Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 08 Dicembre - ore 13.29

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

L'utente del territorio

Decoro urbano più attenzione meno indifferenza

Il titolo di questo articolo potrebbe essere inteso come un appello, e guardandoci intorno forse non sarebbe del tutto inappropriato. Invece è un dato di fatto, a seguito della sottoscrizione di un'intesa fra l'ANCI e l'ANACI. Le due sigle identificano l'associazione dei comuni d'Italia e quella dell'organizzazione professionale tra le più rappresentative degli amministratori di condominio. Scopo dell'accordo è incrementare il livello di pulizia ed igiene ambientale della città e tutelare maggiormente il decoro architettonico degli edifici. Ma c'è di più.

Il patto che lega sindaci ed amministratori di condominio prevede una stretta collaborazione per riqualificare i quartieri, non soltanto per assicurare un buon funzionamento dei servizi erogati dalla pubblica amministrazione, ma anche dal punto di vista della più generale osservanza delle leggi e dei regolamenti vigenti.

L'intento evidente è quello di contrastare quei fenomeni criminosi che creano forte allarme sociale ed incidono in modo negativo sulla qualità della vita dei residenti.

Sarà proprio grazie alle segnalazioni degli amministratori di condominio, opportunamente aiutati dalla partecipazione attiva dei cittadini-condomini, che le autorità preposte, tra cui la polizia locale, potranno intervenire per evitare il compiersi di azioni illegali, che recentemente alla Spezia sono venute alla ribalta della cronaca.

Pensiamo per esempio allo svolgimento di attività di ospitalità turistica non autorizzate, di ristoranti od altre attività commerciali abusive, fino all'occupazione di alloggi da parte di persone non in regola con il permesso di soggiorno, e quindi al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, nonché a quello della prostituzione in appartamento. Pensiamo poi agli abusi edilizi che spaziano dall'esecuzione di opere minori (antenne, caldaie e condizionatori posizionati in facciata) senza aver ottenuto gli eventuali necessari pareri preventivi, all'impiego di mano d'opera irregolare, alla presenza all'interno del condominio di persone che disturbano la quiete pubblica e creano timori e preoccupazione fra i residenti.

Nell'ottica della tutela del patrimonio privato, il degrado dei quartieri comporta una svalutazione degli immobili presenti nelle zone maggiormente interessate da questo fenomeno.

Le vittime di questa situazione sono le famiglie ed i risparmiatori che in passato hanno acquistato gli immobili, spesso a seguito di enormi sacrifici.

I cittadini chiedono ed hanno diritto ad avere più sicurezza e controllo del territorio e gli amministratori di condominio diventano protagonisti di questa iniziativa, che tende a favorire la vicinanza delle istituzioni ai contribuenti e la nascita di un'ampia cooperazione fra amministratori e condomini.

Questo accordo ANCI ed ANACI è una nuova forma di cittadinanza attiva, che farà bene al cuore e al portafoglio dei cittadini.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
<< Elenco Post

I Vostri commenti

Valeria Scandellari
Mercoledì 25 giugno 2014 alle 18:53:50
Sarebbe veramente una cosa bellissima se gli Amministratori di Condominio avessero le basi culturali, umanistiche e scientifiche, oltre a una certa sensibilità artistica verso gli edifici che amministrano, ma purtroppo non é così, anzi, a volte non sono neppure in grado di gestire un'Assemblea di Condominio e non sono interessati a far prevalere il buon senso delle minoranze più colte, ma si preoccupano piuttosto di allearsi con le maggioranze, così mantengono il loro mandato, a dispetto del decoro dell'edificio.

Scrivi un commento



Per inviare un commento devi essere loggato.








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News