Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 26 Aprile - ore 12.45

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Il santerenzino Francesco Cassata esulta per il primo gol in Serie A

Il centrocampista firma l'1 - 1 del suo Sassuolo al "Bentegodi" contro il Chievo al 95°, ma la testa è già al posticipo di Domenica a San Siro quando incrocerà i tacchetti con il Milan. Il padre: "Ero in cucina, ho lanciato i piatti dall'emozione!"

Il santerenzino Francesco Cassata esulta per il primo gol in Serie A

La Spezia - E' il 95° minuto di Chievo Verona - Sassuolo, emiliani sotto di due uomini per le espulsioni di Adjapong al 29° e di Manganelli all'84° e di una rete per il vantaggio siglato da Giaccherini: l'arbitro Tagliavento fischia un calcio di punizione poco oltre centrocampo defilato sulla corsia di sinistra. Sul pallone si porta Francesco Cassata da San Terenzo, duttile centrocampista classe '97, ci si aspetta un pallone in mezzo all'area, la sfera sfila in mezzo mancata da due difensori e, dopo un rimbalzo, sorprende Sorrentino insaccandosi all'incrocio dei pali e fissando il definitivo 1 - 1 nel match salvezza del "Bentegodi". Ecco materializzarsi la prima importantissima marcatura in Serie A per il promettente centrocampista spezzino, una rete pesante sull'economia della stagione dei nero verdi emiliani impegnati nella lotta per non retrocedere. Un punto che a quel momento della partita era sicuramente insperato. "Che dire? Sono soltanto felicissimo!" - dichiara il padre del giovane talento nero verde Salvatore Cassata raggiunto telefonicamente da CDS - "Ieri sera ero impegnato al mio Hotel di San Terenzo servendo tra i tavoli la cena ai clienti e quindi ho potuto solo intravedere la partita. Ero in cucina quando il Sassuolo ha segnato, ma mai mi sarei immaginato che fosse stato Francesco a realizzare la rete. Quando me ne sono accorto i piatti sono volati in cielo per l'emozione!" Cassata, alla prima stagione nel massimo campionato nazionale, sta dimostrando di poter reggere l'urto con la Serie A. A Sassuolo quest'anno otto partite, la rete di ieri e una seconda parte di stagione, dopo un logico adattamento, in netto crescendo. L'anno scorso, all'esordio tra i professionisti, si era imposto come uno dei giovani più promettenti del torneo cadetto con la maglia dell'Ascoli con cui aveva messo assieme 36 presenze e 1 rete tanto da attirare su di sé le sirene interessate addirittura del Liverpool. La Juventus, proprietaria del cartellino, decise di mandarlo al Sassuolo. Con i bianconeri di Torino Cassata era cresciuto moltissimo in due stagioni con la formazione Primavera centrando anche la vittoria al Torneo di Viareggio dove si era imposto come uno dei due migliori giocatori insieme all'attuale attaccante del Palermo La Gumina. In precedenza la trafila in tutto il settore giovanile dell'Empoli e solo un fugace passaggio nelle giovanili dello Spezia Calcio. Ora il primo pesantissimo gol in Serie A che mantiene il Sassuolo agganciato proprio al Chievo con cinque punti di vantaggio sul Crotone terzultimo, ma la testa è già a San Siro: domenica sera Cassata troverà posto nel centrocampo di mister Iachini per incrociare i tacchetti con i vari Calhanoglu, Biglia e Kessie sfidando il Milan di Gattuso alla "Scala del Calcio" perchè, in fondo, gli esami non finiscono mai...

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















15/11/2016 17:30:00






Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News