Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 19 Settembre - ore 09.15

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Il buon esempio dei giovani di Libera

Nei giorni scorsi a Sarzana si è svolto il primo raduno regionale. Incontri e tavoli tematici all'insegna di legalità e condivisione.

Il buon esempio dei giovani di Libera

Sarzana - Val di Magra - Negli ultimi tempi si è parlato spesso di “giovani” facendo riferimento a coloro che hanno fatto scattare controlli delle forze dell'ordine e nervi di molti sarzanesi con discutibili e spiacevoli comportamenti notturni. Una minoranza parecchio annoiata che ha fatto parlare di sé per atteggiamenti nettamente contrastanti rispetto a quelli, ben più confortanti, dei loro coetanei che la settimana scorsa hanno dato vita a “Life is sweet”, primo raduno dei ragazzi e delle ragazze di Libera Liguria che si sono ritrovati a Sarzana per tre giorni di formazione, impegno, confronto e condivisione, accompagnati dalla costante presenza del “Polpo Belin”, ironica mascotte dell'evento.
Circa ottanta attivisti provenienti da tutta la Liguria, dai quindici ai venticinque anni, sono stati ospitati presso il Liceo Parentucelli dai colleghi sarzanesi che in piena autonomia e il solo sostegno di alcune insegnanti e agricoltori della Cia, hanno predisposto nei minimi dettagli accoglienza, comunicazione, seminari e momenti di svago ed apertura alla città. Non è stato certo il primo esempio dell'impegno e della qualità del lavoro che i presidi della Spezia e Sarzana svolgono durante tutto l'anno sul territorio (quasi in contemporanea si è svolto a Bolano il festival “Pace e diritti in festa”) ma ha rappresentato comunque per tutti loro un importante banco di prova anche dal punto di vista logistico ed organizzativo. Un test superato a pieni voti sia sui banchi del Liceo, dove si sono tenuti gli incontri sulla presenza della criminalità organizzata in Liguria, che nelle iniziative serali presso l'Arci Bradia e in piazza De Andrè per l'appuntamento dedicato alle anticipazioni e alla presentazione del progetto “Quarto Piano”, riutilizzo di un bene confiscato e finalmente riassegnato dal Comune all'associazione L'égalité, attivissima costola di Libera che opera proprio a Sarzana.
Come già accaduto in altre occasioni i giovani coinvolti nella manifestazione hanno inoltre dato esempio di grande maturità intellettuale dimostrando di saper dialogare e collaborare proficuamente con le istituzioni pur conservando la propria autonomia rispetto dalla politica. Nel tre giorni sono infatti intervenuti anche il sindaco Alessio Cavarra, l'assessore alle politiche giovanili Beatrice Casini e quello alla legalità Daniele Castagna, i quali hanno portato il proprio contributo su alcuni dei temi trattati quali legalità, beni confiscati e politiche giovanili.
Argomenti che come detto riguardano da vicino anche la riqualificazione sociale dell'appartamento di via Landinelli nel quale i membri dell'associazione stanno portando avanti gli interventi che si concluderanno probabilmente entro settembre quando le porte del Quarto Piano si apriranno a tutti gli altri giovani di Sarzana e della Val di Magra che vorranno conoscere o approfondire i valori e la memoria dell'antimafia. O più semplicemente dedicare un po' del loro tempo al confronto e al dialogo, consolidando così il rapporto con la città e la società che li circonda e di cui rappresentano in ogni caso un'importante risorsa come già stanno dimostrando ottimamente i loro coetanei.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

La presentazione del progetto "Quarto Piano"
Un momento degli incontri al Parentucelli
Alcuni partecipanti con "Il polpo Belin"


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News