiti legami indissolubili. Da sei anni ad oggi solo io e Fabio Ferdani siamo rimasti tra gioie, come la vittoria del campionato di prima categoria e delusioni, come la retrocessione contro il San Desiderio. La società è cambiata molto in questi anni ma la serietà e la disponibilità sono sempre rimasti dei punti fermi che fanno del Don Bosco una delle migliori società del panorama calcistico spezzino."

Ancora un campionato di Promozione per voi salesiani con l'obbiettivo salvezza praticamente raggiunto. Che torneo è stato quello di quest'anno?

"Il campionato di Promozione è sempre stato storicamente un torneo difficile e combattuto dove il Don Bosco si giocava la salvezza fino all'ultima giornata. Il grande merito di mister Tarasconi, dello staff e di tutta la dirigenza è di aver trasmesso serenità e spensieratezza alla squadra. In questo modo il gruppo si è coeso ancora di più e ci ha aiutato a trovare la giusta continuità che ad oggi ci porta a navigare in acque relativamente tranquille, tuttavia chi conosce il campionato come me sa che è presto per parlare di "obiettivo raggiunto" in quanto ci aspettano vere e proprie battaglie sportive, a partire da domenica con il Cadimare."

Alla fine chi pensa potrà vincere il torneo e chi invece disputare i Play - Off?

"Il campionato di quest'anno, nella parte alta della classifica, è veramente equilibrato. Basti pensare che in 6 punti sono racchiuse 4 squadre. Se proprio devo fare un pronostico dico Real Fieschi, la squadra allenato dal mio ex compagno Claudio Paglia gioca un ottimo calcio ed ha delle individualità di tutto rispetto come Ronconi e bomber Gandolfo. Le altre poi si giocheranno i Play - Off. Per quanto riguarda la parte bassa della classifica vedo il Burlando ormai destinato alla retrocessione diretta insieme al Borzoli che potrebbe essere condannato dalla "forbice". Concludendo spero che le spezzine coinvolte nella lotta Play Out possano rimanere nel torneo di Promozione."

E' da tanti anni nel calcio dilettantistico ligure e spezzino in particolare. Come è cambiato il movimento della nostra provincia nel corso delle stagioni?


"In tutta la mia "carriera" mi sono diviso tra il levante genovese, la toscana e il territorio spezzino. Ho avuto la fortuna di giocare in società blasonate come Entella, Portuale e Lunigiana e di giocare con grandi giocatori, nel mio girovagare ho conosciuto tante realtà e tante persone più o meno serie per cui ho una buona conoscenza del calcio dilettantistico. In questi anni il calcio dilettantistico è molto cambiato, le risorse economiche delle società e le strutture sono sempre meno e tutto questo non può che ripercuotersi sulla qualità dei campionati. Penso che serva una ridimensionata da parte di tutti a partire da noi giocatori fino ad arrivare alle varie società e presidenti che promettono e promettono senza mai mantenere. In sintesi serve rispetto e serietà!"

Quando arriverà il momento di appendere gli scarpini al chiodo cosa farà? Si vede ancora nel mondo del calcio dilettantistico?

"Eh questa è una bella domanda a cui ad oggi non so dare una risposta precisa. Ormai ho superato abbondantemente le 450 partite giocate, di cui circa 200 vestendo la maglia salesiana, tuttavia fisicamente mi sento molto bene e la domenica riesco ancora a dare il mio contributo. Quando smetterò penso che continuerò ad allenarmi con i miei compagni e la domenica li seguirò dagli spalti del "Cimma". Non penso di diventare allenatore, mi vedo più in nella squadra a sette del mio paese giusto per non perdere il vizio del calcio giocato."

Siamo arrivati in fondo a questa bella chiacchierata. Prima di salutarci vuoi aggiungere altro?


"Oltre ai consueti, doverosi e meritatissimi complimenti per il lavoro che stai facendo e per la visibilità che ogni giorno dai al movimento del calcio spezzino, vorrei ringraziare tutti i dirigenti e addetti ai lavori che ogni sera mettono a disposizione il loro tempo libero per permettere a tutti i ragazzi del Don Bosco di continuare a praticare lo sport più bello del mondo! Concludo facendo un pò di pubblicità alla società Don Bosco Spezia che è da poco sbarcata sui social network. Vi invito a diventare nostri fan virtuali ai seguenti indirizzi Facebook: https://www.facebook.com/donboscolaspezia/ e Instagram: https://www.instagram.com/donboscolaspezia/"

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News