Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 22 Maggio - ore 08.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Fotostimoline

Perché una scuola di fotografia è (quasi) indispensabile.

Prima o poi capita a tutti i fotografi sentirsi chiedere “ma tu come hai cominciato?”.

Mi vengono subito in mente alcuni episodi: mia madre che insegna a far le foto ricordo in vacanza, poi un lunghissimo viaggio “iniziatico” a vent’anni, la prima volta da solo sulle Dolomiti. Dieci giorni per sentieri dalla Val di Fassa all’Alto Adige, preparazione e attrezzature approssimative e per qualche motivo che non ricordo la compatta caricata con un rullino di diapositive, più un secondo di riserva: 72 foto, 5 o 6 al giorno, roba d’altri tempi, qualcuno mi aveva detto che “è meglio del rullino normale”.
Ma il colpo di fulmine vero e proprio arrivò all’Università, quando tentavo di studiare architettura a Venezia. Per riempire il libretto tutti infilavano dentro “Storia e tecnica della fotografia” con il maestro Italo Zannier: per me fu uno shock, feci uno splendido esame perchè dal primo giorno che ebbi in mano il manuale di storia non pensai più ad altro e da allora non ho ancora smesso.

Rientrato a casa (avevo capito che non avrei mai fatto l’architetto!) cominciai a cercare corsi: all’epoca non era per nulla facile, avevo famiglia e non potevo trasferirmi per una delle poche grandi scuole milanesi. Non esisteva internet, non scoprii l’ottimo Isitituto Marangoni a Firenze, insomma... finii a Genova, faticosamente dopo il lavoro, per pagare ed abbandonare subito un corso dove ti spiegavano che “il vero fotografo non tiene la macchina al collo ma appesa alla spalla con nonchalance”. Mi salvò il bravo Riccardo Podestà a Sarzana, vedevo le sue vetrine e chiesi aiuto. Lui mi “adottò”, ricordo ancora con emozione i pomeriggi passati nel suo studio a chiacchierare, ascoltare e respirare l’odore della fotografia (chi è stato in camera oscura sa che non è un metafora) toccando le sue Hasselblad.

Dopo tanti anni mi trovo così dalla parte di chi non ha avuto una vera scuola e nello stesso tempo sono sempre più convinto che questa sia indispensabile a chi voglia davvero capire cosa sia la fotografia.

Perchè indispensabile?

Due motivi per me fondamentali:

1) la conoscenza appresa da chi veramente vive la fotografia sulla propria pelle nei vari settori ti dà la possibilità di evitare errori madornali di percorso.
2) il confronto con docenti e compagni è fondamentale per l’ispirazione, la crescita e soprattutto per “stare con i piedi per terra”!

So però che possono esistere altre innumerevoli motivazioni a favore o meno di un percorso di formazione strutturato: primo fra tutti il rischio di essere "soffocati" da insegnanti poco illuminati, da regole imposte o dalla ricerca di presunte creatività. Mi piacerebbe sentire le vostre opinioni in merito o ascoltare le esperienze vissute nel concreto, positive o negative che siano.



Per parlare di questi argomenti, e molto altro ancora, nasce Contrasti Fotografici, in questo video trovi calendario e presentazione dei protagonisti del primo incontro.

Parliamo di quattro serate sulla fotografia d’autore con personaggi di altissimo livello, incontri informali con aperitivo autogestito durante i quali si chiacchiera “alla pari” con i professionisti di turno. Gli incontri si svolgono al TAG di Sarzana dove “sono accadute” le condizioni giuste per la nascita di un percorso a lungo termine (come si dice, restate sintonizzati, sono in arrivo grandi sorprese). Il nome (grazie Orianna per averlo pensato!) sottolinea la diversità di argomenti e la possibilità di confrontarsi concretamente con i protagonisti...non sono conferenze! Le date sono 17 e 30 Maggio, 7 e 28 Giugno. Sempre alle 18.30.

Giovedi prossimo si comincia proprio a parlare con quattro giovani fotografi emergenti che hanno studiato in alcune delle scuole più note d’Italia (lo IED, l’Accademia di Brera, Fondazione Modena di Fotografia, PhotoAcademy di Areadomani e John Kaverdash): ci racconteranno la loro esperienza e potremo chiedere pro e contro del loro percorso che li ha portati ad ottenere importanti successi in campo nazionale...ma di questo potrete chiedere di persona!

Si passa al 30 Maggio per incontrare quello che per molti è il più importante fotografo italiano, Giovanni Chiaramonte. E’ l’occasione di “toccare” la storia della fotografia da chi fondò la storica casa editrice “Punto e Virgola” con Luigi Ghirri, ascoltare dei suoi lavori in tutto il mondo e godere del suo sconfinato sapere sulla visione fotografica. E’ davvero un’occasione unica, siamo molto felici che questo possa accadere nella nostra città.

Il 7 Giugno arriva Michele Borzoni, fotografo documentarista: ha studiato al ICP di New York, ha vinto un World Press Photo, è rappresentato da Contrasto e lavora su progetti a lungo termine che pubblica con le più note testate internazionali: un curriculum molto importante che vale la pena scoprire direttamente dalla sua voce. Michele è una fucina di suggerimenti e ispirazioni per la sua sensibilità artistica e la sua profonda preparazione sul fotogiornalismo e la fotografia in genere.

Il 28 Giugno si chiude con un argomento particolare, la fotografia in montagna ad altissima quota raccontata da un fotografo “non fotografo”: Fabrizio Silvetti è un alpinista con all’attivo quattro ottomila di cui tre in solitaria. Ha un occhio sensibile all’immagine e ci racconterà del modo di raccontare fotograficamente in condizioni così dure. Il suo mondo fotografico nasce e si forma in Appennino, dove vive, si allena e esplora visivamente.

Al TAG, dal 17 Maggio, alle 18.30

p.s. attendiamo le vostre idee sulla scuola di fotografia, esperienze da chi ha frequentato corsi, pro e contro...chissà che non tornino utili molto presto!





© RIPRODUZIONE RISERVATA
<< Elenco Post

Scrivi un commento



Per inviare un commento devi essere loggato.







































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News