Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 13 Dicembre - ore 14.06

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Il grande scherzo del maremoto del '76

di Bert Bagarre

sprugoleria
Il grande scherzo del maremoto del '76

- Non si passa sotto una scala aperta, il gatto nero è da evitarsi e lo specchio che vada in frantumi: sono norme da rispettarsi pena una serie interminabile di disgrazie. È la superstizione da cui ognuno si dichiara assolutamente immune, salvo poi compiacerla, magari di nascosto, perché non si sa mai. In breve, si tratta dell’antica storia del “non è vero, ma ci credo”, che non risparmia neppure Sprugolandia.
Per testimoniare la veridicità di quanto affermo, vale la pena di ricordare quel che successe in questa landa giusto quarantadue anni fa, venerdì 16 dicembre 1976, anno bisestile.

Dunque, qualche tempo prima della data horribilis, per la landa della Sprugola cominciò a circolare una voce per la quale, sulla base di un’interpretazione di una ininterpretabile quartina di Nostradamus, il venerdì 17 di un non meglio precisato anno bisestile l’intero litorale tirrenico sarebbe stato sconvolto da un tremendo maremoto che avrebbe rivolto particolare attenzione proprio a questa terra.
La nuova, accolta dapprima con scetticismo misto ad ironia, in non molto tempo crebbe con autorevolezza per il passaparola che la ripeteva ingigantendola ed ampliandola a dismisura, sì che ad ogni trasmissione del messaggio si faceva sempre più truculenta la descrizione di effetti e conseguenze.
La cronaca locale, com’è naturale, raccolse il sempre più spaventato pissipissi aumentando di conseguenza il vero e proprio stato di terrore che si andava diffondendo fra la gente della Sprugola: partita come venticello, al pari della calunnia di Don Basilio, s’era presto trasformata in un possente colpo di cannone che rimbombava suscitando timore e tremore.

In prossimità del fatidico dì, ci si guardava muti interrogandosi nel silenzio su quale cosa fossa più opportuno fare. La fuga fu la soluzione che raccolse maggiori adesioni. Molti se ne andarono prima giustificandosi con le più inverosimili spiegazioni, ma la maggior parte alzò le gambe convinti da un acquazzone che Giove Pluvio scatenò su Sprugolandia proprio quel venerdì: mai se ne vide tanta e molti pensarono poi che quella gran massa d’acqua suggerì il film “La tempesta perfetta”.
Passata la mezzanotte, il tempo si calmò e la mattina seguente tutti gli ex terrorizzati (c’ero anch’io) a incontrarsi sorridenti e farsi beffa di chi aveva abboccato a quello grande scherzo.
Così va il mondo anche da ‘ste parti, ma nessuno fece caso che in quell’Anno Domini 1976 c’erano già stati due venerdì 17: a gennaio ed a settembre. Perché allora proprio a dicembre si scatenò quella psicosi?
Lo dovremmo chiedere ad un psicologo delle masse.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia































Dove acquisterai prevalentemente i tuoi regali di Natale?












Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News