Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 15 Novembre - ore 20.50

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Vaccari a Sarzana: poca nostalgia dei renziani e qualche idea in chiave regionali

Vaccari a Sarzana: poca nostalgia dei renziani e qualche idea in chiave regionali

Sarzana - Val di Magra - Sala della Repubblica affollata, soddisfazione per il ruolo politico di responsabilità ritrovato a livello nazionale, voglia di rimboccarsi le maniche in vista delle Regionali. Questo gli ingredienti dell'incontro pubblico organizzato ieri sera dal Pd sarzanese, ospite d'onore il segretario organizzativo nazionale  Stefano Vaccari. Presenti il presidente del Comitato provinciale Del Bello, il consigliere regionale Michelucci, l'ex senatore Caleo, sindaci, amministratori e tanti militanti di ogni generazione. In apertura di incontro è stato osservato un minuto di raccoglimento in memoria dei due poliziotti rimasti tragicamente uccisi a Trieste.
Introdotto dal segretario del Pd sarzanese Ricci, l'ospite - uno dei più stretti collaboratori del segretario nazionale Zingaretti - ha chiesto preliminarmente il contributo degli astanti. Appassionato l'intervento di Caleo, non disposto a vedere il governo condizionato da Italia Viva e fautore di una alleanza/competizione con il partito di Renzi. Piero Musso ha sottolineato le difficoltà economiche in cui versano fasce rilevanti della popolazione e gli scarsi margini di manovra concessi in economia anche al più volonteroso e competente dei governi. Piarulli ha esortato il Pd a tornare persuasivo sulla tutela dei valori fondamentali, schierandosi in maniera netta e con convinzione profonda contro i luoghi comuni e i pregiudizi cavalcati dalla destra. Milo Campagni scommette sulla prossima fusione fra Italia Viva e Forza Italia e imputa la crisi del Pd all'arroganza dello stile di approccio generato dal renzismo per il quale, ha affermato, ci si iscrive ad un gruppo dirigente, non ad un partito. Dopo che Musetti ha invitato a rafforzare la coalizione di governo come un nuovo centrosinistra e Sgorbini ha auspicato la replica dell'alleanza giallorossa (con leadership civica) alle prossime Regionali, l'ex sindaco Di Casale ha sottolineato quanto la segreteria Renzi avesse approfondito il solco fra il popolo dei democratici e il gruppo dirigente. Nessuna particolare malinconia per lo stillicidio di defezioni verso la nuova 'cosa' renziana ("uno al giorno, per sembrare di più, come i carrarmati di Mussolini", ha commentato Bufano).
Il segretario organizzativo Vaccari ha concluso l'incontro annunciando una ripresa delle nuove iscrizioni al partito e riconoscendo che il Pd ha mancato, nel recente passato, nella rappresentanza delle fasce più deboli con la retorica di una crescita che interessava semmai solo una minoranza di privilegiati. Vaccaro ha inoltre indicato nella nuova coalizione di governo non solo un 'cordone sanitario' contro la minaccia sovranista ma anche una compagine che possa ridare una prospettiva di solidarietà al Paese e agli Italiani. “Sarzana - ha aggiunto - può vantare di avere un Pd forte in grado di mettersi in gioco per riconquistare il Comune, dare una mano alla riscossa per la Regione e al partito nazionale per cambiare il paese”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News