Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 03 Giugno - ore 22.51

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Le ipotesi sul futuro del calcio: torna l'Interregionale e due gironi di Serie B?

Al vaglio il taglio delle squadre professionistiche da 100 a 60 formazioni. La Lega Pro diventerebbe III Serie, un campionato non professionistico.

Le ipotesi sul futuro del calcio: torna l'Interregionale e due gironi di Serie B?

Siamo ancora nel campo delle ipotesi, nulla c'è ancora di ufficiale soprattutto dopo il rinvio del Consiglio Federale che era in programma il prossimo 8 maggio, ma sicuramente il calcio italiano sta lavorando sotto traccia a una profonda ristrutturazione per far si di rendere sostenibile tutto il movimento entrato in crisi dopo la pandemia da Covid-19.

Da tempo, per esempio, è cosa nota la volontà dei vertici federali di ridurre il numero delle squadre professionistiche in Italia come già succede in tutti i maggiori campionati europei. L'Italia è il paese con più squadre professionistiche con un totale di 100 società, seguito al secondo posto dall'Inghilterra con 92. Al terzo posto in questa speciale classifica le Germania con appena 56 formazioni, fuori dal podio la Spagna quarta con 42 e la Francia quinta con 40.

A rivelare i presunti piani della Federazione un'indiscrezione riportata dal canale tematico Sportitalia. Sembra che si lavori per passare dalle attuali 100 società professionistiche a 60. Le 20 squadre di Serie A non verrebbero toccate, mentre la Serie B potrebbe diventare a due gironi nei quali sarebbero inserite le attuali società di Serie B più altrettante di Lega Pro tra le quali figurerebbero sicuramente Monza, Reggina e Vicenza, mentre i criteri per il completamento del roster sono ancora da capire. Questa serie avrebbe il vantaggio di percepire la mutualità sia dell’attuale Serie B sia di quella della C scongiurando la possibile crisi economica di molte società.

La III Serie, l'attuale Lega Pro, non sarebbe più una serie professionistica e verrebbe composta da le restanti 40 società di Serie C più 20 società di Serie D fra le quali ci saranno le vincitrici dei vari gironi della stagione 2019/2020 più altre ancora da selezionare secondo modalità precise. Questa serie sarà, di fatto, un campionato non professionistico, con le società che non saranno più a scopo di lucro.

Infine l'ulteriore modifica riguarderebbe la Serie D che tornerebbe a chiamarsi Interregionale e in questo torneo le squadre sarebbe 18 a girone mantenendo la formula dei nove gironi.

E' solo un ipotesi, forse quella che al momento sembra più plausibile, ma per avere ulteriori conferme bisognerà aspettare l'ormai famoso Consiglio Federale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia














Top 11 Promozione 2019/20 - Vota il miglior allenatore









Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News