Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 26 Aprile - ore 23.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Brunetti: "E' dal 3 Dicembre che aspettiamo il derby, la spunteremo noi!"

Il presidente del Rebocco prima del match con il Pegazzano: "Io mangia allenatori? Sogno Pedretti, mi ha sopportato 8 anni, neanche mia moglie c'era riuscita!" "Cerri e Di Muri top player come Poli e Costa" "Siamo 5°, ci davano per retrocessi"

Brunetti: "E' dal 3 Dicembre che aspettiamo il derby, la spunteremo noi!"

La Spezia - Personaggio discusso e che divide: o lo ami o lo detesti, e di certo lui nel corso degli anni alle mezze misure non ci ha mai abituato. Un uomo senza peli sulla lingua e che dice sempre le cose come stanno vivendo il calcio dilettantistico in maniera molto passionale e "calda". I ragazzi del suo Rebocco lo adorano e per lui farebbero di tutto. Protagonista della nostra odierna intervista non può essere altri che il presidente dei "viola" spezzini Andrea Brunetti.

Buongiorno Andrea, benvenuto sulle pagine di Calcio Spezzino. Partirei subito con le domande. Una stagione che da neo promossa, con obiettivi salvezza, vi vede attualmente occupare la quinta piazza. Campionato oltre le più rosee aspettative?

"Grazie dell'invito Guido e un saluto ai lettori. Posso dire sicuramente di sì! A conferma di questo il fatto che ad inizio stagione abbiamo avuto parecchi problemi e la classifica al termine del girone di andata era abbastanza preoccupante."

Quanto rammarico c'è per il distacco dal secondo posto che non vi permetterà di disputare i Play - Off?

"Nessun rammarico, siamo contenti così. I Play - Off magari saranno l'obiettivo della prossima stagione."

Due giovani che hanno impressionato in questo torneo di I Categoria sono Cerri e Di Muri. Nel prossimo mercato estivo potrebbero essere considerati "pezzi pregiati". Hai paura che qualcuno ve li possa portare via?

"Sono due ragazzi del '97 veramente molto forti e credo che abbiano ancora ampi margini di miglioramento. Per noi averli a disposizione nella nostra rosa è un vero e proprio lusso. Credo che sicuramente ci saranno tante squadre interessate a loro quest'estate, ma noi speriamo di riuscire a trattenerli anche la prossima stagione."

Si può quindi idire che il segreto di questo Rebocco sia il giusto mix tra giocatori esperti, come ad esempio Ruberto e i fratelli Iaione, e giovani interessanti di valore e prospettiva?

"Direi di sì, anche se sicuramente non dimenticherei Balsano, Saif Khalouq, o giovani quali Cardetti, Palazzo e Abdoulie Barrow."

Viola che invece sembrano avere poco feeling con gli allenatori. Dopo Trivelloni si è dimesso, a sole cinque giornate dal termine, anche Carrodano. Non sarai mica lo Zamparini di Spezia, un presidente "mangia allenatori"?

"Se mi permetti aggiungerei anche Bertolini che ha dato le dimissioni nella scorsa stagione quando la squadra era in testa alla classifica del campionato di II Categoria. Il motivo? Sinceramente non saprei, forse siamo insopportabili e scappano tutti. Forse l'unico allenatore adatto a noi è mister Pedretti, del resto lui è durato otto stagioni. Neanche mia moglie mi aveva sopportato per così tanto tempo..."

Rebocco da sempre ambiente "caldo", forse troppo. Ricevete spesso molte critiche, cosa ne pensi?

"Siamo molto passionali e a volte trascendiamo, purtroppo, ma siamo fatti così.

Domenica è in programma una partita particolare e sentita come il derby con il Pegazzano. Come state vivendo l'attesa e che match ti aspetti?

"E' dal 3 di Dicembre scorso che aspettiamo questa partita. Siamo carichi e concentrati, sarà una partita molto combattuta e sono sicuro che alla fine la spunteremo noi!"

Più in generale come hai visto questo campionato di I Categoria che sta giungendo al termine. Pensi che la classifica rispecchi i reali valori visti in campo?

"Un torneo veramente molto combattuto per buona parte della stagione con qualche squadra che ha espresso un buon gioco. Direi nell'ordine lo Sporting Club Aurora, il Canaletto, noi del Rebocco, il Follo San Martino, Monterosso e nel girone di andata il Ceparana. Passando alla classifica direi di sì, soprattutto per le prime tre posizioni, poi dietro la graduatoria è così corta che magari anche una buona squadra incappando in una stagione sfortunata si può trovare coinvolta nella lotta per non retrocedere."

Proviamo a fare un gioco: fammi i nomi di tre giocatori "vecchi" e tre "under" che ti hanno maggiormente impressionato in stagione.

"Parto dai giovani dicendoti sicuramente Cherif Diallo attaccante del Ceparana, Vargas del Monterosso anch'esso attaccante e il difensore Casassa del Foce Magra Ameglia. Per gli altri direi che Poli e Costa del Canaletto hanno disputato una stagione fantastica dimostrando qualcosa in più degli altri e poi mi è piaciuto molto Ravettino dello Sporting Club Aurora."

Sappiamo che sotto sotto stai già progettando la nuova stagione. Qualche indiscrezione sul nome del possibile nuovo allenatore?

"E' difficile pensare già alla prossima stagione. Sicuramente ci poniamo l'obiettivo di riuscire a confermare tutta la rosa di quest'anno. Per quanto riguarda l'allenatore mi piacerebbe davvero riabbracciare mister Pedretti. Prima di tutto perchè è bravissimo nella gestione del gruppo, e poi perchè è l'unico che ha dimostrato di sopportare le pressioni di Rebocco."

Direi che può bastare così a meno che tu non voglia aggiungere altro...

"Visto che finora mi sono comportato bene vorrei fare un po' di polemica. Vi racconto una storia: quattro amici, un po' squilibrati, fondano una società di calcio e in due anni ottengono la promozione dalla II Categoria alla I contro ogni pronostico. L'anno seguente a quattro giornate dal termine del campionato quella stessa squadra occupa la quinta posizione della classifica, anche se a inizio anno gli "intenditori spezzini" la davano come probabile retrocessa. La domanda che mi sorge spontanea è una sola: ma tutti quelli che parlano e parlano sempre conosco poi i giocatori di cui parlano e il loro reale valore? Grazie Guido per la bella chiacchierata con te e forza Rebocco!"

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















15/11/2016 17:30:00






Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News