Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 23 Marzo - ore 23.55

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Il "Coni Ragazzi" ripropone la marcia in più del Canaletto Sepor

Il `Coni Ragazzi` ripropone la marcia in più del Canaletto Sepor

La Spezia - La scelta del Canaletto Sepor per assegnare localmente la crescita calcistica di alcuni ragazzi secondo quel progetto “Coni Ragazzi”, rivolto ai ragazzi fra i 5 e i 13 anni provenienti da aree di disagio socio-economico, ha riportato alla ribalta quella che da tanto tempo pare essere la marcia in più che il sodalizio gialloblù sembra vantare nella gestione dei calciatori alle prime “armi” o quasi (i “canarini” non sono nuovi a certi meriti e basti ricordare la loro collaborazione con l’ Amsa a favore dei bimbi autistici).
Unica scuola riconosciuta federalmente di “Elite” in città, quasi unica in provincia, il Canaletto Sepor snocciola oggi tutte le proprie cifre; 180 i calciatori iscritti alla Scuola calcio di Via Palmaria, assistiti da 25 tecnici che lavorano su 5 campi, ovvero: il “Libero Ferrari” appunto all’oratorio, l’ “Astorre Tanca” dove operano pure i settori dilettantistico e giovanile canalettesi e quelli di Melara, La Pianta e Rebocco.
A integrare tale e tanto lavoro c’è poi tutto uno staff di professionisti collaboranti, dallo psicologo al podologo, dal posturologo al nutrizionista. Si tratta di creare tutte le condizioni ipotizzabili affinché il fanciullo, ancor prima del giocatore, cresca nel migliore dei modi. Insomma l’obiettivo è creare l’uomo parallelamente al pedatore.
“Secondo nostra tradizione - sintetizza il responsabile canalettese per l’attività di base e l'area tecnico-didattica Riccardo Torri - le proposte didattiche devono avere lo scopo di promuovere e sviluppare l’educazione motoria e sportiva dei bambini attraverso il gioco, poiché bisogna imparare divertendosi, nonché contribuire a formare la loro personalità in maniera armonica ed equilibrata”.
Con Torri gli altri responsabili della Scuola calcio ivi sono i segretari Claudio Pierini, Giovanni Pittaluga e Loredana Lorenzi e il capo organizzativo, Paolo Bertagna.
“Non scordiamoci che abbiamo un codice etico – fa on qualche modo eco quell’ Ugo Questa che fu tra i fondatori della società mezzo secolo fa – e un giornalino interno che ne è permeata”.
E poi i “campus” estivi. Non manca ovviamente il defibrillatore.
Tale e tanta struttura è al servizio di tutti. Ciò non toglie tuttavia che i veri e propri talenti non possano di conseguenza che affiorare…non c'è soltanto l’ “aquilotto” Giulio Maggiore, capitano della Nazionale Under 19, a testimoniare la capacità di sfornare da parte del Canaletto Sepor. Non dimentichiamoci dei vari Caso, Prini e Ranieri oggi alla Primavera della Fiorentina, di Moracchioli adesso nella stessa categoria alla Juventus, nel medesimo Spezia pure di Vignali e di quel Candela ora dell’ Italia Under 17.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















15/11/2016 17:30:00






Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure