Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 20 Marzo - ore 08.07

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Tecnologia e refitting, al via una Seafuture da record

Partita ieri in Arsenale la manifestazione che promuove il confronto tra i protagonisti dell'economia del mare. Presenti quasi trenta Marine militari. Pagni: "Un momento di coesione che dà speranza".

Tecnologia e refitting, al via una Seafuture da record

La Spezia - "Una manifestazione necessaria" (Massimo Federici). "Un evento che ha svoltato" (Lorenzo Forcieri). "Fondamentale per il recupero di un ruolo centrale nel Mediterraneo" (Cristiana Pagni). E si potrebbe andare ancora avanti, a forze di mini recensioni, per raccontare l'apertura di "Seafuture & Maritime Technologies", tenutasi ieri pomeriggio in Arsenale. L'inaugurazione si è svolta ieri pomeriggio nel padiglione 46 alla presenza di personalità istituzionali quali il Sottosegretario di Stato alla Difesa, Domenico Rossi, l'Ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi, Capo di Stato maggiore della Marina militare, Cristiana Pagni, presidente di La Spezia Eps (azienda speciale della Camera di Commercio delle Riviere di Liguria), Lorenzo Forcieri, presidente dell’Autorità portuale della Spezia e del Distretto ligure delle tecnologie marine, e del sindaco Massimo Federici. Sono intervenuti anche gli ingegneri Lorenzo Mariani, per Finmeccanica, e Alberto Maestrini, per Fincantieri.

La manifestazione - in programma fino al 27 maggio - è cresciuta negli anni e oggi si afferma nel panorama nazionale e internazionale come piattaforma di business e confronto tecnico-scientifico che mette intorno allo stesso tavolo i protagonisti dell’economia del mare: i big players (grandi imprese, armatori navali, cantieri, shipping, nautica), la Marina militare e le piccole e medie imprese, indotto di un settore strategico che si distingue per un forte dinamismo. La rilevanza internazionale, la partecipazione industriale e scientifica, il coinvolgimento delle Istituzioni e la qualificata presenza delle Marine militari estere, si ritrovano nei numeri della manifestazione: 5000 metri quadrati di esposizione, 120 espositori, 27 Marine Militari estere, 700 Advanced B2B preorganizzati, 16 mezzi navali in esposizione, 4 conferenze internazionali, 3 seminari tecnico-scientifici, 3 Seminari formativi in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti, il tutto impreziosito da una Business Convention (dove sarà protagonista Lamberto Tacoli, ex presidente dello Spezia) e dalla consegna degli Academy Awards, per una serata da Oscar. Grazie all’impegno dell’azienda speciale La Spezia Eps, che ha progettato e realizzato la manifestazione, in stretta collaborazione con la Camera Commercio delle Riviere di Liguria, la Marina militare, il Distretto ligure delle tecnologie marine, l’Autorità portuale della Spezia, la Regione Liguria e l’Italian Trade Promotion Agency, Seafuture 2016 è l’espressione delle potenzialità dell’Italia in termini di innovazione, sistemi, know-how, competitività e sviluppo.

Cruciale il tema del refitting. Le navi dismesse dalla Marina militare italiana, infatti, rappresentano un buon affare per le Marine estere minori, perché sono garanzia di affidabilità nel tempo. L’attuazione del programma navale d’emergenza garantisce il mantenimento e l’incremento del vantaggio tecnologico nazionale ed internazionale nel settore della cantieristica. Il refitting e la vendita delle unità della Marina non più in linea, costituiscono un’alternativa vantaggiosa alle demolizioni poiché generano lavoro per la cantieristica nazionale. L’impiego degli arsenali della Marina nelle attività di refitting costituisce un ulteriore valore aggiunto in termini di competenze e strutture.
Sostengono Seafuture 2016 Unioncamere Liguria/Rete Een Consorzio Alps, il Comune della Spezia, la Regione Liguria, e il Governo attraverso l'Alto patrocinio di: Ministero della Difesa, Ministero dello Sviluppo economico e Ministero delle Infrastrutture e Trasporti.

"Questa edizione - ha dichiarato un'emozionata Cristiana Pagni - rappresenta qualcosa di più, per l'importantissimo gioco di squadra che è stato fatto. Seafuture è fondamentale per il recupero di un ruolo di primo piano nel Mediterraneo da parte del nostro Paese. Un ruolo - si pensi all'impegno per la questione migranti, o alla centralità per quanto concerne le merci -, istituzionale, politico ed economico, che vogliamo ci sia riconosciuto. E ancora: possiamo porci come punto di riferimento per tutto il refitting navale, sia civile, sia militare, visto che in Italia abbiamo tre arsenale e tantissimi cantieri". E ha chiuso: "E' importante lanciare un messaggio di speranza per il nostro Paese. E un invito affinché il dialogo tra enti pubblici, imprese e centri di ricerca sia sempre più stretto".

Il commento di Luciano Pasquale, neo presidente della Camera di Commercio delle Riviere di Liguria: "Sono qui a testimoniare come il nuovo ente camerale voglia proseguire nel tracciato segnato dal presidente Gianfranco Bianchi. Seafuture è un'operazione spezzina, ma deve puntare sempre più a diventare riferimento internazionale. Dal canto nostro, ci impegneremo a fondo per favorire reti e aggregazioni tra imprese, in modo da aiutarne la competitività su scala globale".

"Sono felice di vedere la mia città protagonista - ha detto il sindaco Federici-. Seafuture è il posto migliore per parlare di temi quali economia del mare, politiche marittime integrate, dual use, tecnologie marine, refitting. Una manifestazione necessaria, che ha saputo coprire un vuoto e che è in piena coerenza con il percorso intrapreso dalla città, nel quale rientra appieno la realizzazione di un bellissimo campus universitario all'interno dell'ospedale militare".

Nel suo intervento, il presidente Forcieri ha dichiarato: "Seafuture ha svoltato e dovremmo impegnarci molto per mantenere l'attuale livello. La manifestazione rappresenta bene quali sono le eccellenze e le potenzialità del territorio. La partecipazione dell'Autorità portuale è stata una scelta precisa perché sin dall'inizio del mio mandato ho voluto che l'ente andasse oltre il suo ruolo di regolatore, ponendosi come soggetto primario e attivo per crescita e sviluppo, con particolare e naturale riferimento all'economia del mare". Il presidente ha poi precisato come La Spezia abbia bisogno "di una presenza costante nei settori della conoscenza e della ricerca universitaria e post universitaria, ambiti nel quale il Distretto ligure delle tecnologie marittime sta giocando da protagonista, anche con la proposta di sviluppare una scuola internazionale dedicata alle tecnologie marine".

"Questo evento è cresciuto così tanto - ha dichiarato l'Ammiraglio De Giorgi - che il nostro auspicio è che diventi ancora più potente e internazionale, imponendosi come baricentrico per temi sui quali la Marina vuole essere protagonista, come blue economy, sostenibilità, nuove tecnologie, dual use, riferito, quest'ultimo, sia alle unità navali, sia agli arsenali". Secondo De Giorgi, il refitting "è un'ottima alternativa alle demolizioni, che a volte creano contrasti. Con le potenzialità delle nostre basi e il concorso dell'industria navalmeccanica e di quella ad alta tecnologia, il refitting può diventare un comparto strategico, nel quale la Marina ha già maturato esperienze significative, per esempio con la cessione delle unità della Classe Lupo al Perù e di quelle della Classe Minerva al Bangladesh".

"Qua si stanno creando le basi per fare davvero sistema - ha detto il sottosegretario Rossi -, un sistema che travalica il territorio spezzino, raggiungendo una dimensione internazionale. E fare sistema, nel nostro paese, è la cosa più difficile. Ma è un obbiettivo imprescindibile". Il generale ex Scelta Civica ha poi aggiunto: "Con il Libro bianco e la Legge navale si è andati incontro alle esigenze della Difesa, sia in chiave organizzativa, sia operando per rendere le Forze armate pronte per cogliere le sfide della attuale situazione geostrategica". Uno sguardo alla Spezia: "Con il Piano Brin è stata riaffermata l'importanza della Difesa per questo territorio". Per Rossi, da Seafuture "arriva la conferma che i traguardi possono essere raggiunti laddove si uniscono assetti istituzionali e volontà di grandi, piccole e medie imprese". Ha poi osservato il sottosegretario: "La Difesa oggi persegue due interessi: uno, istituzionale, che mira a dotare il paese di adeguati strumenti militari; l'altro, è invece relativo all'importanza del calarsi nei territori per il loro sviluppo, per stimolare l'economia, per creare opportunità per i giovani". E grazie a manifestazioni come Seafuture, il nostro paese accresce il suo peso internazionale. "In casi come questo - ha concluso Rossi - emerge positivamente la capacità di fare sistema, che nel nostro Paese a volte è mancata. Il successo della manifestazione, poi, lo danno numeri come la partecipazione di quasi trenta Marine estere".

Ha svolto un ruolo di primo piano nell'organizzazione dell'evento l'Ammiraglio Donato Marzano, Comandante logistico della Marina. "Le opportunità di incontro offerte da Seafuture - ha detto - consentiranno di dar corso a sinergie virtuose fra eccellenze nazionali nella ricerca di soluzioni innovative per il Sistema Paese".

E' stata affidata all'ingegner Lorenzo Mariani la voce di Finmeccanica all'apertura di Seafuture 2016. "Sono onorato di essere qui in rappresentanza dell'ingegner Moretti - ha detto Mariani -. Leonardo Finmeccanica è un attore presente in tutti i settori chiave dello scenario attuale, dalle tecnologie duali alla logistica, passando per la cyber security. Con la consapevolezza che è necessario un continuo miglioramento per continuare a procedere nel segno della competitività. Eventi come Seafuture vanno in questo senso. Ha proseguito Mariani: "Noi come grande realtà industriale ci prendiamo la responsabilità di cercare di capire quali sono quei settori dove ci può essere sviluppo, e con quali prodotti, trascinando tutta la filiera delle piccole medie imprese che con noi sono chiamate ad affrontare questo processo di crescita". Un ringraziamento al Capo di Stato Maggiore, Giuseppe De Giorgi: "Con la Legge navale ha lanciato il cuore oltre l'ostacolo permettendo ai cantieri di mettersi in moto e guardare al futuro". E una parola sulla Spezia: "Il territorio spezzino è importante e vogliamo restarci".

Breve e ficcante l'intervento del direttore navi militari di Fincantieri, Alberto Maestrini, nei mesi scorsi in lizza per la presidenza di Confindustria La Spezia. "Voglio innanzitutto ringraziare Marina militare e Ministero della Difesa - ha esordito - per il sostegno che ci danno quando Fincantieri si presenta all'estero. Manifestazioni come Seafuture - ha proseguito - sono importanti perché la cantieristica è uno di quei pochi settori in cui l'Italia è leader mondiale, e si tratta di una nicchia ad altissima tecnologia. Un comparto, tra l'altro, dove realizziamo il prodotto finito. Un prodotto di grande complessità, vastamente specializzato". Uno sprone: "La cantieristica è un settore che va incentivato a migliorarsi. Noi alle istituzioni non chiediamo tanto aiuto, quanto una spinta ad essere più efficienti e competitivi. Senza dimenticare il ruolo di traino che realtà come Fincantieri hanno nei confronti delle piccole e medie imprese". La chiusura: "Noi siamo alla Spezia, al Muggiano, e siamo contenti di esserci. Ci resteremo, consapevoli che è necessario lavorare con uno sguardo internazionale".

Seafuture entra nel vivo, con ambizione e spalle larghe. Non resta che augurare "Buon vento a tutti!", prendendo il motto in prestito dal presidente Forcieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News