Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 08 Dicembre - ore 19.02

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Santo Stefano, ecco il comitato "Scuole sicure"

La proposta: "Un nuovo polo scolastico che possa sostituire le strutture obsolete e rispondere all'esigenza di nuovi posti".

Santo Stefano, ecco il comitato `Scuole sicure`
Val di Magra - Il 30 settembre si è costituito a Santo Stefano il comitato 'Scuole Sicure'. Un nutrito gruppo di genitori, al di fuori da logiche partitiche, in modo serio costruttivo e propositivo ha optato per imprimere all'iniziativa una forte piega civica ampliando il concetto di genitorialità consapevole.
"Una scelta forte - spiegano i promotori - dettata dall’analisi della realtà e con l’accelerazione emotiva di più fattori fra cui: l’evento sismico del 23 giugno di quest’anno quando la terra di Santo stefano è stata, suo malgrado, protagonista di un sisma 4.0, i tragici fotogrammi documento della violenza distruttiva in italia centrale, l’inutilità di ristrutturazioni migliorative scolastiche che appena inaugurate si trasformano in cumuli di macerie a dimostrazione che le toppe su vecchi edifici non bastano.
Genitori cioè, che non curano semplicemente in modo amorevole i proprio figli, ma che si mettono in gioco per la comunità impiegando volontariamente tempo, energie e professionalità, per contribuire a tessere la rete di benessere e sicurezza in cui dovrebbero studiare, vivere e crescere i bambini.La sicurezza è proprio il concetto cardine su cui ruota l’intera attività del comitato, spaziando a tutto tondo da servizi ad infrastrutture. Da una parte la sicurezza di servizio (cyber bullismo, agenti inquinanti, cardioprotette, ludopatia, droghe etc..), dall’altra la tematica principe su cui si focalizza l’energia del comitato è la sicurezza nelle infrastrutture. Ovvero adeguamento sismico, impianti elettrici ed antincendio, piani di evacuazione, barriere architettoniche, locali dove svolgere in sicurezza attività sportive ecc.".

Proseguono dal comitato, presieduto da Mariacristina Santorocco: "Alcuni edifici scolastici del comprensivo ISA 12 sono ampiamente datati e con indici di vulnerabilità sismica nettamente al di sotto della soglia minima dell’indice vita che dovrebbe essere almeno pari ad 1 ma così non è per la Scuola Media Schiaffini, con Indice vita= 0,28 per palestra e locali attigui e 0,54 per la restante parte, Scuola Elementare C. Arzelà Indice vita =0,67; alcune scuole poi non sono mai state simicamente valutate (vedi scuole Materne ed Elementari di Belaso). Abbiamo edifici già fortemente sottoposti ad opere di ampliamento per sopperire l’ormai annosa carenza di aule per un territorio in continuo crescita, scuole non attrezzate per alunni diversamente abili, scuole dove non si può svolgere ginnastica per assenza di una palestra, scuole energicamente inefficienti a danno di alti costi di gestione".

Il comitato intende operare per scuole "dove il diritto allo studio non debba essere subordinato al rischio fisico o alla rassegnata abitudine che sarà sempre così. Il progetto che appare così “visionario” di una scuola sicura, ecocompatibile ed ecosostenibile è già realtà in molti altri comuni italiani, anche vicino a noi abbiamo esempi di nuovi edifici scolastici, esempi di eccellenza e di amministrazioni illuminate che hanno scelto di rivolgere finalmente il loro sguardo verso le nuove generazioni: Calcinaia (PI), Borghetto Vara, Parma, San Felice sul Panaro etc…auspichiamo che possa diventare una cosa concreta anche a Santo Stefano, un fiore all’occhiello per tutta la comunità.
E’ proprio con questi presupposti che il comitato Scuole Sicure vuole promuovere la costruzione di un nuovo polo scolastico che possa sia sostituire quelle obsolete strutture i cui costi di adeguamento sarebbero elevatissimi (vedi progetto del lontano 2006 per adeguamento Scuola Schiaffini di 1.150.000 euro) che rispondere alle richieste di nuovi posti per le numerose famiglie che oggi sono costrette a far migrare i propri figli per motivi di studio in altri comuni.
Il 5 ottobre si è formalmente aperto il tavolo dialogo fra pubblica amministrazione e comitato. L’auspicio dei genitori è che possano esserci i margini affinchè questo dialogo sia collaborativo, fattivo e duraturo anche se l’approccio al problema appare da subito abbastanza disarmonico. Sono stati infatti pianificati nelle scuole interventi non di adeguamento ma piccoli interventi di miglioramento che purtroppo non mutano in modo sostanziale la realtà scolastica. La speranza è che si superi finalmente la logica fin qui intrapresa di approntare esclusivamente soluzioni tampone ma di operare in modo risolutivo e lungimirante".

Per chi volesse conoscere ed approfondire, il Comitato sarà presente il 3 dicembre dalle 15.30 alla ex ceramica Vaccari all’evento “La genitorialità”.
Per chi fosse interessato a saperne di più :
www.scuolesicure.altervista.org oppure scuolesicure@altervista.org
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia





























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure