Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 12 Dicembre - ore 22.45

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Anche il Magra Azzurri insorge contro la pioggia di squalifiche

"Non servirebbe neanche presentare ricorso, tanto il referto scritto dall´arbitro la prova assoluta e inconfutabile purchè scritto in forma chiara e coerente .... anche se falso!"

Anche il Magra Azzurri insorge contro la pioggia di squalifiche

Santo Stefano Magra - Non si placa la rabbia in casa Magra Azzurri dopo quanto successo la scorsa domenica nel match casalingo contro la formazione dell'Imperia. Nella giornata di ieri sono arrivate pesanti squalifiche per i giocatori che hanno ecceduto nelle proteste al termine del match contro i nero azzurri. Di seguito pubblichiamo integralmente la nota stampa ricevuta dalla società di Santo Stefano Magra.

"La scellerata direzione di gara dell´arbitro della partita contro l'Imperia costa cara al Magra Azzurri. Mameli e Michi espulsi durante la partita fuori per due turni, Recchia e Musetti squalificati per due giornate per le proteste a fine gara ma, la ciliegina sulla torta sono le quattro giornate inflitte a Mencatelli per aver rivolto all´arbitro espressione "... ai limiti della discriminazione". Ci sono anche € 75,00 di multa per le intemperanze dei tifosi che per tutta la durata della gara rivolgevano al direttore di gara espressioni "ingiuriose e minacciose". Cosa si aspettavano alluscita dal terreno di gioco larbitro e i suoi collaboratori dopo quello che hanno combinato durante la partita ? Forse applausi, oppure la banda con le majorettes oppure un comitato di benvenuto ...
Tutti hanno potuto vedere e sentire, anche il commissario A.I.A. come sempre presente. E proprio la presenza del commissario A.I.A. ci auguriamo che questa volta serva a qualcosa: comunichi a chi di dovere l´imbarazzante inadeguatezza di questo arbitro. Non possiamo sentirci dire che l'arbitro è giovane e che sta imparando ... Il commissario A.I.A. se ha visto la partita non può permettere che il direttore di gara scriva referti penalizzanti e inappellabili: non può legittimare il suo operato!!! Non è possibile mandare ad arbitrare partite di un campionato di Eccellenza per imparare... E se chi lo manda ritiene che sia all'altezza allora sorgono spontanei dei dubbi sulle capacità di chi li prepara e li giudica adatti. Quest´anno su 24 partite disputate in almeno 15 abbiamo di che recriminare per direzioni arbitrali sicuramente non all'altezza: ammonizioni, espulsioni, rigori a favore non dati perchè non visti, ma a sfavore dati anche se il fallo è fuori area. Però siamo ultimi in classifica e allora mandiamo un arbitro che sta imparando!
E´una vergogna: qualcuno dovrebbe spiegarci perché la stagione scorsa per tre quarti del campionato primi in classifica venivano designati per le nostre partite arbitri CAN SERIE D delle Sezioni di Perugia, Trento, Cagliari...quest'anno siamo ultimi e allora mandiamo un arbitro che sta imparando !
Adesso ci troviamo con 5 espulsi quindi 5 giocatori non disponibili per le prossime gare.
Qualcuno potrebbe dire "fate ricorso". Inutile e spieghiamo perchè .
La Società che presenta ricorso esponendo in maniera diversa i fatti accaduti ottiene il seguente risultato: "... respinte le doglianze del sodalizio appellante basate su di una diversa esposizione dei fatti, e pertanto non idonee a vincere e superare il resoconto di gara, documento che, se redatto in forma chiara e coerente come nel caso di specie, costituisce, per norma, fonte di prova assoluta assistita da privilegio."
Così solitamente recita il Comunicato Ufficiale al paragrafo "Giustizia Sportiva - Decisioni del Giudice Sportivo"
E´ pertanto il referto scritto dall´arbitro la prova assoluta e inconfutabile purchè scritto in forma chiara e coerente .... anche se falso !!!
Non sono ammesse testimonianze o video in quanto "... il giudizio su fatti occorsi durante la gara avviene esclusivamente sulla base delle risultanze ufficiali", sempre dal Comunicato Ufficiale. E l´unica risultanza ufficiale è il referto arbitrale. Inoltre la presentazione di un ricorso ha un costo (circa 150,00 euro) e comporta un viaggio a Genova il giorno della convocazione per discutere l'appello. Ma non è la spesa o la mezza giornata necessaria per andare a Genova che pesa : quello che deprime e amareggia è la consapevolezza che le nostre parole, per quanto detto in precedenza, non verranno ascoltate.
Ricorso presentato e respinto per il nostro capitano Jacopo Antonelli che per un fallo a centrocampo e aver detto "ma che c...o fischi ... " si è preso quattro giornate di squalifica. Ribadiamo che non stiamo cercando alibi nell´operato dell´arbitro perchè le cose vanno male: ribadiamo con forza che vogliamo rispetto per le persone e il rispetto delle regole. Quel rispetto che l´arbitro e i suoi collaboratori pretendono e che devono portare agli addetti ai lavori: non possono uscire dal terreno di gioco irridendo giocatori, dirigenti e tifosi forti della divisa che indossano.
"

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















15/11/2016 17:30:00






Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure