Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 24 Maggio - ore 08.04

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Zona Franca

Bondi er poeta

Datemi una poesia e vi solleverò il mondo. Anzi una guerra civile, anzi un golpe.
Non necessariamente in quest'ordine chiaramente, ma il nostro amico ed ex vicino di casa (vogliamo ricordarne con orgoglio i natali? No, forse non vogliamo) sembra pronto a farne di cotte e di crude se Napolitano non dovesse accettare la grazia per B.
Dopo la condanna definitiva a quattro anni di reclusione nel processo Mediaset difatti Berlusconi parla ai suoi che si dichiarano "pronti alle dimissioni" mentre il nostro ex compagno ora pidiellino convinto pensa a una richiesta di grazia.
Io già lo immagino intento nella scelta della forma migliore in cui porgerla, se senario giambico o un più moderno sonetto. Letta reclama la tenuta del governo intonando "se mi lasci non vale" mentre il segretario Pd Epifani (ma non vi ha fatto molto ridere che i giornali dovessero apporre accanto al nome di Epifani una parentesi con scritto PD? Che con queste intese grandi non si capisce più chi stia dove, e poi insomma i posti in Parlamento non è che bisogna prenotarli, uno se si vuol sedere da un lato diverso per cambiare, cos'è, non può farlo? E' democrazia questa?) dichiara "irricevibili" le richieste del Pdl in tema di giustizia. Matto vero, avrà per caso intenzione di dire qualcosa di sinistra? Teniamolo d'occhio vedessi mai che il caldo gli desse alla testa e poi un giorno ce lo troviamo svenuto in motorino mentre va al mare che 'ste cose sono pericolose.
Intanto i quotidiani di famiglia parlano di "martirio" del Cavaliere e copiando il canovaccio già utilizzato per Mesiano e Ilda Boccassini, vanno all'assalto del presidente della Cassazione Antonio Esposito, scelta caciarona e che fa sempre tanto folklore.
Non sto ad entrare tanto in dettagli, che tutta la vicenda possiamo seguirla bene su giornali online, perché immagino che il giorno successivo la sentenza le pagine del Fatto fossero tutte appiccicate e di difficile sfogliatura.
Ma poi, a dare un quadro completo della situazione di disagio in cui riversa l' Esercito di Silvio vi ha pensato un Santo cineoperatore che riprendendo minuto per minuto il momento in cui i suoi soldati (li chiamo soldati in quanto facenti parte di un esercito, non so se tra loro si chiamino in modi più estrosi, tipo i sorcini di Renato Zero) accolgono l'esito della sentenza, scambiandola non si sa come per una risoluzione positiva con tanto di non più giovanissima fan al telefono che da il via al giubilo con un coro di "SILVIO! SILVIO! SILVIO!"ripresa accanto ad un incerto yuppie non convintissimo già dalla partenza che dopo il primo saltello un po' così, lascia il suo sorriso congelato sull' ipad per decidere di capire meglio la situazione, facendo una telefonata che li stronca tutti e lo vede costretto a spiegare ad alta voce il significato della parola "reclusione".
Ma a noi non importa più di tanto, finché avremo persone come Brunetta a difendere la democrazia consegnando dimissioni in bianco dei parlamentari del partito a Schifani, il quale risponde tutto accorato direttamente a B. "Ci muoveremo a breve io e Brunetta perché ti possa essere restituito nel rispetto della Costituzione quello che ti spetta per la tua storia per quello che hai fatto per il Paese per ottenere da Napolitano il ripristino dello stato di democrazia che questa sentenza ha alterato".
Ai poveri spettatori come me, non resta che rispondere quello che sagacemente rispondono i Pisani al detto "meglio un morto in casa che un Pisano all'uscio":
E che Dio t'accontenti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
<< Elenco Post

Scrivi un commento



Per inviare un commento devi essere loggato.








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News