Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 14 Agosto - ore 18.24

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Record di preferenze per Casini e Castagna, Italiani primo del centrodestra

I due assessori uscenti hanno migliorato il dato del 2013. Cinque del Pd fra i primi dieci che hanno maggiori possibilità di entrare in consiglio, l'unico delle liste non al ballottaggio è Ambrosini del M5S. In tre senza nemmeno una preferenza.

E ORA BALLOTTAGGIO
Record di preferenze per Casini e Castagna, Italiani primo del centrodestra

Sarzana - Val di Magra - Nella storica notte elettorale di Sarzana che ha consegnato al ballottaggio le sorti per la decisione del nuovo sindaco, non sono mancate anche sorprese, conferme e flop nelle preferenze per gli oltre duecento candidati delle quattordici liste (altro record) presenti sulle schede.

In tal senso i risultati migliori sono stati del Pd che ha perso 1287 voti rispetto al 2013 ma che ha avuto i cinque più votati. Spiccano infatti le prestazioni dei due assessori uscenti Beatrice Casini e Daniele Castagna. Entrambi hanno addirittura migliorato il proprio consenso passando rispettivamente da 420 a 433 e da 407 a 417 risultando così i preferiti in assoluto. Più staccato l'ultimo presidente del consiglio comunale Damiano Lorenzini con 299 (53 in meno rispetto all'ultima tornata), il giovane Umberto Raschi passato da 27 a 263 e il rientrante Maurizio Corona con 181. Sempre fra le fila Pd sono andati molto bene anche Lucia Mascellino (151) e Remo Cibei (150) che portano a sette i candidati democratici fra i primi dieci in assoluto.

Sesta posizione (fra coloro che hanno maggiori possibilità di entrare in consiglio) per Roberto Italiani – primo del centrodestra – che con le sue 180 preferenze ha confermato l'exploit della lista Sarzana Popolare, vera novità di queste elezioni. Si è invece fermato a 170 l'esponente di Fratelli d'Italia Carlo Rampi (Lista Toti) che era invece arrivato a 234 con il Popolo delle Libertà nel 2013. Lista nella quale militava anche Stefano Torri, oggi alfiere della Lega Nord, passato da 156 a 158 mentre nei salviniani ha ottenuto 98 preferenze Costantino Eretta, annunciato vicesindaco in caso di vittoria di Cristina Ponzanelli.

Nono nella graduatoria dei più votati si è invece affermato il giovane Davide Ambrosini, campione di preferenze nel Movimento 5 Stelle con 122 mentre il decimo posto è di Luca Ponzanelli (Lista Toti) con 114.

Rispetto a cinque anni fa è invece calato notevolmente il consenso nei confronti di Giancarlo Rosignoli (Al Centro) sceso da 332 a 106 mentre in una tornata che ha visto affievolirsi l'attenzione nei confronti delle liste civiche Antola e Vinchesi di “Noi per Sarzana” sono passati rispettivamente da 122 a 98 e da 85 a 21. Si è invece fermato a 71 l'assessore uscente alla cultura Nicola Caprioni (Noi per il futuro) mentre il più votato di “Sarzana più sicura” è stato Bruno Triglia con 12 preferenze. Nel Pd male anche Franco Ricci con soli 43 voti rispetto ai 248 del 2013.

Per quanto riguarda le tre liste di Paolo Mione, il cui risultato è stato ben al di sotto delle aspettative, il preferito è stato il consigliere regionale Francesco Battistini con 69 mentre si segnala il crollo di consenso di Rossana Pittiglio passata dalle 325 di cinque anni fa quando militava nel Pd, alle 57 odierne con Sarzana per Sarzana. L'uscita dal Partito Democratico non ha portato fortuna a Michael Elisei che da 120 è sceso a 17 con “Sarzana Vola”.
Per quanto riguarda le due liste escluse dal prossimo consiglio comunale, Matteo Bellegoni è stato il più votato con 73 preferenze in “Sinistra sarzanese” mentre Roberta Enrica Paola Ambrosini ne ha ottenute 54 in Sarzana in movimento.

Fra tanti candidati c'è stato però anche chi non ha dato la preferenza nemmeno a se stesso visto che sono rimasti a zero Carmela Grillo (Sinistra sarzanese), Giovanni Petacchi (Lega) e Cristina Bucchioni (al Centro). Poco meglio hanno fatto Edmondo Pecchioli (Sarzana Nova), Manola Marchini (Lista Toti), Maurizio Torrini (Noi per il futuro) e Cristina Farinon (Sarzana più sicura) tutti fermi ad una preferenza.

Tutte le singole preferenze si possono consultare QUI

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News