Il Teatro degli Imperfetti abbandonato riapre per una notte

Lunigiana - Nella splendida cornice del borgo di Fivizzano, il 13 agosto i “luoghi abbandonati” prendono voce. L’associazione culturale Desertis Locis, in collaborazione con Teatro Officine Karabosse, vi porterà alla scoperta di un mondo nascosto e poco conosciuto iniziando alle ore 18.00 con la presentazione del libro “Luoghi Abbandonati: tra paesi fantasma, chiese, castelli e archeologia industriale dell’Alta Toscana” di Maggy Bettolla presso la sala consiliare del comune di Fivizzano.
A seguire, dopo troppi anni di chiusura, il Teatro degli Imperfetti (Piazza Teatro – Fivizzano) aprirà le sue porte ai visitatori svelando la sua rovinata struttura e la mostra fotografica che lo abbellirà: “Il senso del Tempo interrotto” a cura degli associati di Desertis Locis. Una serata particolare che vi porterà alla scoperta di una realtà parallela alla vita quotidiana e che vi permetterà di esplorare un cinema abbandonato che solitamente è inaccessibile. L’evento, ad offerta libera, ha come scopo la raccolta di fondi atti al futuro recupero e riutilizzo di questa ex sala cinematografica.

Teatro degli imperfetti - cenni storici
Concepito dall'architetto Paolo Bargigli, lo stesso che disegnò il Teatro Impavidi di Sarzana, con sipario dipinto da Francesco Saverio Salvioni di Massa, con scenari realizzati da Luigi Facchinelli di Verona, il teatro degli Imperfetti fu inaugurato il 7 luglio 1810 con il patrocinio dell’Accademia degli Imperfetti.
Di forma ovale, con seicento posti a sedere, al suo interno si susseguì un'attività teatrale molto intensa fino al 1920, quando a causa di un violento terremoto, il Teatro fu gravemente danneggiato. Successivamente ripristinato e riadattato, ospitò i locali di una banca e di un cinema che rimase attivo fino ad 35 di anni fa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA