Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 13 Dicembre - ore 22.44

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Dai picchi da portone al tastierino. E' il turismo, bellezza!

di Bert Bagarre

Sprugoleria
Dai picchi da portone al tastierino. E' il turismo, bellezza!

- I portoni delle case di Sprugolandia, ma non solo in questa terra, una volta erano muniti di due grossi anelli di ferro battuto che servivano da campanelli. Chi voleva entrare, impugnando il grosso cerchio, batteva con forza sulla base che gli stava sotto perché chi era all’interno, avvisato della sua presenza, aprisse il pesante uscio.
Poi, molto tempo dopo ma anche non pochi anni fa, il sistema fu sostituito da un nuovo modo di chiedere l’ingresso: a lato del portone comparve una pulsantiera con i nomi degli inquilini. Da allora è sufficiente pigiare il nome della casa in cui si vuole andare, per sentire subito dopo o quasi, una voce che dall’interno chiede “chi è?” e più o meno in contemporanea un tic metallico avverte che l’accesso è possibile. Oggi poi telecamere incorporate fanno anche vedere chi chiede l’accesso.
Però, accanto alla pulsantiera, capita sempre più spesso di vedere un tastierino numerico su cui è sufficiente digitare una combinazione nota solo agl’interessati che funziona come chiave ed il portone si apre senza bisogno che si provveda dall’alto.
Il sistema è usato da chi destina l’appartamento di proprietà a casa vacanza, cosa che spiega il perché del proliferare di targhe che portano nomi spesso così strampalati da sembrare inverosimili. Però, informano che lì funziona un B&B, strana sigla anglofila per indicare un’abitazione in cui il turista, odierno viandante, usufruisce di letto, servizi, cucina ed eventuali altri optional previsti dal menu.
Il numero di targhe di questo genere qua a Sprugolandia è in continuo aumento sì che pare che con questa crescita veramente esponenziale, si avveri l’antico sogno, che mai si riuscì a portare a compimento, di coinvolgere alfine l’intera terra che madre Sprugola disseta, nel realizzare “l’industria del forestiero”, che era il nome con cui una volta si chiamava il turismo.
È la rivincita sul passato con cui i contemporanei vendicano l’ingiuria patita dai loro bis-trisnonni, o più banalmente sono i nuovi tempi che consigliano di adottare queste soluzioni in mancanza di altre possibilità produttive?
Non mi addentro nella questione limitandomi a far notare a quei pochissimi che ancora non se ne sono accorti che il paesaggio del nostro territorio è davvero cambiato: tanto per le tante targhe e tastierini che adornano i portoni, quanto per l’aspetto ormai assunto dagli esercizi pubblici che non ce n’è uno che non abbia al suo esterno un recinto chiuso e protetto detto dehors che ospita chi voglia mangiare come da tempo succede nei bistrot d’oltralpe: non inventiamo nulla, sotto il sole niuna novità.

BERT BAGARRE

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia































Dove acquisterai prevalentemente i tuoi regali di Natale?












Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News