Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 06 Dicembre - ore 15.05

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Girointondo

Damine e cavalieri


C’è una Spezia meno nota ai più ed è quella medievale, epoca di arti e mestieri, cortigiane e cavalieri e molto molto altro. E anche la nostra città, seppur in maniera meno evidente rispetto ad altri centri vicini, nasconde tracce di quell’epoca “oscura”, che poi solo oscura non fu. Passeggiare per le vie del centro in cerca di manufatti e architetture medievali potrà risultare un po’ singolare come attività da proporre ai bambini. Ma se contestualizzata - e alla fine di questo post capirete in che modo – sarà divertente. Alla base ci vuole un po’ di conoscenza, certo, e anche se i nostri piccoli ci credono "tuttologi" – illusione che non durerà molto – è bene informarsi prima. Quindi, prendete nota!

Il Castello San Giorgio è un punto di partenza perfetto per calarsi nel Medioevo. Percorrere la breve scalinata che conduce all’entrata e mettere anche solo il naso dentro, catapulterà i bambini nelle atmosfere di "The Brave "(film Disney-Pixar, Oscar 2013, imperdibile!). Il nucleo originario del Castello risale al Duecento e nei secoli ha subito vari interventi e come un tempo, seppur non più a scopo difensivo, domina la città dall’alto del Poggio. Appena sotto merita una sosta il Parco delle Clarisse, da poco riaperto. Il profumo delle erbe aromatiche, materia prima per le ricette curative medievali, raggiungerà anche gli olfatti meno sensibili. A fare ombra a questo delizioso giardino urbano sono le antiche mura dal profilo merlato (Trecento), altra testimonianza dell’epoca. Della cinta muraria sopravvivono solo pochi metri che però daranno il senso a vostri bambini di quanto fossero imponenti. Oltrepassandole, da via XXVII marzo si raggiunge il primo ascensore, e poi il secondo fino al Museo Etnografico di via del Prione un tempo Oratorio di San Bernardino (XV secolo), e, quasi di fronte, imbocchiamo via Biassa, uno dei pochi punti del centro città in cui si respira un po’ di aria medievale. I palazzotti che si affacciano sul carruggio sono del Quattrocento e la casa-torre coperta da impalcature da tempo immemore, dovrebbe essere prima o poi restituita alla città.

Si arriva così in Piazza Beverini e alla Chiesa di Santa Maria (1271), la vecchia cattedrale. Distrutta e ricostruita più volte nel corso dei secoli, mostra ancora elementi originali come il campanile e il presbiterio. E nel cortile interno si trova il tratto più antico della cinta muraria spezzina. Raggiungiamo ora Piazza Sant’Agostino per ammirare la Palazzata che venne costruita tra il XVII e XVIII secolo su precedenti case-torri medievali di cui sopravvivono alcuni manufatti, come portali quattrocenteschi. E, sempre in materia di portali, da vedere quello di via Calatafimi, con stemma e grifi. Le vie di Spezia celano molte altre testimonianze dell’epoca, tra pilastri e bassorilievi. E parlando di tesori medievali non si può certo escludere il Museo Lia: la collezione di miniature, quelle lettere dipinte dagli amanuensi con grande maestria, sarà uno spettacolo affascinante per grandi e piccini.

E ora che sappiamo qualcosa di più sul passato medievale della nostra città, potremmo far vivere ai nostri bambini l’emozione di travestirsi da pulzelle e cavalieri, piccole Lady Marion e giovani Semola, grazie ai laboratori per bambini che domenica 30 ottobre si terranno in città. All’interno della rassegna “Spezia in festa” gli appuntamenti sono con “Medioevo da indossare” (Museo del Castello, ore 10-12-15.30-17.30), “Le mappe stravaganti” (Museo Lia, ore 10) e “Antichi Scriptoria” (Museo Lia, ore 15.30). E a pranzo e a cena, sempre domenica, Street Food a base di piatti rigorosamente medioevali, tra stufati, zuppe e frittelle.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
<< Elenco Post

Scrivi un commento



Per inviare un commento devi essere loggato.







































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure