Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15 Agosto - ore 20.47

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

The world is not enough

La via per il paradiso: salita al Monte Kyaiktiyo ,o Goldenrock

Piu' del santuario vero e proprio, un enorme macigno rivestito in oro in equilibrio precario su una vallata mozzafiato ( ne parlero' piu' approfonditamente nel prossimo post), quello che merita davvero e' il viaggio per arrivare in cima alla montagna.
La mattina presto si prende il pullman ( in realta' un furgoncino aperto con alcune panche di legno in grado di ospitare fino a quaranta persone) nel centro di Kinpun, in un capolinea chiassoso che ricorda un caravanserraglio: la prima corsa parte alle sei di mattina, e gia' la folla e' numerosissima. Kyaiktiyo (o Goldenrock) e' il terzo santuario birmano per importanza, non stupisce quindi che ci sia cosi tanta gente. Una volta preso posto si aspetta che il camion sia pieno e quindi finalmente si parte.Per raggiungere la cima ci vogliono all'incirca quarantacinque minuti:la strada si inerpica da subito pericolosamente sul fianco della montagna,il furgone arranca,in diversi punti bisogna fermarsi per dare la precedenza a quelli che arrivano in senso contrario ad una velocita' folle. Vedo la faccia di qualche turista con un'espressione di puro terrore sfrecciare accanto a noi, e mi vengono in mente le parole di Paolo Conte .."E stringe i denti la bionda ,si sente una fionda e abbozza un sorriso con la fifa che c'è in lei.."..penso che poi tocchera' anche a me scendere, per fortuna siamo cosi pigiati l'uno contro l'altro che almeno sara' impossibile volare fuori dal furgone. Il percorso comunque e' meraviglioso, e i compagni di viaggio di compagnia. Arrivati alla meta si scende e si prosegue a piedi.E' una vera processione: monaci, famiglie, persone comuni si recano in pellegrinaggio verso la roccia dorata, insieme a venditori di ogni genere con ceste sulle spalle piu' grandi di loro, questuanti, donne con enormi vassoi di cibo in equilibrio precario sulla testa, portantine di legno che trasportano anziani. Lungo il percorso siamo affiancati da colorati venditori di cibo,frutta e fiori da offrire in dono. Ci si lascia trasportare da questo fiume in piena, contagiati dall'euforia del luogo,fino ad arrivare all'ingresso del santuario; si lasciano le scarpe e ci si addentra in uno dei luoghi piu' sacri del Myanmar.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
<< Elenco Post

Scrivi un commento



Per inviare un commento devi essere loggato.







































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News