Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 27 Settembre - ore 16.35

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Ponte di Albiano, Giorgi: "Condizione di pericolo: poche piogge hanno già spostato i detriti"

Ponte di Albiano, Giorgi: "Condizione di pericolo: poche piogge hanno già spostato i detriti"

Sarzana - Val di Magra - "La situazione del Ponte di Albiano oramai la possiamo inserire in un contesto di vera emergenza e non solo sul fronte viabilità, ma anche in questo caso nessuno fa nulla per evitare che un pericolo evidente possa arrivare a creare danni". Lo afferma in una nota Giulia Giorgi, candidata leghista al consiglio regionale della Liguria.

"Alcuni abitanti della zona, ed ho poi verificato, mi hanno segnalato che alcune infrastrutture del ponte si sono già mosse verso valle, sono scese con quel poco di acqua che si è vista le scorse settimane, figuriamoci cosa capiterà presto. Stiamo parlando della ringhiera, del guard rail e via così, senza dimenticare che sul ponte è “posteggiato” un furgone. Lo abbiamo già visto - prosegue Giorgi - cosa vuol dire avere detriti ed oggetti sul fiume, qui parliamo di una diga naturale che alla prima grande pioggia farà da ostacolo a rami, alberi ed ogni altra cosa, farà da blocco allo scorrere dell’acqua e diventerà un pericolo gravissimo per tutte le zone che sono a valle dei resti del ponte. Se è bastata una giornata di pioggia per muovere qualcosa non oso pensare cosa possa accadere dopo. A quanto pare nessuno sta facendo neppure delle verifiche.

Tra poco il fango renderà ancora più difficile un intervento, l’autunno è vicino. C’era tutto il tempo di intervenire in somma urgenza per garantire di mettere in sicurezza l’alveo, in un momento in cui vi era secca e si sarebbe potuto lavorare con i mezzi, ma a quanto pare il commissario, che poi è il presidente della Regione Toscana Rossi, ha da fare con la sua campagna elettorale e non si può dedicare a questo ponte. Poi c’è da aspettare l’annunciata passerella del ministro De Micheli, magari sino a quando non lo verrà a vederlo lei il ponte nessuno lo toccherà, altrimenti cosà ci verrebbe a fare, ormai dopo più di 150 dal crollo, se il ponte non c’è più?

Sono in ritardo su tutto, meno che su nomine di vice commissari vari. Un assurdo, visto che lo scopo della gestione commissariale è di creare procedure snelle. Invece qui con un drappello di commissari e vari sub commissari sarà anche difficile che trovino una data comune per fare una riunione. Il tempo passa, i disagi ci sono ed ora possiamo parlare apertamente di pericoli evidenti. La prima cosa da fare, cioè chiedere il dissequestro e rimuovere i detriti non è neppure messa in programma. Intanto abbiamo perso anche tutto agosto.

I cittadini che oggi saranno a Fornola a protestate non sono stati neppure considerati, a loro andrebbe data attenzione e gli andrebbero fatte le scuse per il tempo perso ed il pericolo a cui sono stati destinati", conclude.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News