Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 09 Luglio - ore 08.03

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Via libera dal consiglio alla richiesta di rimodulazione dei mutui

Comune potrà arrivare a disporre di oltre un milione di euro per far fronte alle minori entrate dovute all'emergenza Covid. Deciderà Credit Agricole.

bilancio di sarzana
Via libera dal consiglio alla richiesta di rimodulazione dei mutui

Sarzana - Val di Magra - Potrebbe ammontare a un milione e 149mila euro il risparmio del Comune di Sarzana sul pagamento dei mutui per il 2020 grazie alle misure messe a disposizione degli enti locali in seguito all'emergenza Covid-19. Il condizionale però è d'obbligo perché l'approvazione odierna da parte del consiglio comunale della richiesta di riomodulazione dell'ammortamento dei mutui di durata ultratrentennale che sarà presentata a Credit Agricole, dipenderà dall'eventuale assenso che l'istituto vorrà concedere.

Il tema dei mutui - accennato per la prima volta da Casini (Italia Viva) a fine aprile – è tornato ancora una volta al centro della discussione dell'assemblea cittadina con l'assessore al bilancio Baroni che ha fatto il punto della situazione illustrando i dettagli della pratica rispondendo anche ai quesiti dell'opposizione. “La sospensione già ottenuta per quelli di durata inferiore ai 30 anni è stata d 26.360 euro – ha spiegato – cifra contenuta rispetto al complesso delle rate della quota capitale perché la maggior parte hanno durata superiore. Ora presenteremo formalmente richiesta anche per questi, che non rientrano nell'accordo fra Abi e Anci, con la riomodulazione dell'ammortamento sugli anni successivi ed entro la scadenza prevista. Questo consentirebbe di avere un 'risparmio' complessivo di circa un milione e 172mila euro che il Comune dovrebbe pagare quest'anno. La banca non è però obbligata a chiedere la sospensione, questo è un punto prioritario”.
L'assessore ha poi chiarito: “Non c'è ancora un piano di spesa perché non sappiamo se ci verrà concesso qualcosa né quanto ci verrà concesso. Personalmente ritengo che questa cifra debba andare nel caso a compensare le minori entrate che l'ente subirà a causa della crisi post Covid e che al momento non possiamo quantificare precisamente. In una riunione fatta in videoconferenza Credit Agricole ci ha detto che avrebbe sospeso i mutui presenti nella delibera e per quanto mi riguarda ho sempre detto che avremmo fatto il possibile. Finora abbiamo avuto una prima sospensione per 1.800 euro dal Governo, una seconda da Cassa depositi e prestiti di 156mila e una terza dalla banca di 26mila euro”.

“Apprezzo che l'Amministrazione voglia fare questo passaggio – ha osservato Casini - e saremmo tutti felici se questa somma potesse arrivare nelle casse comunali. Avevo fatto presente questa opportunità il 29 aprile quando sindaco e assessore non avevano ancora fatto richiesta e la pratica era passata successivamente. Ad oggi non ho ancora avuto le comunicazioni fra ente e banca che ho chiesto da tempo”. “La banca è molto radicata sul territorio e potrebbe venire incontro al Comune anche sulla sospensione degli interessi” ha sottolineato Giorgi (M5S) mentre Luca Ponzanelli(Cambiamo) lodando il lavoro svolto dall'assessore al bilancio ha affermato: “L'indebitamento del Comune è di rilevanza non trascurabile, lo sappiamo tutti ma è giusto ricordarlo. Era importante fare chiarezza dopo che nei mesi scorsi si era parlato di tesoretti e cose varie, sono certo che Baroni riuscirà a portare a casa un buon risultato”.
“Sono contento perché si è avverato quanto aveva detto Casini – ha ripreso Mione (Sarzana per Sarzana) – allora c'era stata una risposta inorridita da parte dell'assessore ma a quanto pare la trattativa è possibile. Mi fa specie però che non ci sia una previsione di spesa perché fra qualche mese questi soldi potrebbero non servire e quindi essere utilizzati per il pagamento dei mutui”.
Quindi Lorenzini (Pd): “L'occasione della discussione del rendiconto potrebbe essere utile per il sindaco per informare su quello che si potrà fare in termini di bilancio. Sui mutui fa sorridere che si possa passare da un range da zero a un milione, immagino che ci sia stata dialettica con la banca”. “La pratica dovrà essere sottoposta all'organo di revisione – ha ricordato Rampi (FdI) – revisori che raccomandano di tener conto della durata trentennale dei mutui e di non superare quella stessa durata. È improbabile che la crisi Covid non abbia ricadute sul bilancio perché su certe voci sarà inesorabile, è presto per inquadrare certe situazioni. C'è la necessità di trovare il consenso da parte della banca”. Soddisfazione per le risposte esaurienti e fiducia nell'operato di Baroni sono state espresse anche da Innocenti (Lega) e Spilamberti (Gruppo misto) mentre Sarzana Popolare con Precetti ha espresso parere favorevole alla pratica passata nonostante le sei astensioni dell'opposizione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News