Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 30 Novembre - ore 21.21

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Piropi: "Nel calcio le uniche risposte vengono dal campo"

Intervista al mister della Caperanese. "Ingiuste retrocessioni dalla D, rischio di veder sparire troppe società" "I Categoria avvincente, noi chiuso in un buon periodo di forma" "Non so motivi dell'addio di Camisa alla Samm, confermerei Agata"

Piropi: "Nel calcio le uniche risposte vengono dal campo"

Chiavari - Vero e proprio veterano del calcio dilettantistico mister Luca Piropi (nella foto HalFoto Martino, ndr) quest'anno era all'esordio sulla panchina dell'ambiziosa Caperanese dopo aver guidato in carriera squadre quali Monterosso, Vecchio Levanto e Levanto 2006. Da calciatore invece una lunghissima carriera iniziata nella Carlo Grasso e proseguita con Grassorutese, Sestri Levante, Rapallo, San Salvatore, Caperanese, Vecchia Chiavari, Corte, Sammargheritese, Vecchio Levanto e Levanto 2006. Insomma una vera e propria icona del calcio del Tigullio e del Levante. Oggi è nostro ospite per una bella intervista sul momento del calcio dilettantistico in Liguria.

Buongiorno mister e bentornato sulle pagine di Calcio Spezzino. Nei giorni scorsi il Presidente Regionale Ivaldi si è pronunciato in merito alle possibili decisioni che verrano prese su promozioni e retrocessioni dicendo che, pur non potendo rendere la cosa pubblica al momento, hanno le idee molto chiare. Secondo te che linea verrà seguita?

"Buongiorno a te e a tutti i lettori Guido. Da quello che ho letto e sentito dagli addetti ai lavori la linea, dall'eccellenza a scendere, dovrebbe essere quella di promuovere le prime classificate e bloccare le retrocessioni."

Sei d’accordo con questa linea o avresti fatto altrimenti?

"Per come vedo io il calcio le uniche risposte sono quelle che vengono dal campo. In qualche
modo mi sarebbe piaciuto poter finire l'attuale campionato, anche se capisco tutte le difficoltà del caso."

In Serie D sono state decise a tavolino 36 retrocessioni anche di squadre sestultime o con una partita in meno disputata. Che ne pensa?

"La trovo una decisione troppo ingiusta. Capisco perfettamente chi si senta sportivamente penalizzato da questa situazione anche alla luce del fatto che le classifiche non sono definitive a causa dei recuperi non disputati."

Le retrocesse si sono unite in una class action contro la decisione della Lnd. Tra queste vi è anche la Fezzanese...

"Era inevitabile che le società coinvolte in qualche modo provassero a tutelarsi. Ora bisognerà vedere le tempistiche delle varie azioni legali che potrebbero far slittare nel tempo la composizione delle classifiche."

Si è parlato, tra le altre cose, di un possibile calo dei fuoriquota da 3 a 2 nei campionati di Promozione ed Eccellenza e dell’eliminazione del fuoriquota in Prima Categoria. È favorevole? Perché?

"Sono favorevole, io ritengo che i giovani vadano fatti giocare perchè meritevoli e non per obbligo e per fare questo bisogna avere la possibilità di lavorarci di più con un ragazzo per dargli la possibilità di migliorarsi. Mi viene sempre in mente l'anno in cui la juniores dove giocavo, il Carlo Grasso, fece arrivare in Prima Squadra sette elementi: vincemmo il campionato al primo tentativo!"

Adesso come vede il futuro del calcio dilettantistico?

"Bisognerà aspettare le decisioni ufficiali per poter vedere come affrontare la nuova situazione, quanto influiranno le linee guida all'interno degli impianti sportivi e gli aiuti economici alle società. Già era difficile prima, ora c'è il rischio concreto di vedere sparire troppe società dilettantistiche."

Come è stata la stagione della sua Caperanese?

"Una stagione molto buona, eravamo in piena lotta per il campionato ed eravamo anche in un periodo di ottima forma avendo oltretutto recuperato anche i tanti infortunati. Peccato davvero!"

Come ha ritrovato il campionato di I Categoria con i verde azzurri?

"Molto avvincente, combattuto ed equilibrato come non lo vedevo da anni. Bel calcio, squadre organizzate. Sarebbe stata una splendida volata finale con Follo, Tarros, noi, Casarza, Aurora e Marolacquasanta."

È un grande ex di Sammargheritese e Levanto. Ha seguito le due squadre in Promozione? Che ne pensa della sostituzione di Camisa e della probabile conferma di Agata?

"Camisa non l'ho ancora sentito per cui non so i motivi esatti per i quali ha ritenuto farsi da parte. È stato comunque un'istituzione alla Sammargheritese, un allenatore capace di amalgamare ogni anno tanti giocatori nuovi e giovani e proporre sempre un ottimo calcio. Ha passato il testimone credo ad Alessandro Giacobbe che gli ha fatto da vice per tanti anni ed al quale auguro altrettanta fortuna. Questa stagione erano partiti un po' male, ma ultimamente si erano ripresi molto bene e stavano ottenendo risultati positivi. Il Levanto da neopromossa ha disputato un ottimo campionato e sicuramente avrebbe chiuso in crescendo perché aveva trovato un'ottima quadratura di squadra soprattutto con gli ultimi innesti. Dimitri ha fatto veramente un ottimo lavoro perché si vedeva una squadra che provava a giocare a pallone e lo faceva anche bene. Spero venga riconfermato perché il campo ha dato questo responso."

In passato ha guidato il Monterosso. Non le dispiace che il paese non abbia più una sua squadra?

"Dispiace veramente tanto anche perché professionalmente mi aveva ferito ciò che era successo a livello extracalcistico in quell'annata. Speriamo che qualcuno abbia la voglia e le possibilità per far rinascere una nuova società."

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News