Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 17 Gennaio - ore 10.46

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

tantoneghevenoandae

A Terni un esame delle urine dopo un capodanno al Cocoricò

Con due macchinate cariche della consueta dose di esaurimenti, ignoranza e goliardia, questa volta il nostro gruppo mette nel mirino l'Umbria, dirigendosi in quel di Terni per una trasferta delicata ed insidiosa come un esame delle urine dopo un capodanno al Cocoricò.
Il viaggio scorre via veloce e tranquillo, contrassegnato da accesi dibattiti su una vasta gamma di argomenti, dalla fisica quantistica alla crisi mediorientale per arrivare alle condivisibili opinioni che democraticamente e legittimamente vengono espresse su questo blog da parte dei moralisti.
Moralisti del cazzo, direte voi.
Moralisti del cazzo, rispondo io.
Ad ogni modo, essendo tutti dei salutisti convinti nonché dietologi per passione, la trasferta viene accompagnata, come consuetudine, da una alimentazione sana ed equilibrata, rigidamente rispettosa delle prescrizioni contenute nel vademecum recentemente stilato da un gruppo di ricercatori della facoltà di medicina dell'Università "Nunzio Lazzaro" di Torino, dal titolo "101 modi per sopravvivere senza fegato e neuroni: istruzioni per l'uso".
Giunti a destinazione, A livello di quoziente intellettivo, ce la giochiamo con i delfini.
Per quel che mi riguarda, sarebbe carino che ognuno di voi si facesse un esame approfondito e mi comunicasse il proprio gruppo sanguigno, qualora un domani avessi bisogno di un rene.

Lo Spezia si presenta a questa sfida con la formazione migliore, con Nene' centravanti, chiamato a sostituire Calaiò, ancora impegnato a correggere la punteggiatura di ciò che scrivo.
Inizia la partita ma la posta in palio è troppo alta e lo spettacolo ne risente.
Entrambe le squadre rimangono totalmente ermetiche nella fase difensiva senza rischiare nulla in fase offensiva.
È come quando in discoteca non sai come abbordare la figa di turno, quella che ti balla lì, davanti a te, a portata di mano.
La marchi bella stretta, alla Pietrino Fusco, temporeggi senza fare fallo, non le fai fare neanche un passo ma ti manca il coraggio di approcciare.
Sai perfettamente che se sbagli l'intervento non avrai una seconda possibilità.
Allora preferisci rimanere in attesa, aspettare il momento buono.
Il momento in cui la pasticca che hai furtivamente infilato nel suo Gyn Tonic faccia il suo effetto.
Nel nostro caso la pasticca si chiama Antonio Piccolo, che al minuto 23, mette in moto l'autobus e si porta a scuola tutta la difesa Ternana.
Il vantaggio fa accrescere l'autostima dei nostri ragazzi che legittimano la propria superiorità con il raddoppio di Nenè, nella ripresa, bravo a sfruttare una papera del numero uno di casa, che nell'occasione manifesta preoccupanti problemi di deambulazione.

Sul due a zero, con la Ternana psicologicamente alle corde, la partita rischia di scivolare via veloce come come una saponetta nella doccia. Peccato che una volta chinati per raccoglierla ci pensa Ceravolo a sfruttare una nostra ingenuità difensiva riaprendo il match.
Gli ultimi 20 minuti quindi, sono di pura sofferenza, perché a noi piace così, perché è giusto soffrire, dove la tensione cresce proporzionalmente alla spinta della Ternana, che ci prova fino alla fine, mentre un freddo gelido accompagna i battimani del centinaio di innamorati al seguito.
La squadra tiene botta e alla fine ci sentiamo come una cicciona di 35 anni dopo il suo primo rapporto sessuale all'interno di una Smart. Indolenziti, stanchi ma felici.
Questa sera quando tornate a casa date una carezza ai vostri figli e dite loro che le aquile sono tornate. Loro capiranno e dormiranno come angioletti.
Se non dovesse servire, fategli leggere questo blog.
Con mia figlia ha funzionato.
E ora cercate di passare due giorni tranquilli, fate una capatina dal vostro centro di massaggi cinese di fiducia e tirate fuori l'abito da sera perché martedì ci giochiamo un'altra bella fetta di stagione e voglio vedervi carichi come un ventenne vergine pronto a bruciare la pensione di invalidità della nonna in un bordello di Lugano.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
<< Elenco Post

Scrivi un commento



Per inviare un commento devi essere loggato.

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News