Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16 Ottobre - ore 17.32

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Mafia e società, Sarzana contro il gioco d'azzardo

Nell'ambito della presentazione del rapporto sulla criminalità organizzata in Liguria è stato annunciata la presentazione del regolamento comunale 'No-slot'.

Mafia e società, Sarzana contro il gioco d'azzardo

Sarzana - Si è tenuto questa mattina presso la Sala della Repubblica di Sarzana il convegno di presentazione del rapporto sulla mafia in Liguria a cura del Centro studi Fondazione Antonino Caponnetto.
Dopo i saluti del sindaco Alessio Cavarra e dell’assessore alle Politiche per la legalità Juri Michelucci, il rapporto è stato illustrato dal presidente della Fondazione Caponnetto, Salvatore Calleri.
Sono intervenuti anche l’onorevole Lorenzo Basso, coordinatore dell'intergruppo parlamentare contro il gioco d’azzardo, e Marco Lorenzo Baruzzo, presidente della Consulta per la legalità del Comune di Sarzana.
All’interno del convegno è stato presentato il libro “La criminalità oltre il crimine. Un percorso critico tra scienze sociali e crimine organizzato” a cura di Giovanni Sabatino.

Il sindaco nel suo intervento di apertura, dopo il ringraziamento agli intervenuti, ha sottolineato come l’impegno per la legalità e la lotta alle mafie costituisca un punto fermo dell’attività della sua giunta, tanto da aver inserito quali obiettivi da traguardare lo stop alle gare al ribasso per l’affidamento degli appalti, l’istituzione della giornata della legalità e una lotta serrata alla microcriminalità. Cavarra ha ricordato poi il suo impegno, in Regione, per l’approvazione della legge ligure contro le mafie. In chiusura sottolinea come “oggi abbiamo una mafia più civile e una società più mafiosa, una mafia sempre più in giacca e cravatta e una società che cambiandosi d’abito troppe volte al giorno sceglie il travestimento. Occorrono – conclude – buone leggi e impegno civile di istituzioni e cittadini”.
L’assessore alle Politiche per la legalità Michelucci ha annunciato l’intenzione di portare in consiglio comunale il regolamento 'No-slot', rendendo l’amministrazione più protagonista negli iter autorizzatori e portando avanti iniziative di sensibilizzazione della cittadinanza sulle problematiche legate al gioco.
Il presidente della Fondazione Caponnetto, Salvatore Calleri, ha ringraziato l’amministrazione e il sindaco "che possiede – ha affermato – nel dna la cultura antimafia del fare e non solo delle parole. A proposito del libro di Giovanni Sabatino “La criminalità oltre il crimine. Un percorso critico tra scienze sociali e crimine organizzato”, ne ha rilevato l’importanza come quella di uno di quei libri che si devono leggere non solo per piacere o diletto ma perché serve. Il rapporto sulle mafie in Liguria dimostra, ad oggi, una situazione stabile e rileva come sia aumentata sul territorio la consapevolezza dell’esistenza di questo fenomeno grazie anche alle tante iniziative intraprese per combatterlo".
Lorenzo Basso ha, a sua volta, sottolineato l’importanza dell’annunciato regolamento comunale contro il gioco d’azzardo, vera e propria piaga sociale, che porta ad estraniarsi dalla società e ad avere risvolti compulsivi e patologici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News