Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 27 Maggio - ore 10.20

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Prima di Pasqua un nuovo soggetto per il porto Bocca di Magra"

De Ranieri annuncia gli ultimi sviluppi e replica ad opposizione e lavoratori: "C'è la possibilità di cedere la gestione ad un terzo per procedere con la liquidazione mantenendo il servizio".

`Prima di Pasqua un nuovo soggetto per il porto Bocca di Magra`

Val di Magra - “In data di oggi ci è pervenuta una nota del liquidatore nella quale chiede la possibilità di cedere la gestione del porto ad un terzo per procedere con la liquidazione e mantenere il livello di servizio che si aspettano i clienti”. Lo annuncia il sindaco Andrea De Ranieri il quale in merito alla vicenda della partecipata “Ameglia Servizi” spiega: “Ovviamente questa procedura dovrà essere autorizzata dalla Giunta comunale e conseguentemente il liquidatore provvederà in tempi rapidissimi ad assegnare la gestione, garantendo per primi proprio i lavoratori che oggi lamentano il ritardo nei pagamenti. Il nostro auspicio è avere prima di Pasqua un nuovo soggetto a gestire il porto”.
De Ranieri oggi è però tornato anche su dubbi e critiche sulla gestione della vicenda sollevate nei giorni scorsi dall'opposizione: “Ho letto numerose prese di posizione da parte del consigliere Benelli contro i bandi di cessione delle concessioni della Torretta e di Fiumaretta, sempre da parte di Ameglia Servizi. Il consigliere pretenderebbe che il Liquidatore si confrontasse con lui prima di procedere con atti di gestione autorizzati dal Consiglio comunale, un’intromissione gravissima – afferma - nelle competenze e nella libertà di gestione che la legge riconosce al Liquidatore della società. Inoltre, sempre Benelli, pretenderebbe di discutere nella Commissione che presiede di pratiche attinenti il funzionamento degli uffici comunali. Mi accusa di tirarmi indietro sul confronto quando per la giornata di domani, in cui ha convocato la commissione a cui non parteciperò, affronterò gli stessi argomenti nella conferenza dei capigruppo richiesta dalla consigliera Fontana. Un atteggiamento vergognoso – rincara - in cui alla mancanza di rispetto istituzionale nei confronti del Sindaco si aggiunge una profonda non conoscenza del funzionamento dell’amministrazione comunale.Questo tipo di atteggiamento danneggia l’immagine del Comune e causa sfiducia nelle persone coinvolte dalla situazione, in primis i lavoratori di AST che vengono volgarmente strumentalizzati per portare avanti una campagna diffamatoria nei confronti dell’AC e del Sindaco”.
Altrettanto ferma ma più pacata la replica riservata ai lavoratori della partecipata: “Leggo con delusione alcune dichiarazioni – prosegue De Ranieri - essi sanno bene come già prima delle elezioni del 2014 molti sospetti gravassero sulla gestione della società e come essi si siano scoperti solo dopo i controlli contabili voluti proprio da Giampedrone. L’Amministrazione comunale da subito si è impegnata nel trovare soluzioni che scongiurassero la chiusura immediata e si è proceduto con attenzione al tentativo di ricapitalizzazione bloccato nell’estate 2015 dalla normativa in vigore. Nel marzo 2016, quando si è approvato il bilancio dell’anno 2015 la scelta è stata obbligata, tentare la cessione della società o procedere alla liquidazione. Se l’Amministrazione nel 2014, all’indomani del risultato del primo controllo contabile e dell’emersione del debito milionario, avesse provveduto come si fa per una società privata, Ameglia Servizi sarebbe stata chiusa da due anni e i lavoratori, che oggi lamentano giustamente il ritardo nel pagamento degli stipendi, non avrebbero più avuto un lavoro da tempo. Invece – conclude - siamo riusciti a mantenere il pagamento puntuale degli stipendi per due anni e a trovare una garanzia di continuità per il futuro legata proprio all’ingresso di un terzo nella gestione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia





I SONDAGGI DI CDS

Mimmo Di Carlo in scadenza di contratto, vorreste vederlo ancora sulla panchina dello Spezia?
56,3% 
43,7% 























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure