Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 11 Dicembre - ore 18.02

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Topless, convivenze e unioni civili. Come sono cambiati i tempi

di Bert Bagarre

Sprugoleria
Topless, convivenze e unioni civili. Come sono cambiati i tempi

- Spesso mi chiedo se gli Sprugolotti sono conservativi.
Se solo gli imbecilli, disse quel tale, non mutano idea, è altresì vero che è arduo restare fedeli allo stesso modo di pensare: soprattutto in un mondo così volubile come mai s’è visto, specie in questa landa che da 150 anni è terra di migrazioni, ognuna con appresso il bagaglio della propria mentalità.
Solo pochi anni fa i naturisti che esponevano i corpi nudi all’abbronzatura, rischiavano di venire malmenato se non bastonati. Oggi sulle spiagge che adornano Sprugolandia topless e tanga non destano alcun scalpore: i commenti scandalizzati d’antan spesso venati dall’ipocrisia di chi non aveva il physique du rôle idoneo per tali prodezze, li hanno soppiantati gli sguardi compiaciuti di incalliti voyeur, seduttori falliti.
Occorre abituarsi ai cambiamenti che ci hanno modificato con il ritmo dell’esistenza, anche il criterio di valutazione delle cose del mondo. Come altre volte ho detto, un giorno o l’altro dovremo spiegare ai nostri bambini eurocresciuti che marco e franco una volta erano anche nomi di divise, parola che indica più cose: nel caso, la moneta che corre in un Paese.
Il mutamento che a volte pare proprio genetico coinvolge ogni aspetto dell’esistenza: dalla valuta agli stili di vita, dagli affari alla morale.
Complici tanti fattori anche economici, le convivenze aumentano, accettate da genitori e comunità con pari facilità come cinquant’anni fa fu deprecata la liaison fra Coppi e la sua Dama Bianca, rapporto che portò i due all’incriminazione. Anche il diritto è figlio dei tempi che sono sempre andati al di là del bene e del male, due concetti né eterni né universali, ma variabili secondo il contingente.
Giusto un paio di settimane fa, la divisa, in questo caso nell’accezione di uniforme, ha fatto notizia nella nostra austera landa della Sprugola un evento che, tuttavia, non ha suscitato scalpore come sarebbe successo appena qualche anno fa, generando solo una comprensibile curiosità. Due “soldatesse” della Marina Militare si sono unite civilmente coronando il loro sogno d’amore.
La cronaca che ha informato sullo svolgimento del contratto civile, ha precisato che al termine della cerimonia la nuova coppia è passata sotto il ponte delle spade alzate dai colleghi. È una cosa molto suggestiva che vissi quando si sposò mia figlia che al termine della sfilata non s’aspettava di ricevere una piattonata di spada sul sedere accompagnata dalla fatidica frase “Benvenuta in Marina!”.
Ma a Maria Rosa e Lorella le tre parole non sono state dette: della famiglia dei solini blu facevano già parte!

BERT BAGARRE

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia































Dove acquisterai prevalentemente i tuoi regali di Natale?












Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News