Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 18 Settembre - ore 20.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

La recensione: "Alta fedeltà" di Nick Hornby

La recensione: "Alta fedeltà" di Nick Hornby

- Si può dividere l'esistenza con qualcuno che ha una collezione di dischi incompatibile con la propria? Si possono avere dei gusti terribili e allo stesso tempo essere una persona degna di essere frequentata? Le canzoni tristi rischiano o no di mettervi a soqquadro la vita, se le ascoltate senza moderazione?
Trentacinquenne appassionato di musica pop, ex dj e attualmente proprietario di un negozio di dischi in cattive acque, Rob Fleming è pieno di interrogativi che lo inquietano. La ragazza lo ha appena lasciato; se per caso ritornasse, sarebbe capace di amarla totalmente, disperatamente come adesso? E inoltre: non farebbe meglio a smettere una buona volta di vivere in mezzo ai cd e a trovarsi un vero lavoro, a farsi una vera casa, una vera famiglia?
Tormentato da questi non lievi problemi esistenziali, ed esulcerato dalla perdita, dalla gelosia, dal desiderio, Rob se ne va in giro per la Londra dei pub e della musica d'avanguardia, spesso divagando e svagandosi con esercizi mentali decisamente gratuiti anche se molto impegnativi. Ad esempio, si diverte a stilare classifiche - i top five di ogni tempo - su tutti i possibili argomenti: i migliori film, i migliori libri, i migliori complessi musicali, le migliori canzoni, persino le più grandi fregature amorose (le sue, naturalmente; ne ha avuto parecchie).
Appassionato, commovente, amaro, ma anche e soprattutto ironico, anche e soprattutto divertente, Alta fedeltà mette felicemente in scena le avventure, gli amori, i sogni, le disillusioni di una generazione (di trentenni) già piuttosto provata, ma ancora piena di voglia di vivere.

Il diario di un trentenne perennemente immaturo, la paura di affrontare le responsabilità; un ritratto ironico, scanzonato ma tremendamente veritiero degli anni ’90 e delle difficoltà che si incontrano salendo gli scalini della vita
Protagonista è Rob un eterno teen-ager che vive intorno alla musica, proprietario di un negozio di dischi a Islington, non vuole scendere a patti con la maturità finché la sua fidanzata e convivente non lo lascia per un altro (il loro vicino di casa).
Il libro ruota intorno a questo strambo protagonista e alla sua analisi personale, accompagnata dalla colonna sonora della sua vita, al suo cercare di capirsi e al tentativo continuo di conquistare di nuovo Laura, la sua ex fidanzata. Hornby racconta con nostalgia la Londra dei primi anni novanta, è una città reale quella dove inserisce i suoi strampalati personaggi: oltre a Rob ci sono Barry e Dick, amici nonché compagni di lavoro del nostro protagonista, c’è poi la storia a ritroso della vita amorosa di Rob, alla ricerca dei suoi errori con le passate compagne della sua vita, dalla prima cotta al college fino all’ultima “compagna di letto” appena prima di conoscere Laura.
L’autore riesce dipingere un quadro ironico e sincero dei trentenni, lo fa attraverso le loro paure e i loro bisogni: lo racconta con estrema dovizia di particolari. I rapporti che ci racconta sono veri: da quello impari e perennemente arrabbiato con i genitori, a quello difficile ma voluto con Laura, passando per i contrasti e il bisogno degli amici.
Appassionato, commovente, amaro, ironico, divertente e disincantato, “Alta fedeltà” mette in scena le avventure, le illusioni, gli amori e i desideri di una generazione in perenne contrasto con se stessa e con la paura di crescere.
E’ del 2000 l’adattamento cinematografico con l’attore John Cusack, film che però mostra profonde differenze con il libro tra cui l’ambientazione che da Londra si sposta a Chicago.

L’AUTORE:

Nick Hornby è uno scrittore inglese. Nato a Redhill il 17 Aprile 1957 vive a Highbury, un quartiere a nord di Londra. La sua fama come scrittore ha avuto inizio con il romanzo autobiografico “Febbre a 90°” che narra la sua vita come tifoso dell’Arsenal. Oltre ad “Alta fedeltà” (1995) ha scritto: “Febbre a 90°” (1992), “Un ragazzo” (1998), “Come diventare buoni” (2002), “31 canzoni” (2003), “Non buttiamoci giù” (2005) e “Tutto per una ragazza” (2008).

TITOLO: “ALTA FEDELTA’ ”
TITOLO ORIGINALE: “HIGH FIDELITY”
AUTORE: NICK HORNBY
EDITORE: GUANDA
PAGINE 253

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News