Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 22 Settembre - ore 17.46

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

La dura Legge del Goal

Fallimento e titolo sportivo

Oggi analizzeremo un tema di stretta attualità, ovvero il fallimento delle società calcistiche e della possibilità di mantenere il titolo sportivo. Nel luglio 2004 la F.I.G.C aveva emanato il cosiddetto “lodo Petrucci” Oggi, a seguito di variazioni, si prevede che il titolo sportivo delle società non iscritte per motivi economici e finanziari alla serie A o B, può essere rilevato da una nuova società appartenente alla stessa città. La nuova società verrà iscritta al campionato inferiore di due categorie rispetto a quello di provenienza della vecchia società; la società in crisi potrà ripartire dalla terza categoria. Viene inoltre disposto che:
A. per usufruire del “lodo” la società in crisi deve avere nella sua storia almeno dieci anni consecutivi, oppure 25 anni non consecutivi, di partecipazione ai campionati professionistici;
B. la norma premiale di attribuzione del titolo non è automatica, in quanto è sottoposta al giudizio della F.I.G.C. previa audizione del sindaco della città e previa verifica che la nuova società sia in grado di fornire adeguate garanzie economiche;
C. al capitale della nuova società beneficiaria che ha acquisito il lodo non può partecipare chi ha posseduto quote superiori pari al 2%;
D. il deposito della domanda per essere ammessi al "lodo" deve essere effettuata entro due giorni dalla pubblicazione della decisione del Consiglio federale, allegando entro i successivi cinque giorni, la documentazione relativa alle garanzie espressamente richieste.
Il “lodo Petrucci”, se da una parte consente alla nuova società di conservare il titolo sportivo, dall'altra parte la penalizza, comportando l'automatica retrocessione nel campionato, oggi di due categorie
Tuttavia tale limite imposto dal “lodo” può essere ovviato, nel rispetto delle norme vigenti sia di diritto sportivo che di diritto comune, in quanto, in ipotesi di fallimento di una società di calcio potrebbe essere possibile per una nuova e differente società mantenere, senza disperdere il proprio capitale, gli stessi diritti derivanti dall'anzianità di affiliazione della vecchia società fallita e quindi rimanere nella stessa categoria conquistata durante il campionato disputato.

Per consulenze, domande o eventuali ricorsi inviate una mail a:
calciospezzino@cittadellaspezia.com
© RIPRODUZIONE RISERVATA
<< Elenco Post

Scrivi un commento



Per inviare un commento devi essere loggato.







































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News