Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 29 Maggio - ore 21.26

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Quattro Chitarre al liceo per scoprire e ricordare De André | Video

Questa mattina al Parentucelli di Sarzana lezione-concerto nell'anniversario della scomparsa. Petricone: "Non si impara solo dai libri, crediamo molto in queste iniziative".

Quattro Chitarre al liceo per scoprire e ricordare De André<span class=´linkFotoA1´ style=´color: #000´> | <a href=´/videogallery/Le-Quattro-chitarre-ricordano-De-Andre-1096.aspx´ class=´FotoVideoA1´ style=´Font-size: 33px´>Video</a></span>

Sarzana - Ricordato in tutta Italia nel diciottesimo anniversario della sua scomparsa oggi Fabrizio De André è stato “materia di studio” per tantissimi studenti del Liceo Parentucelli di Sarzana. Nell'auditorium dell'istituto hanno infatti potuto ascoltare la coinvolgente lezione-concerto del gruppo “Le quattro chitarre” capitanato da Pasquale Dieni e completato da Aldo Ascolese, Gianluca Origone e Gianni Amore. Più di due ore di musica e parole, nelle quali gli artisti genovesi con grande sensibilità hanno ripercorso alcune delle tappe più importanti della carriera di Faber, raccontando anche sfumature e contesti di brani come La città vecchia, Una storia sbagliata, Il testamento di Tito, La guerra di Piero e la Canzone di Marinella.
Classici che hanno permesso anche di legare gli spunti letterari offerti dalle canzoni di De André a figure come Pasolini, Montale o Bob Dylan. “Il fatto che quest'ultimo abbia ricevuto un Premio Nobel – spiega a CdS la dirigente scolastica Vilma Petricone – testimonia come il ruolo del cantautore non sia più solo legato alla musica. Per questo, visto anche il solido rapporto fra Fabrizio e Sarzana abbiamo deciso di organizzare questa iniziativa – che il Miur ha promosso nelle scuole genovesi – per avvicinare anche i nostri studenti a canzoni e testi utili per il bagaglio personale di ciascuno”.
Un evento voluto in una data molto significativa e che per molti studenti ha rappresentato un'occasione per scoprire la storia dell'artista. “Non abbiamo avuto alcun finanziamento – ammette la preside - ma grazie all'impegno dell'insegnante Vera Zambò e alla preziosa collaborazione di Mimmo Iorio che è un grande appassionato, siamo riusciti ad avere qui “Le quattro chitarre”. Non si sono limitati ad eseguire i brani – aggiunge – ma li hanno anche introdotti analizzando il significato dei testi con parole adatte ai ragazzi. Per noi è stato uno sforzo importante ma crediamo molto in queste cose, la nostra è una scuola nella quale parallelamente all'offerta didattica si cerca anche di coltivare musica e cultura per dare qualcosa in più ai nostri studenti”.
Venerdì infatti il Parentucelli aderirà alla 'Notte nazionale del Liceo Classico' mentre prossimamente, nell'ambito del gemellaggio con la Cina, ospiterà un balletto popolare accostandosi così anche ad una realtà artistica molto lontana. “Si tratta di linguaggi che rappresentano una cultura a 360 gradi – conclude Petricone – perché non si impara solo dai libri ma anche da tutto ciò che si può vedere e ascoltare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Video

11/01/2017 - Le "Quattro chitarre" ricordano De André al Liceo Parentucelli


Notizie La Spezia





I SONDAGGI DI CDS

Mimmo Di Carlo in scadenza di contratto, vorreste vederlo ancora sulla panchina dello Spezia?
56,3% 
43,7% 























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure