Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 27 Settembre - ore 15.11

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Abbatucolo risponde a Currenti: "Sabato nessun atto di violenza"

Il direttore generale del Rapallo Rivarolese interviene ai microfoni di Calcio Spezzino dopo gli episodi denunciati dall'allenatore del Colli Ortonovo.

Abbatucolo risponde a Currenti: "Sabato nessun atto di violenza"

Genova Rivarolo - Non tarda ad arrivare la replica del Direttore Generale del Rapallo Rivarolese Mario Abbatucolo in merito alle dichiarazioni rilasciate dall'allenatore del Colli Ortonovo Damiano Currenti dopo la partita disputata lo scorso sabato al campo sportivo "Torbella" di Genova Rivarolo.

"Premesso che come dirigente e Direttore Generale del Rapallo Rivarolese condanno il comportamento dei ragazzi che erano presenti in tribuna sabato al campo sportivo Torbella, vorrei però fare delle precisazioni." - inizia così la dettagliata disamina dei fatti offerta ai microfoni di Calcio Spezzino dal D.g. ruentino - "Il mister del Colli Ortonovo Currenti, che è nel calcio da tanti anni, sa benissimo che questi episodi sono figli di un trattamento ricevuto nella gara di andata fuori dalle righe e noi non ne abbiamo fatto un caso come ne hanno fatto loro. Nello specifico i nostri giocatori in svantaggio per 4 - 1 venivano dileggiati inneggiando alla caduta del ponte Morandi sperando che gli stessi facessero la stessa fine. Addirittura il mister Currenti al termine del match ebbe un diverbio molto accesso con il nostro allenatore a tal punto di mettere il pugno chiuso sotto al mento a mister Guernieri, sfida che ovviamente il nostro tecnico non raccolse facendo finta di niente. Tra l'altro penso non serva ricordare agli addetti ai lavori il passato da giocatore di mister Currenti. Nonostante fossimo stati intimiditi nella gara di andata da questi comportamenti non abbiamo fatto nessun tipo di dichiarazioni perchè reputiamo che al termine di un incontro debba cessare ogni tipo di ostilità, evidenzio che nella partita di sabato scorso più che qualche coro, magari becero, di tipo campanilistico altro non è successo. Evidentemente il mister del Colli non ha ancora ben chiara la disposizione delle panchine del Torbella in quanto le stesse sono sotto la parte sottostante della gradinata e quindi è impossibile ricevere alcun tipo di spunto o lancio di oggetti come da lui affermato. Tra l'altro quando la partita stava volgendo al termine, enza alcun tipo di contatto di natura fisica avvenuto tra i sostenitori della gradinata e dirigenti o tecnici del Colli, mister Currenti ha deciso in maniera autonoma di chiamare le Forze di Polizia le quali intervenute al campo "Torbella" hanno chiesto al mister di uscire fuori dal terreno di gioco e lui per tutta risposta ha chiesto di attendere la fine dell'incontro. Partita conclusa regolarmente a detta anche dell'arbitro che l'ha diretto. Gli avversari terminati la partita sono rientrati negli spogliatoi senza nessun tipo di colluttazione o scontro dato che i sostenitori non potevano scendere negli spogliatoi dove comunque era presenta la Polizia a sorvegliare la situazione. Detto questo voglio fare una considerazione, sarebbe preferibile prima di accendere questi vespai che ognuno si facesse il proprio esame di coscienza in quanto ovviamente la gente non si sogna di comportarsi in maniera poco ortodossa se non fosse quantomeno inizialmente provocata nella partita d'andata. Non risponde nemmeno al vero il fatto che dirigenti e tecnici del Rapallo Rivarolese non si siano prodigati nel cercare di limitare i sostenitori presenti in tribuna, è ovvio che placare gli animi di una quarantina di ragazzi che tifano non è proprio semplicissimo. In ogni caso nessun evento violento si è verificato o si stava verificando, l'intervento della forza pubblica torno a rimarcare è stato inutile se non a quello di accendere ulteriormente gli animi. Attenderemo fiduciosi l'uscita del comunicato, saremo pronti a far valere le nostre ragioni nel caso in cui dovesse ritenersi necessario."

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News