Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Febbraio - ore 14.47

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

L'ultimo dribbling

Il miracolo di Paolino Ponzo

Uno stadio, due maglie, una storia, un gol ed un miracolo. Modena-Spezia ricorda Paolino Ponzo, il muratore come lo chiamavano al Braglia, ad un anno solo dalla sua scomparsa. Un omino nel mezzo di violinisti che arringavano con i piedi le folle, orchestre al lavoro con i loro strumenti, lui a lustrare il campo con il sudore. Il Braglia è lo stadio dove lo hanno forse battezzato calciatore per primo, per il suo correre; i tifosi sono gente che non vuol capire il gioco, vuole l’anima, fino a cadere sfiniti. In quello stadio Paolino ha giocato cinque stagioni, 134 volte, dalla C1 alla serie A. In sua memoria, si può vedere la lapide che lo ricorda e che battezza la Tribuna dello stadio. Venne inaugurata il 5 aprile del 2013. A quelle presenze vanno aggiunte le 60 che ha speso in aquilotto, per annate assolutamente magiche, piene di pathos. Se è vero che il calcio è tutto nell’ambiguità esistenziale suscitata dal dominio che i piedi hanno sulla sfera, Paolino poteva vantare il dominio dell’aria, la corsa, di un prototipo di calciatore che sembrava antico. A sommarli questi numeri metton quasi paura, 194; ma se vai a vedere i gol, siamo sul piccolo: 1 solo, mai nello Spezia, a Modena si. Lo videro, quell’evento raro, il 2 dicembre del 2001. Si giocava Modena-Cittadella, e dopo 4’ sotto l’acqua Pasino operò un cross da sinistra sul quale nessun difensore andò, chissà perché. Spuntò, già inzuppato e sporco di fango che neanche era iniziata, Paolino che di testa divenne quel giorno il più improbabile dei cannonieri. Ponzo non segnava spesso, e quando avveniva erano feste, anche prese male. Come successe nella Reggiana anni dopo. Segnò, ed era il 6-3, di quella partita. I festeggiamenti dei compagni furono clamorosi e destarono la rabbia degli avversari che pensavano alla derisione. Ci volle un po’ perché Vito Grieco spiegasse al capitano dell’altra parte che “era un fatto strano, cercate di capire”. Poi andando verso Ponzo gli disse “guarda che casino può provocare un tuo gol”, ed i due si misero a ridere. Modena e Spezia raccontano altre fiabe di Paolino e di quella maglia numero 4 a Modena, e 7 a Spezia: il lancio verso Guidetti il 6 aprile del 2006 che mandò in gol Maxi contro il Genoa, e quell’episodio che avvenne, invece, sotto un Natale. Con i giocatori che ricevettero 5 giorni di ferie; al rientro Ponzo non si presentò. Telefono spento, irrintracciabile; aveva promesso un giorno ai suoi figli, fu coperto da qualche compagno, pagò la multa e non disse nulla. I figli, prima loro poi il resto. Alla fine, l’ultimo miracolo, quel terribile lunedì di morte; davanti alla sua bara, due uomini che si ristringono la mano, e che non si parlavano da anni: Pietro Fusco e Vito Grieco. Questioni di premi e di caratteri, robe da capitani; si erano staccati, dopo essere stati grandi amici. La moglie di Paolino, Michela, guardandoli nell’obitorio dialogare e riabbracciarsi, disse solo:”Ecco un altro miracolo di Paolo, ha fatto si che anche da morto voi vi parlaste di nuovo”. Ci manchi, Paolo, tu non sai quanto manchi al calcio.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
<< Elenco Post

Scrivi un commento



Per inviare un commento devi essere loggato.








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News