Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 28 Settembre - ore 11.09

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Pane e coperto compreso

Un pezzo di storia di Bocca di Magra passa anche dalla Capannina

Bocca di Magra è un luogo dell’anima, di quelli che tonificano la vita e danno l’ossigeno giusto per affrontare il domani. Tonino Guerra, sceneggiatore e poeta, scriveva “abbiamo bisogno di luoghi che siano uno specchio per le nostre riflessioni. Luoghi che ci allontanino dalla vita che stiamo facendo, luoghi per fermare la nostra fretta e aspettare l’anima”. Bocca di Magra rientra a pieno titolo in questa suggestiva definizione. Appartata, ma non nascosta, sul fiume ma anche sul mare, placida, discreta e gioiosa. Meta per tanti anni, nel secolo scorso, di intellettuali e artisti (tra i gli altri Montale, Sereni, Giudici, Vittorini, Einaudi, Calvino, Quasimodo, Gadda, Mary McCarthy, Pavese, Bompiani, Carrà, Birolli) e, forse, anche per loro, un luogo dell’anima (per approfondire l’argomento da leggere “Mare verticale” di Marco Ferrari).
Molta di questa storia è passata anche dai tavoli della “Capannina Ciccio”, trattoria che la famiglia Guelfi realizzò nel lontano 1951 (quando ancora c’era il barcaiolo che traghettava da una parte all’altra del fiume, prima che nel 1961 venisse costruito il ponte della Colombiera). Locale storico che ha saputo col tempo e grazie alla splendida cornice in cui è inserito (fiume, mare, e in lontananza le bianche Alpi Apuane), mantenere fascino, attrattiva culinaria e legami con l’arte (la sala è una piccola galleria d’arte).
La luce, la luminosità è un altro elemento che caratterizza il locale con la sua ampia veranda che lambisce un prato verde impreziosito da sculture. Difficile rimanere insensibili a questo scenario che prosegue poi nella proposta in tavola, soprattutto legata ai prodotti del mare. Il pesce crudo è un eccellente avvio ma resistono in pole position anche i più classici muscoli alla marinara (buoni anche quelli ripieni). Si prosegue, con soddisfazione, con gli spaghetti “alla Ciccio” (con molluschi e crostacei) oppure con la saporita zuppa di farro e moscardini. Gradevoli la frittura di paranza e i calamari ai ferri. Il gelato alla crema con i frutti di bosco resta un classico da provare per concludere al meglio il divertimento a tavola, grazie anche ad un servizio puntuale. Poi lasciatevi trasportare dalla bellezza del luogo, approfittando anche del rinnovato lungofiume.


CAPANNINA CICCIO
Via Fabbricotti, 71
Ameglia
Tel. 0187 65568

mail: ciccio@ristoranteciccio.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA
<< Elenco Post

Scrivi un commento



Per inviare un commento devi essere loggato.







































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure