Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 16 Novembre - ore 21.54

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Fotostimoline

Da cosa dipende la qualità delle tue foto

Per me è stata una folgorazione. Ho una certa esperienza nell’ insegnamento della fotografia: da tempo i dubbi sulla mia capacità di fotografo e su quello che sia importante trasmettere agli allievi sono in preoccupante ascesa.

Finchè non mi imbatto in questo grafico e mi si riempie il cuore: non sono più solo! Leggi le curve e le loro descrizioni,interpretale bene , sii onesto con te stesso e non potrai che concordare con me: l’HDR è una c..........ta pazzesca ( per dirla con eleganza)! Finalmente qualcuno ha il coraggio di metterlo nero su bianco: il livello delle tue e delle mie foto non dipende dai “tips&triks” che trovi in rete! Se è scritto su un grafico...è matematico.

Vabbè, si scherza, è solo un gioco ma c’è del vero.Chi non si è mai trovato con la frustrazione di non ottenere i risultati voluti con le proprie immagini? Vedo un soggetto interessante, scatto e quando sono davanti allo schermo, semplicemente, non lo “riconosco”.

A questo punto la tentazione è sempre quella di non darsi alcuna responsabilità.

Nell’ordine:
la mia macchina non va bene, devo passare al full frame.
l’obiettivo fa schifo, non ha un buon “bokeh”, mi serve l’ f/1.2
il mio grandangolo è....poco grandangolo, “cercasi 8mm usato”
devo proprio comprare il polarizzatore, è tutto troppo piatto!
è ancora tutto piatto, devo fare un corso di Photoshop, alla fine è vero, qualunque foto con una buona postproduzione diventa bellissima!

I cinque punti alla fine non servono a nulla, la depressione sale, le certezze vacillano. Finchè non appare Lui, il deus-ex-machina di ogni fotografo digitale: san HDR.

In parole povere, io sono un fotografo fenomenale: se più vado avanti, meno mi piacciono le mie foto, non è colpa mia, è il mondo che congiura contro di me. Non mi venisse mai in mente che forse proprio aumentando l’esperienza, mi accorgo di avere dei limiti e forse gli sforzi vanno indirizzati da un’altra parte!

Il problema non è l’attrezzatura sbagliata.Infatti pian piano adegui il tuo patrimonio di gadget, ogni volta hai un innalzamento della curva “della soddisfazione” ma inevitabilmente ricomincia a discendere dopo poco. L’ultimo colpo, solitamente, è la scoperta, come si legge nel grafico, che l’hdr non risolve nulla.

Il problema è quello che invece nello schema non si legge: alcuni, qui le curve concordano, si mettono con sana umiltà ad allenare le vere capacità fotografiche, occhi, mente e cuore, come diceva Cartier-Bresson (poi che siano tutti allineati sulla stessa linea, nello stesso momento, poco importa, conta che ci siano, anche prima uno dell’altro, ma che ci siano); ma moltissimi altri smettono semplicemente di fotografare.

Perché più “giocattoli” compri, più ne vorresti e nel frattempo le immagini non migliorano, aumenta solo il tempo passato al computer nel tentativo del miracolo post-produttivo.La frustrazione sale, la passione scende.
Siamo tutti in cerca di scorciatoie, è rassicurante sapere che non ho nulla da rimproverarmi, devo solo scoprire il trucco che usa il mio compagno di uscite fotografiche!


Allora non resisto, anch’io vi svelo un segreto segretissimo che vi cambierà la vita, una scorciatoia...lunghissima ma dall’effetto assicurato. Soddisfatti o rimborsati: appena ti viene la voglia di comprare un nuovo obiettivo ( o se sei coraggioso vendine uno e usa il ricavato) rinuncia e con i soldi risparmiati comprati dei libri fotografici ( ho detto libri...non manuali di istruzioni).

Non so se le tue foto miglioreranno, ma certamente godrai della bellezza della fotografia e ti divertirai ( nel senso etimologico del termine: cambiare direzione, e scoprirai “luoghi” bellissimi).Potrebbe addirittura tornare la voglia di scattare se l’avessi persa.
Ti segnalo un primo passo, uno a caso ma bellissimo, tanto per essere concreti: cercate questo libro ( grazie a Luca per la scoperta!).

A questo punto sono curioso di sapere se ti riconosci nel grafico: a che punto della curva ti trovi?

In un prossimo articolo proporrò una mia versione riveduta e corretta, intanto prova tu a suggerire: ci sono altre fasi cruciali nella carriera media di un appassionato fotografo?
E nella tua: qual’è la scoperta o l’incontro, se esiste, che ha fatto svoltare il tuo modo di fotografare?

© RIPRODUZIONE RISERVATA
<< Elenco Post

I Vostri commenti

Alquanto Bisch
Martedì 4 giugno 2013 alle 09:13:50
Davide buongiorno. ho 63 anni e scatto da quando ne avevo nove.....scrivo per confermare di essere da tempo arrivato alle stesse conclusioni dell articolo. Quoto il 100% di quanto scritto. Una bella foto puo' nascere anche da una semplice compatta.....quello che conta e se la stessa ti fa soffermare ed indugiare quei primi pochi secondi che fanno la differenza......l' emozione, la curiosita', la rarita'......il momento colto in una frazione perche' non posata......spesso tutto cio' non si impara dai libri e neanche una digitale professionale cambia radicalmente le cose....Impariamo a scattare e leggere una foto un poco piu con l'emozione e riduciamo la tecnica....please
Davide Marcesini
Martedì 4 giugno 2013 alle 17:06:45
grazie dell'appoggio ma..attento: "ridurre la tecnica" no! Io intendo dire che la tecnica è UNO degli aspetti, è come grammatica e sintassi quando scrivi, poi però bisogna avere qualcosa da dire. In fotografia l'equilibrio tra forma esteriore e contenuto è sempre molto sottile. C'entra l'inquadratura, il piano di messa a fuoco, il movimento, lungo o bloccato che sia, del soggetto ( o anche della fotocamera)...insomma, la tecnica va ben masticata! Ma forse stiamo dicendo la stesa cosa? Poi io sono un fan della "foto posata"...anche qui si potrebbe aprire una "guerra" infinita. Tu sei per la foto rubata mi sembra di capire...

Scrivi un commento



Per inviare un commento devi essere loggato.







































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News