Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 23 Febbraio - ore 23.23

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Sarzana per Sarzana candida Mione: "Noi alternativa al Pd"

L'ex presidente del consiglio comunale guiderà la lista civica: "Siamo un simbolo di partecipazione e ci confrontiamo sulle idee. Andremo al ballottaggio".

Sarzana per Sarzana candida Mione: "Noi alternativa al Pd"

Sarzana - Val di Magra - “Noi siamo la città, con noi ci sono intelligenze e capacità, persone che si mettono a disposizione senza aspettative di ruoli. Siamo l'unica alternativa al Partito Democratico”. Paolo Mione è già pronto per una campagna elettorale che si prospetta incerta e senza esclusione di colpi. Sarà lui infatti il candidato sindaco di “Sarzana per Sarzana”, associazione nata dieci mesi fa ed oggi lista civica che si presenterà al voto con grandi ambizioni. “Sono convinto che il Pd non vincerà al primo turno – afferma – e credo che per noi ci siano buone opportunità di arrivare al ballottaggio. Non facciamo una lista per partecipare o marcare il territorio, crediamo di avere le competenze necessarie per amministrare. Cavarra non è un sindaco da riconfermare ma l'alternativa non può essere la destra con un modello piovuto dalla Regione”.

Cinque anni fa l'avvocato fu il più votato – non solo nelle fila del Pd – fra gli aspiranti consiglieri, conquistandosi la carica di presidente del consiglio che fu però revocata dopo mesi travagliati e la sua uscita dal partito, nel luglio scorso, quando lui e Pittiglio andarono ad allargare l'opposizione dalla quale ha continuato a dar battaglia. “Non sono stato rottamato – puntualizza - il percorso di distacco è iniziato sul modo di gestire la città, non potevamo restare indifferenti alle politiche di governo messe in atto dalla giunta. A tutto c'è un limite, le cose in città non vanno bene e ho deciso di metterci la faccia, ho detto no alla vendita della casa di riposo come avevo fatto con il progetto Botta. Siamo usciti serenamente da una maggioranza che ha assoldato il candidato sindaco avversario – ha ricordato riferendosi al passaggio di Frassini – oggi serve una scossa per risalire la china”.

Da una lunga esperienza di partito ad una nuova con una lista civica che il candidato sindaco non esita a definire “esaltante”, nella quale sarà affiancato fra gli altri dalla stessa Pittiglio, Roberto Mazza, Gianfranco Damiano, Massimo Bettati, Daniela Delucchi e Clarke Ruggeri, ma anche sostenuta dal consigliere regionale Battistini e da quello comunale di Luni Fantini. “Mi hanno dato grande fiducia – sottolinea Mione – abbiamo iniziato questo percorso fra amici, impegnandoci per fare qualcosa per Sarzana. Un impegno cresciuto in modo incredibile anche grazie ad una risposta dalla cittadinanza che non ci aspettavamo. L'esempio più efficace è forse quello di Bruno Ferrari che ha messo a disposizione gratuitamente il fondo di piazza Calandrini per il point elettorale. Siamo un simbolo di partecipazione – rivendica – un progetto partito dal basso che guarda negli occhi degli ultimi senza fare figli e figliastri a seconda dell'appartenenza politica”.

Per ora “Sarzana per Sarzana” parte con il sostegno dei suoi circa cinquecento iscritti e del consenso di Articolo 1 Mdp ma conta di aprire anche ad altri partiti della sinistra con i quali proseguono i colloqui. “Ci sono ragionamenti che possono avere esito positivo – conclude Mione – noi ci siamo e se qualcuno vuole condividere dei programmi ci sediamo e ne parliamo. Non chiediamo il dna delle persone ma valutiamo le idee. Siamo aperti al confronto, discutiamo spesso anche fra di noi e lo facciamo per il bene della città”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia





I SONDAGGI DI CDS

Matteo Salvini ha proposto la reintroduzione della leva obbligatoria per i giovani maschi. Tu che ne pensi?

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News