Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Settembre - ore 20.42

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Vezzano, Ruggia: “Il governo taglia una classe della scuola media, decisione scellerata”

"azzolina ci ripensi"
Vezzano, Ruggia: “Il governo taglia una classe della scuola media, decisione scellerata”

Sarzana - Val di Magra - "A partire dal prossimo anno scolastico l’istituto comprensivo Isa11 di Vezzano Ligure perderà una classe a causa dei tagli scellerati del ministero dell’Istruzione. Rimarranno soltanto due sezioni pollaio di 26 e 27 alunni, senza nessuna possibilità di rispettare le norme di distanziamento anti-Covid. Il ministro Azzolina deve ritirare questa folle decisione ascoltando le giuste proteste dei genitori degli alunni".

Lo afferma in una nota il capogruppo della Lega a Vezzano Jacopo Ruggia, commentando la decisione del ministero dell’Istruzione che prevede la riduzione delle classi di scuola media a Vezzano a partire dall’anno scolastico 2020-21. "La scuola di Vezzano fino ad oggi aveva tre sezioni, una nel complesso di Vezzano e due in quello dei Prati - spiega Ruggia - Da settembre le sezioni verrebbero ridotte a due, con conseguenti gravi disagi per gli alunni e le loro famiglie. Così ci ritroveremmo due classi pollaio formate da 27 e 26 alunni: una decisione folle che va esattamente nella direzione contraria rispetto a quella del necessario rispetto delle misure di distanziamento all’interno delle aule. Come se non bastasse, i rilevamenti eseguiti in passato dai Vigili del Fuoco e dal Comune di Vezzano avevano già stabilito che una sola aula può contenere al massimo venti alunni. Un numero che con le norme di sicurezza relative all’emergenza Covid-19 andrebbe ridotto ulteriormente ad un massimo di quindici alunni".

"Se la decisione non verrà ritirata si verificherebbero anche gravi problemi dal punto di vista logistico per le famiglie degli alunni, che incontrerebbero molte difficoltà ad accompagnare i figli a scuola, con il rischio che molte iscrizioni potrebbero saltare - conclude Ruggia - Il sindaco di Vezzano deve attivarsi immediatamente presso il ministero, affermando chiaramente che servono più classi e più insegnanti. Esattamente il contrario di quanto prospettato dal ministro Azzolina".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News