Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 21 Novembre - ore 22.10

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Commissione irregolare, scoppia il caso edilizia

Clamorosa svista nella composizione dell'organo comunale. Il consiglio ritira pratica sull'approvazione del regolamento edilizio. Opposizione: "Errore di una gravità inaudita".

Commissione irregolare, scoppia il caso edilizia

Sarzana - Quella che doveva essere una tranquilla e rapida seduta prima della partita dell'Italia, per il consiglio comunale di Sarzana si è trasformata questa sera nell'ennesimo groviglio di perplessità, sconcerto e malumori. La pratica sull'approvazione del nuovo regolamento edilizio che doveva essere approvata entro oggi per non sforare i tempi imposti dalla Regione, è stata infatti ritirata e rinviata al prossimo consiglio in programma sabato mattina. Maggioranza ed opposizione si sono ritrovate nell'impossibilità di procedere oltre, dopo che il consigliere Carlo Rampi ha sollevato una questione che rischia ora di aprire scenari poco chiari e soprattutto poco rassicuranti per l'amministrazione. Esprimendo le proprie perplessità sulle modalità di estrazione dei nominativi, l'esponente di Fratelli d'Italia ha rilevato come la delibera risalente al 2006 affidasse al consiglio comunale la nomina della commissione edilizia che concede le pratiche. Organo che erroneamente anche nel maggio scorso ha invece ricevuto il proprio incarico da parte della giunta.
Un dettaglio abbastanza evidente, sfuggito però a chi avrebbe dovuto monitorare norme e procedure e che, come primo effetto ha avuto il ritiro del regolamento in discussione sul quale la commissione aveva espresso parere favorevole.
Un assist troppo ghiotto per l'opposizione che ha ripreso l'amministrazione (assente il sindaco) per i ritardi sul puc e contestualmente non ha potuto fare a meno di ricordare come episodi simili si siano succeduti con preoccupante insistenza negli ultimi mesi.
"Siete allergici ai regolamenti - ha affermato Chiappini (Sarzana in Movimento) - il vostro comportamento è gravissimo, non si può arrivare all'ultimo giorno con una pratica come questa che rischia di avere pesanti ricadute visto che non approvandola oggi si tira in ballo un aumento dei volumi del 10%. Chi ha sbagliato - ha puntualizzato - deve prendersi le proprie responsabilità perché ci state mettendo in una brutta situazione".
"Siamo di fronte ad un fatto di gravità inaudita - ha invece esclamato Giorgi (M5S) - si è verificata una mancanza di controllo degli atti che avrà delle conseguenze, non è una svista ma una pesante negligenza di cui qualcuno deve assumersi la responsabilità".
"Né questa né le precedenti commissioni edilizie nominate negli ultimi undici anni non sono mai state a norma - ha denunciato Rampi - il precedente regolamento risaliva al 1968 e ora che non ha più una data imbarazzante non possiamo approvarlo perché chi ha dato un parere non era nelle condizioni di poterlo fare".
Il consigliere Mione ha invece puntato il dito contro i tanti errori procedurali emersi in questo ultimo anno di amministrazione: "Si può sbagliare una volta - ha detto - ma questa situazione si ripete costantemente, ogni volta che si scava viene fuori un errore. Questa è una cosa ancora più grave del bilancio perché da domani bisogna bloccare tutti i lavori, è una cosa inaccettabile che rischia di bloccare tutti i lavori in città. Non si può non riuscire a comporre regolarmente una commissione, sono sconsolato".
Sollecitata da più parti a dare una spiegazione sulle nomine la segretaria Michelini ha ribadito come la normativa attribuisca le stesse facoltà di nomina al consiglio e alla giunta. Nel caso specifico sarzanese però, nel 2006 era stata scelta l'assemblea consiliare, e questa avrebbe quindi dovuto comporre anche l'ultima commissione che si è espressa sul regolamento.
Un errore grave che ha determinato il ritiro della pratica che su proposta del presidente del consiglio Lorenzini sarà integrata nella seduta di sabato mattina che si preannuncia già molto carica di contenuti. Ancora da valutare e da decifrare infine i possibili effetti giuridici e legali determinati dall'errore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure