Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 07 Dicembre - ore 23.40

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Girointondo

A piedi nudi nel parco

Ok. A piedi nudi forse è meglio di no, rischieremmo di pestare qualcosa di più o meno soffice e maleodorante o, peggio ancora, un mozzicone non ancora spento. E forse neanche “parco” è la definizione più giusta per parlare degli spazi verdi della Spezia. Non ce n’è uno veramente degno di questo nome, ma non perdiamo le speranze. E allora chiamiamoli “spazi verdi” e andiamoci con gli scarponcini stringati, che tanto è autunno e scalzi non saremmo andati comunque.

Partiamo dal Montagna. Lo spezzino lo considera un posto per adulti dove andare a correre, fare due tiri a canestro, giocare una partitella a pallavolo. Ed è tutto vero. Ma il Montagna, a guardare bene, può offrire alcuni passatempi anche per i bambini. Innanzitutto la pista di atletica leggera potrebbe essere una scoperta per chi non pratica questo sport. Correre in tondo circondati dal verde, benché senza più coniglietti che zampettano qua e là (chissà che fine hanno fatto…) può essere esaltante per piccoli sportivi. E poi c’è tutta una parte di alberi fitti che in questa stagione si colorano di rosso, arancione, giallo. Raccogliere foglie e stecchini per farne creativi collage è uno di quegli attacchi d’arte con cui ogni genitore dovrà cimentarsi prima o poi.

Andiamo avanti. Personalmente ai “giardini” di Viale Mazzini e ai “grilli”, non me ne vogliano i gestori, preferisco le aiuole fiorite del Molo Italia. Per arrivarci, se si viene dal centro, bisogna superare qualche prova di abilità: il marciapiede tutto dissestato e pendente che da Piazza Mentana porta all’attraversamento pedonale di Viale Italia, non è il massimo da percorrere portando un passeggino. Ma con un po’ di esperienza, districandosi tra i taxi, è possibile. Dopo lo scatto da centometrista alla luce verde del semaforo, si passa dall’altra parte, sul Molo, e qui, soprattutto se è una calda giornata autunnale, il cuore si allarga. Lo spazio per correre c’è, le palme che ci ricordano di vivere al mare pure, e l’acqua è lì a pochi metri (l’odore di pesce marcio svanisce presto). Il consiglio è di sedersi su una panchina con una bella merenda al sacco, fantasticare sulle barchette attraccate e immaginarsi la Palmaria poco più in là, oltre la linea dell’orizzonte.

E poi c’è il Parco delle Clarisse. Confesso che questo piccolo spazio verde mi rincuora. Forse perché l’ho scoperto per caso o forse perché trovare un’area curata nella nostra città non è così scontato. Fatto sta che lo consiglio vivamente per trascorrere un po’ di tempo in santa pace. Mentre i piccoli giocano sul verde praticello, i grandi potranno guardarsi un po’ intorno, alzando lo sguardo al Castello San Giorgio o allungandolo oltre i tetti dei palazzi dove appare la linea azzurra del mare. E al livello sottostante si trova il Poggio Orto bar, altra sosta amena prima di rituffarsi nel caos.

Infine, il Parco della Maggiolina, non proprio comodo per chi abita in centro, o almeno non ci si arriva a piedi, ma molto apprezzato dagli abitanti dei dintorni. In verità i parchi sono due, uno più datato e uno nuovo. Nel primo, giochi di legno, un bar stile Jurassic Park e un’area delimitata e riservata ai cani. Nel secondo, di fronte a Esselunga, gonfiabili e giostre, aree pic nic e di nuovo un bar molto fornito e, dettaglio non trascurabile, economico. E ogni albero ha il suo cartello, perché qui si impara a conoscere e distinguere le diverse piante, da buone giovani marmotte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
<< Elenco Post

Scrivi un commento



Per inviare un commento devi essere loggato.







































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure