Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 25 Settembre - ore 08.28

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Lucchi: "Nessuno si è reso conto di quello che stanno subendo le società dilettantische"

Quest'oggi intervistiamo l'anima storica della Tarros Sarzanese. "Un problema specialmente per chi gestisce impianti come noi" "La Lnd avrebbe fatto meglio a bloccare le retrocessioni in tutti i campionati" "Ottimo lavoro di Fanan con i giovani"

Lucchi: "Nessuno si è reso conto di quello che stanno subendo le società dilettantische"

Sarzana - Fin dal 1999, da quando disputava le sue partite sul campo delle Pianazze, Stefano Lucchi è stato una colonna portante della Tarros. La società che negli anni si è evoluta e trasformata anche grazie all'appassionato lavoro di dirigenti capaci come lui. Prima il trasferimento a Migliarina, poi quello a Romito e infine l'ultimo, il più importante, a Sarzana dove dopo il fallimento della Sarzanese la società ha assunto i colori rossoneri rilevando anche la gestione degli impianti e allestendo un'importante settore giovanile con la denominazione finale di Tarros Sarzanese. Lucchi in questo lungo percorso c'è sempre stato ricoprendo ruoli più importanti all'interno di una società: allenatore, direttore sportivo e, adesso da qualche anno, quello di Direttore Generale. Oggi è nostro ospite e a lui abbiamo posto le nostre consuete domande.


Nei giorni scorsi il Presidente Regionale Ivaldi si è pronunciato in merito alle possibili decisioni che verrano prese su promozioni e retrocessioni dicendo che, pur non potendo rendere la cosa pubblica al momento, hanno le idee molto chiare. Secondo te che linea verrà seguita?

"A mio parere, prima della decisione presa per la Serie D, la Federazione regionale avrebbe deciso di promuovere la prima di ogni categoria e non avrebbe fatto retrocessioni. Ora credo che dovrà pensare, purtroppo, anche a quelle. Promuovere la prima in classifica ed evitare retrocessione penso invece che sarebbe stata la soluzione più giusta."

In Serie D sono state decise a tavolino 36 retrocessioni anche di squadre sestultime o con una partita in meno disputata. Che ne pensa?

"Credo che, almeno per le retrocessioni, con così tanti punti ancora in gioco queste non andavano fatte."

Le retrocesse si sono unite in una class action contro la decisione della Lnd. Tra queste vi è anche la Fezzanese...

"Dispiace molto per tutte le squadre retrocesse ma è chiaro che, per il rapporto che lega le nostre società, siamo ancora più dispiaciuti per i "Verdi" di Fezzano."

Si e parlato, tra le altre cose, di un possibile calo dei fuoriquota da 3 a 2 nei campionati di Promozione ed Eccellenza e dell’eliminazione del fuoriquota in Prima Categoria. È favorevole? Perché?

"È una regola che non mi è mai piaciuta. Se un giovane merita deve giocare aldilà dell'essere fuoriquota. Quest'anno noi giocavamo con sei o sette fuoriquota tra cui molti 2001: continueremo su questa linea."

Adesso come vede il futuro del calcio dilettantistico?

"E' un grosso problema. Ad oggi nessuno si è veramente reso conto di quello che stanno subendo le società dilettantistiche e, soprattutto, quelle che hanno in gestione gli impianti sportivi come noi. Troppi costi peseranno sulle società e molte meno saranno le entrate. Dovremo ripartire rivedendo un po' tutto, ma le istituzioni dovranno darci una mano concreta altrimenti tutto sarà difficile col rischio poi che una nuova ondata dei contagi rifermi nuovamente le attività. Speriamo si trovi presto un vaccino."

Alla Tarros Sarzanese avete già pensato come ripartire?

"Ripartiremo sicuramente, proprio in questi giorni stiamo rivedendo il budget per la prossima stagione. Il lavoro fatto dai responsabili e dai tecnici è stato più che soddisfacente e da loro vorremmo ripartire. Certo sarà un anno difficile, ma dobbiamo fare quadrato e, tutti insieme, mantenere tutto ciò che di buono abbiamo fatto in questi anni, nell'attesa di tempi migliori per lo sport in genere."

Avete dovuto interrompere per forza di cose un campionato da protagonisti. Un giudizio su questa stagione?

"Un ottimo campionato: mister Fanan e i suoi collaboratori sono riusciti ad amalgamare giovani e esperti in modo eccezionale dando alla squadra un gioco bello da vedersi. Complimenti anche ai ragazzi che sono stati fantastici quanto a comportamento e impegno."

Avete lanciato molti giovani in Prima Squadra quest’anno...

"Una scelta fatta assieme a mister Fanan che ha dato ottimi risultati e che, come ho detto prima, sarà per noi la strada da seguire."

Vuole aggiungere altro prima di salutarci?

"Ringrazio, innanzitutto, te e la redazione di Cds per essere sempre vicini alle società dilettantistiche della zona e poi spero veramente che tutti i giocatori, in particolare quelli piccoli, possano tornare sui campi da gioco a divertirsi serenamente e ad abbracciarsi senza più regole anti contagio."

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News