Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 17 Gennaio - ore 22.55

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Veronica: "Dopo molte difficoltà iniziali il Sarzana è cresciuto"

Ospite di Calcio Spezzino l'allenatore del Sarzana 1906. "I punti non li regalano, le classifiche vanno rispettate" "Ragonesi? Rinforzo importante!" "Follo, Levanto, Pegazzano e Tarros squadre importanti. L'Aurora prova a giocare a calcio"

Veronica: "Dopo molte difficoltà iniziali il Sarzana è cresciuto"

La Spezia - Nella scorsa stagione ha ottenuto vittoria del torneo di II Categoria e una promozione al campionato superiore veramente al cardiopalma con un punto di vantaggio sulla prima inseguitrice all'ultima giornata di campionato. Ora il suo Sarzana Calcio 1906, dopo un avvio difficile, ha carburato veleggiando a centro classifica in linea con i programmi iniziali di salvezza. E' oggi nostro ospite l'allenatore rossonero Tiziano Veronica.

Mister grazie per aver accettato l'invito per questa chiacchierata. Partirei facendole fare un bilancio di fine anno della stagione del Sarzana 1906.

"L'anno 2018 è stato molto positivo ottenendo una promozione sofferta all'ultima giornata, ma sicuramente entusiasmante con un solo punto di vantaggio. In I Categoria siamo in linea con i programmi, anche se la partenza è stata lenta per una serie di infortuni e di alcuni giocatori che venivano da inattività nell'ultima stagione o in parte di essa. Molte difficoltà iniziali ed una graduale, ma importante crescita di squadra."

Che differenze ha quindi maggiormente notato tra i due campionati?

"La differenza è notevole e all'inizio l'abbiamo pagata non tanto nelle prestazioni, quanto nei risultati. In I Categoria c'è molta fisicità e le squadre sono atleticamente più preparate, poi anche se c'è molto equilibrio ci sono giocatori che la possono risolvere una partita in qualunque momento."

Nel mercato invernale è arrivato un rinforzo importante come Yari Ragonesi. Che cosa ci si può aspettare dal Sarzana 1906 nel Girone di ritorno?

"Noi abbiamo perso Rolla per più di tre mesi e Bianchi per tutta la stagione per la rottura del legamento crociato, entrambi sono centrocampisti, quindi dovevamo prenderne un'altro. E' arrivato Ragonesi e siamo contenti, ha qualità tecniche importanti e la giusta esperienza. Sicuramente un rinforzo importante."

Pensa che al termine del Girone di Andata la classifica rispecchi i reali valori espressi sul campo?

"Io credo che siccome i punti non li regalano chi è davanti è stato più bravo e, a volte, un briciolo più fortunato, ma le classifiche vanno rispettate."

Veniamo ai vostri avversari. Quali squadre e quali giocatori l'hanno maggiormente impressionata in questo torneo?

"Sicuramente Follo San Martino e Levanto Calcio sono rose strutturate per fare campionato di vertice, il Pegazzano ha una fisicità importante, la Tarros Sarzanese coi nuovi innesti è diventata ancora più competitiva e lo Sporting Club Aurora è forse quella che prova a cercare un calcio bello e propositivo che non sempre paga. Per quanto riguarda i calciatori, più che fare nomi singoli direi che più che altro c'è una categoria di attaccanti che sono in grado di decidere la partita con giocate individuali molto importanti."

Il campionato poco prima del via è stato ridotto da 16 a 14 squadre partecipanti. Cosa cambia per voi?

"E' veramente triste questa riduzione. Io qualche anno fa, credo nella stagione 2009/10, disputai la II Categoria con il Costa di Luni Marinella e quello era un campionato a 20 squadre con tanto di turni infrasettimanali. Ora la II Categoria si riesce a fare a stento e la I Categoria regionale non arriva a sedici partecipanti. E' un dato che dispiace e che sicuramente non fa ben sperare per il calcio dilettantistico."

Come ho chiesto a molti altri allenatori chiedo anche a lei se è favorevole o meno alla regola dei Fuori Quota?

"In I Categoria i Fuori Quota hanno 20/21 anni e quindi non è un problema. La trovo una regola più penalizzante in categorie superiori dove devi far giocare per forza un 2000 o 2001 e poi magari questo ragazzo tra un paio di stagioni smette quando viene tagliato o è costretto a scendere di categoria."

Caso Tarros Sarzanese - Riccó Le Rondini con tutto quello che ne è conseguito. Cosa ne pensa e come si potrebbero ovviare queste problematiche?

"Sul caso Tarros Sarzanese - Riccò Le Rondini, non essendo presente, non mi sento di scendere nei dettagli, resta il fatto che spesso l'arbitro dovrebbe rendersi conto che c'è gente che fa sacrifici per giocare nelle categorie, ma anche i giocatori dovrebbero stemperare un po' i toni. Io ovviamente faccio un discorso più generale per i dilettanti senza scendere nel caso specifico."

Siamo ai saluti, vuole aggiungere altro?

"Aggiungo che il calcio vero quello della passione pura e quello di queste categorie dilettantistiche, quindi bisogna mantenerlo in vita facendo il possibile per contribuire. Grazie a te e quelli come te che aiutate a dare voce e visibilità a tutto il movimento. Grazie e buon 2019 a tutti!"

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News