Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 22 Settembre - ore 08.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Oreste Petrucci: “ Tarros Sarzanese come una grande famiglia”

Non solo un settore giovanile strutturato e vincente: il club rossonero affronta ogni sfida agonistica avendo sempre chiari valori e obiettivi condivisi. Per vincere non solo in campo, ma nella vita quotidiana. Presentato l'organigramma.

Oreste Petrucci: “ Tarros Sarzanese come una grande famiglia”

Sarzana ( SP ) - Per raccontarci cosa c'è dietro a una delle realtà più importanti del panorama calcistico giovanile spezzino, abbiamo contattato il responsabile del settore giovanile Oreste Petrucci, che si appresta ad iniziare la sua terza stagione con il club del presidente Gianfranco Pietrobono. Nelle sue parole abbiamo riscontrato l'orgoglio di far parte di questa grande famiglia. Perchè nella Tarros Sarzanese il filo che lega i tesserati di ieri, oggi e domani si nota immediatamente. Non è un caso che tanti calciatori, o ex calciatori, che hanno indossato la maglia fino alla prima squadra, adesso insegnano ai più piccoli cercando di trasmettere i valori che da sempre contraddistinguono il club. Perchè la grande scommessa, come spiega Oreste Petrucci, non è solo formare giovani talenti pronti a calcare terreni di gioco più o meno prestigiosi, ma anche tecnici in grado di dare continuità a una tradizione che in Provincia di La Spezia, ma anche fuori dai confini provinciali, si è ritagliata un posto di primissimo piano.

La struttura - “Senza una struttura funzionale non si va da nessuna parte” spiega Oreste Petrucci, che esordisce parlando del centro sportivo rossonero. “La Società ha scelto di investire molto sulle strutture – continua – Quando hai cosi tanti iscritti nel settore giovanile ogni cosa deve essere studiata nel mimino del dettaglio e nulla può essere lasciato al caso. La ristrutturazione del manto in sintetico del campo a 7, tanto per portare un esempio, è il segno tangibile di quanto ho appena detto”. Ma le attenzioni della società di Sarzana non è sono solo sulle proprie struttura, cosa per altro molto importante, ma anche sulla struttura tecnica, che garantisce la giusta istruzione ad ogni singolo giovane talento: “ Il nostro è un compito che affrontiamo con passione, ma non basta. Alla base deve esserci un'organizzazione capillare, dove niente deve essere lasciato al caso. Abbiamo deciso di puntare su due istruttori per ogni gruppo”. Tutti qualificati in possesso di regolare patentino: “Gli istruttori o allenatori sono fondamentali. Valuto con attenzione tutti gli aspetti e poi seleziono i tecnici adatti alla nostra filosofia”.

Regole e divertimento - Per riuscire nell'intento di restare ai vertici, il responsabile del settore giovanile ha le idee ben chiare anche sul comportamento da tenere: “ Il calcio è un veicolo importante nella società odierna – spiega Petrucci – E' un mondo dove ancora si possono apprendere valori che con il tempo di sono persi. Fare sport, soprattutto di squadra, è la strada migliore per imparare come rapportarsi con gli altri: la famiglia ormai, soprattutto per la crisi economica, è sempre più orientata verso un nucleo famigliare dove entrambi i genitori devono lavorare e qui entriamo in gioco noi. Abbiamo il dovere di educarli anche dal punto di vista umano, di condividere con i compagni di squadra successi e sconfitte. I bimbi di oggi sono sempre più soli, quasi alienati tra smartphone e video giochi. Dobbiamo aiutarli a riscoprire quegli aspetti che esistevano quando ero ragazzo io, dove giocare con gli amici era il divertimento più bello. Perchè stare insieme non aiuto solamente nello sport, ma anche nella vita di tutti i giorni: essere solidali, aiutare una persona in difficoltà, rispettare il prossimo”.

Futuro e obiettivi - Una società, la Tarros Sarzanese, con le idee ben chiare anche in vista di questa stagione: “ In un'estate dove ci sono state varie rivoluzioni tecniche, e non solo, nei settori giovanili della nostra provincia, l'essere stato confermato ci ha permesso di lavorare con massima tranquillità e portare a termine una programmazione e organizzazione delle nostre squadre. Molte le facce nuove nel nostro settore giovanile e molti cambi interni, ma tutti mister con un trascorso importate - ha dichiarato Petrucci. - Al mio fianco ci sarà come sempre Gian Luca Buttu, mio grande amico e uomo di fiducia da anni, il quale proprio per questo sarà sempre più punto di riferimento alla conduzione dei nostri programmi”. Ultimo aspetto quello che riguarda il settore giovanile: “Nell'attività di base abbiamo già raggiunto quanto ci eravamo prefissati. La crescita dei gruppi è più che soddisfacente, alcuni piccoli calciatori hanno potenzialità importanti e siamo molto contenti del lavoro svolto dai nostri allenatori. La dimostrazione di quanto appena detto sta nel fatto che negli ultimi due anni abbiamo visto partire diversi nostri tesserati verso club professionistici”. Un addio dolce, però: perché la Tarros Sarzanese è una fucina di talenti e vederli partire riempie i dirigenti d'orgoglio: “ Siamo come una famiglia e se qualcuno raggiunge un grande traguardo tutti sono contenti. Da noi l'invidia è un sentimento che non esiste”. Una filosofia, una scuola, una famiglia. La Tarros Sarzanese è molto più di un club e i successi conquistati negli anni dimostrano come la ricetta sia quella giusta.

Di seguito l'organigramma tecnico del settore giovanile per la stagione 2017-18.
Responsabile settore giovanile: Oreste Petrucci
Responsabile agonistica: Gian Luca Buttu
Responsabile scuola calcio: Alessandro Luciani
Responsabile segreteria: Sonia Rubini
Responsabile dei Tornei: Stefano Stano.
ARIA MEDICA
Dottoressa: Silvana Delfino
Ortopedico: Adriano Russo
Fisioterapista: Dario Bonifaccio
Posturologa. Antonella Principe
AREA LOGISTICA
Responsabili strutture: Saverio Rubini e Giuseppe Lupino
Lavanderia:Pier Giorgio Orsini.
Autista: Franco Baldassari
Responsabile aria tecnica portieri: Massimiliano Ranghetti
Mister Portieri: Davide Del Monte
Collaboratore: Matteo Bertoli
Responsabile tecnica di Base: Luigi Albino
Preparatore atletico: Luca Balderi
GLI ALLENATORI
Allievi B 2001: Arturo Demi - Milo Martini
Allievi B 2002: Alessandro De Biasi - Luca Balderi
Giovanissimi A 2003: Andrea Segurini - Massimo Di Salvo
Giovanissimi B 2004 : Walter Lunghi - Michele Casini - David Pezzimenti
Esordienti A 2005: Cristiano Pigerini  - Federico Marianelli
Esordienti B 2006: responsabile tecnico e mister Silvio Borghini - mister: Francesco Della Bona. Collaboratori: Emiliano Ruggeri - Luigi Albino e Luca Balderi

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















15/11/2016 17:30:00






Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure