Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 30 Settembre - ore 17.47

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Ruvo: "La prossima stagione non potranno esserci grossi investimenti"

Il tecnico del Sestri ancora nostro ospite. "Con l'Imperia un testa a testa che merita di concludersi sul campo" Ai ragazzi manca la fame per affrontare i sacrifici per emergere nel calcio. Under? Se si è forti si gioca" "Capra sposta equilibri"

Ruvo: "La prossima stagione non potranno esserci grossi investimenti"

Dopo aver scritto importanti pagine di storia calcistica a Fezzano e Pontremoli conquistando rispettivamente la prima storica promozione in Serie D dei "Verdi" della Fezzanese e il ritorno in Eccellenza toscana della Pontremolese Alberto Ruvo, tecnico dalla grande esperienza e dal curriculum importante, ha abbracciato la sfida Sestri Levante per cercare di guidare i "Corsari" del presidente Risaliti nuovamente in Serie D dopo la dolorosa retrocessione ai Play - Out contro l'Arconatese patita la scorsa stagione. Una stagione particolarmente importante per i rossoblu proprio nell'anno del Centenrario. Intanto ha già conquistato il primo trofeo alzando al cielo la Coppa Italia d'Eccellenza e accedendo alla Fase Nazionale della competizione dove è partito alla grande con una vittoria nella prima uscita ufficiale.

Buongiorno mister. Come state vivendo al Sestri Levante questo stop forzato?

"Buongiorno a tutti i lettori di Calcio Spezzino. Lo stiamo vivendo cercando di allenarci e rispettando le indicazioni del Governo, ho dato un programma personalizzato da svolgere in casa o, a chi ne ha la possibilità, nelle immediate vicinanze."

Premettendo che la salute viene prima di tutto, cosa può comportare questo stop inatteso?

"Ad oggi penso che nessuno possa sapere cosa comporterà, spero che trovino una soluzione per non buttare un anno, considerato che ci sono società che hanno investito parecchio in questa stagione."

Alcuni sostengono l’ipotesi che la stagione finisca così, altri di riprendere a costo di terminare il campionato a giugno e altri propongono soluzione play-out/playoff. Lei che ne pensa?

"Come ho già detto spero che si possa trovare una soluzione che ci permetta di finire la stagione in campo."

In Inghilterra hanno sospeso tutto dal campionato che vale la nostra Eccellenza in giù. Che ne pensa?

"Dichiarare concluso i campionati e ricominciare da capo non lo ritengo giusto."

Se dovesse succedere in Italia come ripartirebbe la prossima stagione?

"Per quanto riguarda la nuova stagione ci saranno sicuramente ripercussioni, penso che non ci potranno essere grossi investimenti nel calcio vista la crisi che questa epidemia lascerà."

Parliamo di questo campionato. Un testa a testa avvincente con l’Imperia?

"Un testa a testa che merita di chiudersi sul campo. Come e quando non so, ma sarebbe un peccato non avvenisse questo."

Per voi una competizione importante anche la Coppa Italia. Fase Nazionale partita alla grande...

"E' una competizione a cui tutti teniamo, senza dimenticare che potrebbe aprire scenari di promozione importanti in Serie D in caso di vittoria."

In campionato qualche squadra o qualche giocatore l’ha stupita positivamente?

"L'Imperia come squadre e il solito Capra come giocatore, un elemento che può spostare gli equilibri di una partita."

Lei ha militato anche nella Sampdoria, cosa manca ai ragazzi di oggi per riuscire ad emergere nel calcio e che ne pensa della regola sei fuori quota?

"Manca in tanti giovani la cosiddetta "fame" che permette di affrontare i sacrifici che servirebbero per andare avanti nel calcio. Per quanto riguarda gli "under" obbligatori da schierare in campo penso che la risposta stia nella dimostrazione che il Sestri Levante nell'ultima partita di Coppa Italia Nazionale, ha giocato con sette fuoriquota andando a vincere meritatamente a Torino contro una squadra che ne aveva solo due e un'età media molto alta. Insomma se si è bravi si gioca, a prescindere dall'età!"

Guardando ancora al suo passato. Grande partenza per la Fezzanese poi cinque sconfitte di fila l’hanno fatta precipitare ai Play-Out. Come giudica la loro stagione e come vede il loro finale di campionato?

"Ritengo la Fezzanese una buona squadra. Personalmente penso che abbia tutte le carte in regola per potersi salvare."

Siamo al termine di questa piacevole chiacchierata, vuole aggiungere qualcosa in chiusura?

"Vi saluto con l'augurio che tutto finisca presto e che grazie al nostro comportamento rispettoso delle regole e che si possa ritornare presto sui campi."

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News