Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 22 Febbraio - ore 22.33

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Ciuffardi: "Borgo diverso dal Termo, ma possiamo toglierci soddisfazioni"

L'allenatore del BorgoFoceMagra "Perotto e Marcuccetti ci hanno aiutato nella tenuta difensiva, Gasparotti sta crescendo molto" "Campionato equilibrato: con il ritorno della Tarros tante giocano per i Play - Off" "Fuori Quota? Non più attuali e utili

Ciuffardi: "Borgo diverso dal Termo, ma possiamo toglierci soddisfazioni"

La Spezia - E' stato uno degli artefici del piccolo miracolo sportivo chiamato Termo Riomajor, una società formata da amici che nel corso degli anni si è stabilizzata in I Categoria crescendo fino ad ottenere la finale Play - Off, ma che subendo poi la crisi degli ultimi anni ha dovuto chiudere. Le ultime sue esperienze in panchina erano state quindi da subentrato con Follo San Martino e Vezzano centrando in entrambi i casi l'obbiettivo che la società si era prefissa. Questa estate ha creduto nella nascita del nuovo sodalizio che raggruppa tutte le società del comune di Ameglia sotto un'unica bandiera: il Borgo Foce Magra A.F.. Lui è ovviamente l'allenatore spezzino Simone Ciuffardi che quest'oggi è nostro ospite in sala stampa per una gradevole chiacchierata.

Buongiorno mister. Partiamo dal suo arrivo ad Ameglia: come è nata questa avventura con il neo nato Borgo Foce Magra A.F. e che società ha trovato?

"Buongiorno Guido e un saluto ai lettori di Calcio Spezzino. Quest’estate, dopo una chiacchierata con due dirigenti storici del calcio dilettantistico spezzino come Cecina e Brescia, è stato facile e veloce trovare l’intesa. La nuova società, nata dall’unione del Borgo, del Foce Magra Ameglia e del Fiumaretta, è formata da molti dirigenti tutti seri, competenti e molto disponibili. Posso sicuramente affermare che non ci manca nulla."

E' ripartito con una nuova avventura da inizio campionato dopo che nelle ultime stagioni era subentrato a torneo in corso con Vezzano e Follo San Martino riuscendo sempre ad ottenere gli obiettivi stagionali

"Aver la possibilità di partire da inizio stagione è sicuramente la cosa migliore. Devo però ammettere che anche le esperienze da subentrante a Vezzano e Follo penso mi abbiano arricchito e, spero, migliorato. Ricordo entrambi i gruppi con affetto."

Attualmente, dopo la prima giornata di ritorno, occupate un'ottima posizione Play - Off. Similitudini e differenze con l'annata al Termo Riomajor dove chiudeste con la qualificazione agli spareggi promozione?

"La posizione al momento è ottima, anche oltre alle aspettative. La classifica è corta e il campionato equilibrato, noi dobbiamo rimanere concentrati e umili. Il nostro obbiettivo è raggiungere 32/33 punti il prima possibile, poi potremmo pensare ad altro. La coesione e la qualità del gruppo di questa squadra può ricordare il Termo, ma ogni storia è diversa. Il gruppo e io come allenatore al Termo siamo cresciuti insieme in quattro stagioni e nell’ultima siamo riusciti a raggiungere la finale Play - Off. Il Borgo 2018/19 è composto da molti giocatori nuovi e siamo al primo anno insieme, ad eccezione dei soli Bindi e Del Tufo che avevo allenato proprio al Termo."

Un dato che salta sicuramente all'occhio è quello che siete la difesa meno battuta del torneo

"Ad oggi risultiamo la migliore difesa del campionato, il merito è di tutti e dell’atteggiamento che riusciamo a tenere in campo. L’esperienza di due giocatori e persone eccezionali come Marcuccetti e Perotto ci sta sicuramente aiutando molto."

Quindi posizione in classifica invidiabile, miglior difesa del torneo: alla fine mancava davvero quel "famoso" centravanti al Borgo Foce Magra A.F.?

"Sono contento dei giocatori che ho a disposizione. La società a dicembre si è rinforzata con i soli acquisti di Francesco Valletta e Giannarelli dando meritata fiducia a chi già c’era e stava facendo bene. Tutto questo ha favorito giocatori come Gasparotti che, acquisita ulteriore consapevolezza nei propri mezzi, sta dimostrando il suo valore."

Allargando il discorso al campionato visto finora quali squadre, o giocatori, l'hanno maggiormente impressionata finora?

"Penso sia un campionato davvero equilibrato e bello. Mi aspettavo il ritorno della Tarros Sarzanese e ci sono tante altre squadre forti come Follo San Martino, Pegazzano, Levanto Calcio, Sarzana 1906, Rebocco e Moneglia che si giocheranno le posizioni di vertice e i Play - Off fino alla fine. Ovviamente sono diversi anche i giocatori che mi hanno colpito positivamente: Pinelli, Santella, Rossetti, Palagi, Bariti, Romeo. Elementi che ormai da anni fanno la differenza in questa categoria"

Pongo anche a lei una domanda oramai ricorrente. E' favorevole all'utilizzo obbligatorio dei Fuori Quota in campo?

"Quello dei Fuori Quota è argomento delicato, credo che oggi le ragioni alla base della loro introduzione non siano più così attuali e utili. Molte società nel corso della stagione si trovano in difficoltà per questa regola e credo anche che a un ragazzo non faccia male giocare in base alle sue sole capacità e non sulla base dell’anno di nascita. La conquista del posto e della categoria andranno di pari passo con la crescita fisica e mentale."

Siamo in chiusura, prima di salutarci vuole aggiungere altro?

"Ti ringrazio per lo spazio che mi hai dedicato, ma anche per lo sforzo e il grande lavoro che fate per dare visibilità al nostro calcio."

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News