Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 19 Dicembre - ore 15.02

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Agenda Eventi La Spezia

Teatro Civico (La Spezia)

Segnala un evento

Domenica 28 gennaio 2018, ore 20.45

Teatro Stabile di Genova

INTRIGO E AMORE

di Friedrich Schiller

con Roberto Alinghieri, Alice Arcuri, Enrico Campanati, Andrea Nicolini, Orietta Notari,Tommaso Ragno, Simone Toni, Mariangeles Torres, Marco Avogadro, Daniela Duchi, Nicolò Giacalone
regia Marco Sciaccaluga
scena e costumi Catherine Rankl
musiche Andrea Nicolini
luci Marco D’Andrea


Scritta nel 1783, quando Schiller aveva solo 24 anni, Intrigo e amore (Kabale und Liebe) è la storia di un legame profondo e impossibile, di una passione indomabile, di intrighi e gelosie, di unioni e duelli, di verità e menzogne, di corruzione e libertà: c’è tutto questo nel dramma di Schiller, il cui nucleo è il conflitto tra il potere tirannico e il diritto alla felicità dell’essere umano, oggettivato nell’incontro-scontro fra due classi, la nobiltà ricca e la piccola borghesia povera. Gli aspetti melodrammatici di Intrigo e amore diedero lo spunto a Giuseppe Verdi per comporre, nel 1848, Luisa Miller, ispirata proprio al testo di Schiller.

«Di Intrigo e amore colpiscono veramente tante cose. Innanzitutto, che sia stato scritto da un ragazzo di poco più di vent’anni. Un ragazzo di genio, certo, ma anche con la voglia tipica dei giovani di dire tutto. Di qui, è nato un testo veramente “smisurato”, per dirla con Hölderlin, che procede per grandi sequenze messe una dopo l’altra, che infine però raggiungono la finalità di raccontare una storia compiuta: coinvolgente, emozionante, con sempre al centro l’uomo con le sue contraddittorie passioni.» Marco Sciaccaluga, il regista.

Siamo nel Settecento, nella Germania preromantica dello Sturm und Drang. Il nobile Ferdinand, figlio del potente ministro Von Walter, s’innamora ricambiato della borghese Luise Millerin, figlia di un umile violoncellista. Il padre del giovane cerca in ogni modo di ostacolare l’unione e di convincere Ferdinand a sposare la favorita del principe, anche per ottenere una promozione. Il sentimento sincero e profondo del figlio però, non lo fa desistere dal desiderio di sposare Luise. ll ministro dunque, escogita un bieco intrigo, messo in atto con la complicità del suo segretario Wurm (in italiano significa “verme”) che condurrà la vicenda verso un epilogo drammatico.

Durata 3 ore, intervallo incluso

Ingresso (prevendita €1)

I settore platea, barcaccia e palchi I fila: intero € 28 – ridotto € 25 – Scuole e Istituti superiori accompagnati dagli insegnanti: €12

II settore platea, I galleria, palchi II fila: intero € 23 – ridotto € 20 – Scuole e Istituti superiori accompagnati dagli insegnanti: €10

II settore galleria, palchi III fila: intero €13 – ridotto €11 – Scuole e Istituti superiori accompagnati dagli insegnanti: €7

I biglietti vanno ritirati non oltre una settimana prima dello spettacolo

Spettacolo in abbonamento




Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News