Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 20 Aprile - ore 20.56

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Sisti: "Spero Messora ci ripensi. Aumento Irpef? Porterà servizi, e ampliamo esenzione"

Le dimissioni della vice sindaca, l'intervento del primo cittadini.

Sisti: "Spero Messora ci ripensi. Aumento Irpef? Porterà servizi, e ampliamo esenzione"

Sarzana - Val di Magra - “Dimissioni immediate e irrevocabili”. Così si legge nella lettera protocollata nelle scorse ore dall'ormai ex vice sindaco di Santo Stefano di Magra, Nicla Messora. L'esponente Pd, che nella missiva spiega che resterà come consigliere di maggioranza, ha deciso di uscire dalla giunta per divergenza di vedute politiche. Nel mirino, in particolare, la scelta di portare al massimo (0.8 per cento) l'aliquota Irpef, consacrata dall'approvazione in giunta del bilancio. Messora spiega che le sue osservazioni, manifestate da tempo, non hanno trovato alcuna cittadinanza e rivendica “una storia di amministratore e assessore al bilancio che, negli ultimi dieci anni, ha visto non aumentare la tassazione. E' un fatto”. L'ex vice sindaco reputa altresì insoddisfacente l'allargamento della soglia di esenzione. Tuttavia voterà il bilancio “per permettere all'amministrazione di portare avanti il progetto elettorale per cui è stata eletta”.

“Prendo atto con dispiacere delle dimissioni – il commento del primo cittadino Paola Sisti -. Le ho chiesto, e ancora le chiedo, di ripensarci. La sua esperienza politico-amministrativa è importante. Apprezzo inoltre la sua volontà di votare il bilancio in qualità di consigliere di maggioranza, scelta che dimostra e conferma il suo senso delle istituzioni. Per quanto riguarda l'aumento dell'aliquota Irpef allo 0.8 per cento, me ne assumo totalmente la responsabilità, segnalando che, a tutela delle fasce più fragili, ci sarà anche un allargamento della fascia di esenzione che da 12mila euro di reddito annuale sarà portata a 15mila. Con l'incremento dell'aliquota sarà possibile coprire il costo del personale comunale, il cui contratto è stato rinnovato lo scorso anno, potenziare gli uffici con nuove unità – assistente sociale e un geometra per l'Ufficio tecnico - e confermare i tempi determinati nella Municipale e nei Servizi cimiteriali: uno sforzo economico che quindi andrà tutto a vantaggio della comunità. La pressione fiscale generale resterà di fatto invariata rispetto allo scorso anno, anche in virtù del risparmio di 50mila sul Piano rifiuti, ottenuto grazie all'impegno dei cittadini nella differenziata, che si ripercuoterà positivamente sulle bollette”.

B.M.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News