Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 22 Aprile - ore 05.46

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Nasce il progetto "Terre del Novo", tre comuni uniti per la promozione turistica

Siglato il protocollo d'intesa fra Castelnuovo, Ortonovo e Fosdinovo

Nasce il progetto "Terre del Novo", tre comuni uniti per la promozione turistica

Val di Magra - Val di Vara - Tre comuni, due diverse regioni ed un unico percorso di promozione del turismo e valorizzazione delle tipicità del territorio. Questi i contenuti del patto di collaborazione siglato questo pomeriggio dai sindaci di Castelnuovo Magra, Fosdinovo ed Ortonovo che dopo quasi due anni di lavoro hanno dato vita al progetto “Le Terre del Novo”. Simbolo dell’intesa, sostenuta anche dalle giunte di Liguria e Toscana, è l’ufficio Iat che porta il nome dell’iniziativa, inaugurato sull’Aurelia a pochi passi dal confine fra Liguria e Toscana. Dopo il rituale taglio del nastro, l’atto della firma vera e propria si è tenuto presso le vicine Cantine Lunae di Paolo Bosoni, perché olio e vermentino sono prodotti fondamentali per l’economia di questa terra.
Qui è stato inoltre presentato il progetto multimediale di Simone Leonardi che ha catalogato in 3D i numerosi sentieri che da Luni Antica portano fino al Castello Malaspina, passando per il Castello dei Vescovi di Luni e l'Enoteca Regionale. Zona di arrivi e partenza in epoca romana, come ha evidenziato il coordinatore del progetto Fabio Baroni, “di connessione con il resto del mondo ora accomunata dal toponimo ‘novo’ per un progetto che darà risultati importanti”. Una nuova realtà su cui puntano molto gli amministratori locali come ha spiegato l’assessore al turismo di Castelnuovo Magra Manuele Micocci: “Oggi ci spogliamo dei nostri confini amministrativi per dedicarci a questo progetto che unisce tre territori. Diverse regioni e dialetti differenti ma anche luoghi con le stesse peculiarità. Il logo, che accompagnerà tutte le iniziative e prossimamente anche un sito internet, riprende l’Anfiteatro di Luni, simbolo della nostra storia e delle nostre tradizioni. Puntiamo ad un’offerta turistica unica, basata sulla qualità e la sostenibilità”. “Questa –ha proseguito il sindaco Marzio Favini - è un’iniziativa di grande interesse. Mi fa piacere evidenziare la facilità con cui i tre comuni hanno dialogato fra loro per trovare un punto d’incontro, utile anche in prospettiva. Il mio auspicio infatti è quello di una sinergia che in futuro possa essere estesa anche ad altri ambiti amministrativi dato che in confini fortunatamente sono solo sulle carte geografiche”.
La fusione con Ortonovo è ormai qualcosa di più di un’idea ma l’ottima intesa con Fosdinovo potrebbe allargare ulteriormente la collaborazione fra i tre paesi limitrofi. Particolarmente rilevante in questo senso la presenza del capo di gabinetto dell’ufficio turismo della Regione Toscana Manuele Braghero: “L’iniziativa –ha detto- ci sembra molto importante anche per superare campanilismi e regionalismi che non servono a nessuno, soprattutto in un momento come quello attuale. Questa zona è la porta d’ingresso della via Francigena, un percorso turistico nel quale abbiamo investito molti milioni di euro e in cui crediamo molto. Noi non vogliamo competere con il turismo di massa e a basso costo che viene offerto altrove, c’interessa valorizzare i nostri paesaggi che sono unici. “Le Terre del Novo” avranno uno spazio sul nostro sito Internet, fra i primi cinque in Europa per contatti; sono un prodotto sui cui puntare con forza, una sfida importante che i tre comuni stanno affrontando con grande determinazione”.
Toscana, premiata recentemente da Trip Advisor con il “Travelers’ Choice Wine Destinations award”, rappresentata anche dal primo cittadino di Fosdinovo Massimo Dadà: “Cultura e turismo sono sempre le prime voci che vengono tagliate dai bilanci degli enti locali –ha sottolineato- scelte che mettono a dura prova la sopravvivenza dei nostri territori. Oggi però sono molto contento di essere qui perché questa iniziativa è fondamentale per un settore che è parte integrante delle terre che rappresentiamo”.
Particolarmente significativa infine le presenze del sindaco di Ortonovo Francesco Pietrini e dell’assessore al turismo Carola Baruzzo dopo le due alluvioni che hanno messo in ginocchio il comune. “Il nostro territorio è stato violentato da acqua e fango –ha detto Pietrini- per questo siamo molto orgogliosi di essere qui. La nostra terra permette un certo tipo di turismo che predilige i viaggiatori ai grandi numeri. Il nostro compito quello di promuovere senza distruggere”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Firma del protocollo
Taglio del nastro
Il nuovo ufficio Iat 'Terre del Novo'


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News