Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 22 Settembre - ore 11.11

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Sicurezza e cultura, Cavarra c'è: "Futuro ricco di opportunità" | Foto

L'attuale sindaco di Sarzana presenta il programma e si prepara a una nuova corsa elettorale. Tra le idee, 'Fabbrica della cultura', scuola di cucina, potenziamento della Polizia locale e mezza città esente dall'Irpef.

Sicurezza e cultura, Cavarra c'è: "Futuro ricco di opportunità"

Sarzana - Val di Magra - Cultura e sicurezza. Queste le direttrici del programma del candidato del centrosinistra Alessio Cavarra. Stamani in Piazza De André l'attuale primo cittadino di Sarzana ha presentato in pillole i cardini di quella che, in caso di rielezione, sarà la sua azione amministrativa. E nell'assolata e incantevole piazzetta l'amministratore Pd non era solo: ad affiancarlo, una decina di sostenitori - compreso un pezzo da novanta come l'ex sindaco Renzo Guccinelli, affiancato dal cane Bluebell -, tra i quali tre già certi della candidatura al consiglio tra le file della lista civica 'Noi per Sarzana': l'avvocato Emilia Amato, la titolare di 'Mondo Merenda' Marta Campioli, l'insegnante Paola Miroballo.

"Una minoranza movimentista ha creato immagine distorta della città

"Siamo per una stagione ricca di nuove opportunità, è così che immagino il futuro della nostra città - ha esordito Cavarra, che si candida sotto il segno dell'hashtag #RestiamoSarzana -. Veniamo da cinque anni di lavoro importante che ci ha visti impegnati sul fronte del risanamento dei conti, un passaggio propedeutico per progettare un futuro migliore. Ma oltre al risanamento siamo stati anche capaci di affrontare gli effetti di un radicale cambiamento che ha modificato, per sempre, il volto dell'economia globale. In questi anni tantissimi cittadini ci hanno sostenuto, ma si è andata d’altra parte organizzando una minoranza movimentista che ha lavorato costantemente per costruire un’immagine distorta di Sarzana. Una vera e propria attività di mistificazione della realtà, con l'unico obiettivo di offuscare quanto di buono è stato fatto. Cercando di colpire noi, hanno fatto il male della città".

Per il sindaco "nessuno può dire che non ci abbiamo messo il massimo impegno possibile. E soprattutto bisogna domandarsi se, nelle stesse condizioni, altri al posto nostro sarebbero riusciti a fare meglio. Diffidate di quelle forze politiche che vi promettono di risolvere tutto con la bacchetta magica: sono le stesse che in altre città stanno facendo danni e non rispettano le promesse fatte ai cittadini".

Il programma

Sarzana città della cultura. Questo una delle idee e suggestioni principali del programma presentato da Cavarra. Cavallo di battaglia, la trasformazione dell'ex scuola XXI luglio in una fabbrica della cultura. "Uno spazio a disposizione di tutti coloro che hanno intenzione di fare ed essere cultura - così il sindaco -. Una fabbrica di idee, formazione, imprese, rappresentazioni, incontri. Un luogo aperto ai giovani, che possa diventare anche un punto di aggregazione nuovo e originale". In generale, il candidato Pd è convinto che "Sarzana può diventare davvero un punto di riferimento nazionale nel settore della cultura. Un caso unico a livello regionale".

E se nell'ex XXI luglio si immagina una factory culturale, una parte della Fortezza Firmafede - si legge nel programma - Cavarra ha intenzione di renderla "una scuola internazionale di cucina italiana altamente professionalizzante e di grande qualità dedicata ai giovani che cercano nelle professioni del gusto il loro futuro".

Capitolo sicurezza, ambito delicato, quello che più generosamente anima piazze reali e virtuali. "La sicurezza urbana è uno dei temi principali sui quali dovrà basarsi l'azione della prossima amministrazione - ha dichiarato Cavarra -. Dobbiamo riuscire a sconfiggere quella percezione di insicurezza avvertita dai cittadini oggi. La sicurezza è un diritto di tutti. E vivere in un ambiente sicuro, potendo uscire di casa senza la paura che possa succedere qualcosa a noi stessi o alla nostra famiglia, è un diritto che dobbiamo contribuire a garantire". Tra le proposte concrete, il potenziamento di videosorveglianza (cento telecamere entro il primo anno di governo) e illuminazione (cento nuovi punti luce); un bando per la concessione di contributi economici a chi installi sistemi antifurto, antirapina e anti intrusione; un'intesa con le associazioni di categoria per fornire ai sarzanesi pacchetti sicurezza a prezzo scontato.

"Nei prossimi due anni - ha aggiunto Cavarra lavoreremo a un riordino e potenziamento del corpo di Polizia locale con l’assunzione di almeno dieci nuovi agenti nel biennio 2018/2020, con contratti a tempo determinato e indeterminato. Presso il comando sarà creato un apposito settore di Sicurezza integrata. Saranno formati alcuni agenti di Polizia locale che saranno in grado di affrontare in modo specialistico il controllo del territorio e la prevenzione di reati. Una presenza quotidiana che diventerà una consuetudine in città". Una novità che risponderà al nome di Nucleo di polizia urbana, che si occuperà altresì di "effettuare una mappatura di tutti gli edifici in stato di abbandono notificando ai proprietari la necessità di provvedere alla idonea recinzione e fisica interdizione degli stessi ove mancante o carente provvedendo anche alla confisca del bene. Una soluzione, questa, già sperimentata con successo a Napoli".

Altro punto saliente, le tasse. "Vogliamo proseguire la politica di equità e solidarietà fiscale attuata in questi anni", ha detto il sindaco, annunciando la volontà di andare oltre: "Vogliamo portare la soglia di esenzione Irpef dagli attuali 11mila euro di Isee a 15mila euro. In questo modo il 50 per cento dei sarzanesi non pagherà più l'Irpef". Per la Tar, "oltre a mantenere la tassa più bassa per le attività commerciali, vogliamo istituire un fondo a sostegno delle attività commerciali e artigianali presenti all'interno di aree di cantiere, per tutta la durata del cantiere stesso".

Si parla anche di reddito di solidarietà comunale, cioè fino a 500 euro mensili alle famiglie a patto che queste aderiscano a un progetto di attivazione lavorativa. C'è poi la partita del Puc - atteso a giorni l'architetto Boeri - che sarà "a servizio della famiglie, un piano per tutti e non per pochi, che dice no a grandi edificazioni e favorisce giovani e ceto medio". Sulle scuole, Cavarra ha detto che "in questi cinque anni abbiamo lavorato tanto e speso 2 milioni per la messa in sicurezza, ma non basta. Continueremo a rendere più sicure tutte le scuole del territorio".

Per quanto riguarda il commercio, il sindaco ha messo in chiaro l'obbiettivo di "promuovere un'offerta di qualità, incentivando l'apertura di nuove botteghe artigiane e dell'antiquariato", confermando altresì "la gratuità della sosta nelle domeniche e per le festività e la sospensione dal pagamento dei parcheggi tutti i giorni dalle 12.30 alle 14.30, oltre alla prima mezz'ora". Senza dimenticare una spinta alla promozione cittadina "che un po' è mancata in questi anni". E Marinella "sarà al centro della costruzione di un rinnovato appeal turistico". Sul fronte sport, il sindaco ha rivendicato l'aver trovato i finanziamenti per la piscina comunale, mettendo nel mirino "la realizzazione del nuovo palazzetto per l'hockey".

Il sostegno della società civile

Dieci volti sarzanesi sono intervenuti stamattina a sostegno della candidatura di Cavarra, convinti che il percorso iniziato nel 2013 possa e debba proseguire. Oltre ai menzionati Guccinelli, Amato, Campioli e Miroballo, c'erano l'architetto Diana Ciriello, l'imprenditore Enrico Bertorello, Lara Spinazzè, attiva nel mondo del volontariato, Michela Angelotti del Talent Garden e la casalinga Diana Camorani che, con le lacrime agli occhi, ha ringraziato il sindaco per esserle stato accanto quando le amare curve della vita l'hanno lasciata sola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News