Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 07 Dicembre - ore 19.05

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Matteo Dinelli porta esperienza ai Red Jackets

american football
Matteo Dinelli porta esperienza ai Red Jackets

Sarzana - Val di Magra - Si è concluso positivamente il mega-camp di un giorno dei Red Jackets Sarzana all’ “Isoppo” della Bradia. “Feeling” confermato nel roster, ma anche un modo per rimanere in forma fin quando i veri e propri allenamenti non ripartiranno a Gennaio e c’è stato spazio per lo stesso settore giovanile. E poi quella chicca, costituita dal primo giorno di lavoro qui di Matteo Dinelli, il nuovo “defensive coordinator” che appunto allenerà la squadra di difesa (a gestire l’attacco ancora Michele Ibatici e sopra tutti sempre l’ “head coach” Francesco Righetti). Dinelli è un decano del football americano italiano; quando egli vi fece capolino, l’attuale Fidaf ancora non esisteva, allora la federfootball nazionale era l’Aifa. Una trentina gli anni in lui di questo sport, che è una passione di famiglia, a partire dal nonno sino al fratello Andrea, oggi quotato procuratore, passando per il padre…facendo la somma le stagioni di american football non si contano.

Dinelli ha fatto da giocatore e allenatore tutte le serie, più un frangente dirigenziale da “team manager” presso il Blue Team che fece il Campionato Europeo del 2013: la Nazionale italiana. Tre le piazze che hanno fatto da tasselli alla sua carriera, la sua Livorno con gli Etruschi, la Firenze dei Guelfi e i Veterans a Grosseto. "Da buon toscano è probabile che abbia un carattere un po’ particolare – così si presenta tra il serio e il faceto – comunque mitigato magari dalla vicinanza a tanti coach americani per tanto tempo". I Red Jackets sono club che ha sempre seguito, vuoi in virtù di rinforzate conoscenze, vuoi perché qua c’è gente che ha giocato con o “sotto” di lui. "Sono fiducioso – spiega – e le mansioni da “defensive coordinator” mi riporteranno probabilmente a delle competenze tecniche che restano quanto più mi avvince, ben inteso che nel football odierno occorre un comando quasi più manageriale che non meramente tecnico, come ho potuto constatare nell’arco del mio multiforme bagaglio d’esperienze". Obiettivi? "Lavorare bene, se poi ci riferiamo ai risultati della Prima squadra, penso che quanto meno ci proponiamo di raggiungere di nuovo i playoff di 2.a Divisione visto che ci siamo arrivati quest’anno".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News