Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Agosto - ore 14.49

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Fotostimoline

Cos'è la fotografia: liberamente tratto da Giovanni Chiaramonte (e da Michele Borzoni!)

La fotografia è relazione,
la fotografia è necessità,
la fotografia è memoria,
la fotografia è pegno d’amore,
la fotografia è dono,
la fotografia è lavoro,
la fotografia è denuncia,
la fotografia è dichiarazione,
la fotografia è lode.

Cosa aggiungereste?

La più “sentita di solito è “la fotografia è emozione”, tutto racchiuso in questa parola: ma dobbiamo capirci.

Perchè questa è la parola più abusata e tradita del secolo: l’etimologia di questa parola racconta di un “trascinare fuori da...”: esattamente il contrario del significato che per lo più le si attribuisce quando si dice che la fotografia deve “emozionare” (e tutto il resto sembra non contare): sembra intendersi che debba dare un sentimento di immediata soddisfazione a proprio beneficio, che basta a sè stesso... rapido consumo.
Mentre l’arte, una parola di cui invece tutti abbiamo soggezione, è qualcosa che cambia la vita, ti mette in moto, ti mette in relazione con il tuo profondo e con l’autore dell’opera.
E’ qualcosa di cui non puoi fare a meno, è necessità fisica.
Nulla di sentimentale, nulla di superfluo, nulla a che vedere con un “hobby”, quella cosa che si sceglie per passare il tempo o rilassarsi.
L’arte non rilassa, non necessariamente.
In questo senso l’arte è “emozione”.
Per questo fin dall’età della pietra gli uomini, che avevano problemi pratici da risolvere ben più impellenti dei nostri, trovavano il tempo di “perdere tempo” disegnando sul soffitto delle grotte.
Per questo la poesia esiste da quando esiste l’uomo.
Per questo non possiamo fare a meno di “andare” verso l’altro comunicando attraverso la fotografia. A qualunque livello la si pratichi.

Riflessioni nate ascoltando un vulcano di settant’anni che saltella da una parte all’altra di una sala gremita: ecco cosa è stato assistere alla ...performance (non si può definire diversamente) di Giovanni Chiaramonte, arrivato al Talent Garden di Sarzana per Contrasti Fotografici, ciclo di incontri sulla fotografia d’autore.
Questo signore è ormai sui libri di storia della fotografia per tutto quello che ha fatto, scritto, fotografato nell’arco della sua lunghissima carriera. Ed è riuscito ad ammaliare una sala traboccante di persone diversissime, non tutti fotografi, tutti colpiti dalla concretezza e dalla forza della “lectio magistralis” (mai definizione fu più adatta).

Parlare di fotografia è utile ai fotografi ed è utilissimo anche a chi semplicemente ama conoscere e capire qualcosa di più del mondo in cui viviamo. Aprire gli occhi sulla realtà è una questione vitale. Fotografare è un modo privilegiato di conoscere la realtà. E’ per tutti. Ha partecipato anche mio figlio di 8 anni: ha detto che gli è piaciuto molto, “peccato che è stato così corto”. L’intervento è durato un’ora e quarantacinque minuti!
Senza che il maestro facesse vedere una sola delle sue storiche immagini (ma ha promesso di tornare a mostrarcele a Settembre).

E così continuiamo con entusiasmo con il terzo incontro: Giovedi 7 arriva Michele Borzoni, grande fotografo documentario, uno dei migliori che abbiamo in Italia. Ha vinto i maggiori premi internazionali, pubblica in tutto il mondo, sempre a voce bassa, quasi in punta di piedi, come tutti i grandi. Borzoni proietterà le sue immagini, racconterà la sua esperienza e dialogherà con il pubblico per approfondire i meccanismi che guidano il lavoro della grande fotografia di reportage.
Come si consiglia in tutti i corsi ben fatti, si migliora in fotografia scattando tanto, leggendo, guardando tante immagini, ascoltando i più bravi.

E’ una grande occasione nata dalla collaborazione di Talent Garden con Città della Spezia e dall’esperienza di alcuni professionisti.
Siamo orgogliosi quando il famoso “fare rete” smette di essere uno slogan e si concretizza.
A Giovedi!
© RIPRODUZIONE RISERVATA
<< Elenco Post

Scrivi un commento



Per inviare un commento devi essere loggato.








Ecco lo Spezia 2018/19, che campionato farà?



































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News